imagealt
Buone prassi

Orti condivisi: Orto Brigante, il mercato di vicinato

Lo scorso 19 giugno è stato inaugurato a Bari il progetto Orto Brigante, un mercatino che dà forza alle produzioni locali e agli scambi di vicinanza per valorizzare il territorio e le sue radici puntando su forme di condivisione che promuovano sistemi di partecipazione civica.

Orto Brigante rappresenta un’occasione concreta per dare supporto al piccolo commercio locale in questo momento di difficoltà per la ripresa economica. L’intento è quello di dedicare spazio a un mercatino di vicinato in cui i produttori e piccoli commercianti possano vendere alimenti, piante, piccoli utensili per il giardinaggio e in cui si possano creare altre forme di scambio culturale.

Le attività si svolgono all’interno di Orto Domingo che in pochi anni ha raddoppiato il patrimonio iniziale di circa cinquanta alberi di ulivo, noci e mandorle all’interno della rete ecologica del Piano urbanistico generale della città di Bari.

Orto Brigante è il quarto laboratorio ideato da Orto Domingo – Comunità Empatica e sostenibile, che insieme a Orto Giraffa (sostegno alla pratica e la diffusione della comunicazione non violenta), Orto della Lentezza (un percorso di sperimentazione innovativa destinata ai bambini ed alle bambine) e Orto dei Miracoli (che accoglie differenti provenienze religiose e filosofiche), mira a leggere in profondità i bisogni del territorio attraverso progetti concreti che promuovono la partecipazione civica.

Orto Brigante è dedicato a Michelina De Cesare, la brigantessa che divenne uno dei nomi di spicco nella resistenza nel sud al neonato Regno d’Italia e che venne uccisa dalle Forze regolari il 1868.