imagealt
Rubrica Soci

Sinergie e Reti (Alessandro | San Vito)

Presentiamo con piacere una interessante realtà del Territorio: l’Associazione turistico culturale Antichi Portali, che recentemente è diventata Socia della Fondazione GAL SGT!

Alessandro, il Presidente dell’Associazione, ha scambiato con noi alcune riflessioni sul comparto turistico e sull’importanza di valorizzare l’autenticità delle risorse locali lavorando in rete, attivando sinergie tra diverse capacità e competenze per strutturare un’offerta più completa e sostenibile, in grado di promuovere efficacemente lo sviluppo integrato del Territorio.

Ringraziamo Alessandro per il contributo alla Rubrica Soci e diamo il benvenuto a tutta l’Associazione Antichi portali all’interno del nostro Gruppo di Azione Locale!


Antichi Portali è un’Associazione nata circa dieci anni fa con l’intento di promuovere un sistema di accoglienza diffuso basato su una variegata rete di collaborazione tra operatori della filiera turistico-ricettiva, allo scopo di organizzare un’ospitalità capillare e di qualità.

Oggi Antichi Portali è un sistema strutturato di cooperazione tra nove Bed and Breakfast, una casa vacanza e una serie di servizi legati all’escursionismo, alla cultura e più in generale alla fruizione sostenibile del territorio.

Le strutture ricettive sono distribuite tra Sarrabus e Gerrei – nei paesi di San Vito, Villaputzu e Ballao – e si trovano all’interno dei centri storici in abitazioni tradizionali, al fine di promuovere l’autenticità delle antiche dimore dei nostri paesi.

L’Associazione si fonda sull’attiva collaborazione tra i titolari delle strutture ricettive che, insieme, riescono ad ospitare un maggior numero di visitatori rispetto a quello che sarebbe possibile singolarmente in ciascuna di esse.
La rete coinvolge a livello informale ristoratori, agriturismi, tour operator, botteghe artigiane, musei, servizi sportivi e di altro genere, in modo da proporre agli ospiti una fruizione più completa e diversificata dei luoghi, collegando la costa con le aree interne.

Alessandro parla l’importanza di organizzare con cura ogni aspetto per poter garantire un’offerta di qualità.

Tra gli aspetti più gratificanti descrive i rapporti umani, lo spirito di collaborazione tra i membri dell’Associazione, gli scambi con gli altri operatori territoriali, le relazioni ed il confronto con i visitatori.

Descrive infine le difficoltà ed il forte impatto che l’emergenza sanitaria ha generato in tutto il comparto turistico, con particolare riferimento alla grande incertezza sulle regole operative che ha inevitabilmente costituito un grosso limite nella definizione delle strategie da intraprendere.