Ricerca nel sito

Lo scorso 24 Maggio si è svolta ad Ortacesus l’Assemblea GAL SGT per discutere i seguenti argomenti:

  1. Stato dell’arte e programmazione attività;
  2. Progetto impianto eolico Pranu Nieddu;
  3. Modifiche al complemento del PDA in funzione delle risorse di trascinamento:
  4. Varie ed eventuali.

I Soci e le Socie sono stati aggiornati sullo stato di avanzamento delle iniziative in corso, sui prossimi sviluppi operativi e sull’incremento delle risorse che verranno messe a disposizione per attuare i Bandi previsti nel Piano di Azione.

La discussione si è concentrata soprattutto sui progetti che interessano il Territorio, relativi ad impianti energetici da fonti rinnovabili. 

Nello specifico si tratta di due parchi eolici da 14 aerogeneratori (pale) ciascuno, che hanno una altezza di 220 metri, per una potenza complessiva di circa 92 MW. Sono i progetti “Pranu Nieddu” – parco eolico che interessa i Comuni di Siurgus Donigala e Selegas (consulta il progetto) e “Bruncu ‘e Niada” – parco eolico che interessa i comuni di Ballao ed Armungia (consulta il progetto).

Il dibattito è stato caratterizzato da una intensa partecipazione delle Socie e dei Soci privati e pubblici che al termine dell’Assemblea hanno votato per procedere alla presentazione delle osservazioni al Ministero dell’Ambiente per i due progetti sottoposti a procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) statale.

Oltre ai due sopracitati, ad oggi dovrebbero essere quattro i progetti presentati e relativi ad impianti energetici da ubicare sul territorio del nostro GAL. Sono infatti sottoposti a procedura di VIA regionale i seguenti progetti:

  • impianto fotovoltaico denominato “Cunventu”, con un’estensione di circa 79 ettari, che interessa i comuni di Siurgus DonigalaSelegasSuelli, Mandas (consulta il progetto)
  • impianto eolico, progetto “Serra Longa”, che interessa i comuni di San BasilioSiurgus DonigalaSilius e Goni (consulta il progetto)


Nel Territorio insistono emergenze ambientali, beni archeologici, un patrimonio storico e culturale, produzioni agroalimentari e zootecniche, vivono persone, saperi e conoscenza, capaci di raccontare la storia di luoghi e comunità.

Il GAL SGT ha elaborato un piano di sviluppo locale che basa la sua strategia sulla sostenibilità, chiave trasversale per interpretare i beni comuni, materiali e immateriali.

Il GAL SGT riferisce al Piano di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna che promuove attraverso i GAL, l’approccio partecipativo che capovolge la prassi degli interventi calati dall’alto.

Su questo si basa la scelta dell’Assemblea del GAL SGT: la presentazione delle osservazioni al Ministero dell’Ambiente su due progetti relativi a due impianti eolici entrambi sottoposti a procedura di VIA statale. Un totale di 28 aerogeneratori con un’altezza di 220 metri ciascuno, dal Gerrei alla Trexenta.