imagealt
Storie e Leggende sul territorio

I nostri luoghi nel passato: il Campidano di Cagliari | Burcei

Una serie di quattro articoli per raccontare un Viaggio molto speciale che ha interessato ognuna delle regioni che compongono l’area GAL SGT: Sarrabus, Gerrei, Trexenta, Campidano di Cagliari

L’esplorazione che nel lontano 1800 ha portato il famoso geografo, geologo, naturalista Alberto La Marmora a percorrere la Sardegna intera.
Un itinerario affascinante, non a bordo di un veicolo che ingabbia e separa dal paesaggio ma in groppa ad un cavallo.

Un viaggio lento e accurato, nella sua essenza più profonda: conoscere per capire.

Le descrizioni ci offrono oggi un suggestivo spaccato sui nostri luoghi, una antica e preziosa testimonianza di come appariva il nostro Territorio ad un viaggiatore forestiero dei tempi trascorsi.

La prima tappa ci porta a Burcei, il paese montano che oggi costituisce l’area del Campidano di Cagliari appartenente al nostro GAL.


Non lontano dal punto in cui il torrente dei Sette Fratelli descrive un angolo, per scorrere verso est nella regione del Sarrabus, c’è il piccolo villaggio di Burcei, nato solo da pochi anni, o che comunque ha ricevuto un po’ di vita per le iniziative di Giacomo Alessio Vichard, cavalier di Saint Real, ex intendente generale di Cagliari.

Questo funzionario illuminato ci andava a passare qualche giorno, ed è allora che introdusse a Burcei diverse colture, tra le quali la patata, che riuscì a meraviglia; tutto ciò è di estrema utilità per i poveri abitanti di una regione montuosa che non produce nessun altro cereale al di fuori dell’orzo.

Dal villaggio si raggiunge la capitale seguendo un cammino piuttosto faticoso…



Longhi M. G. (a cura di, 1997), Alberto Della Marmora, Itinerario dell’Isola di Sardegna, Vol. I, Ilisso, Nuoro, p. 195


Titolo originale: Itinéraire de l’Ile de Sardaigne, pour faire suite au Voyage en cette contrée, tome I-II, Turin, Fréres Bocca, 1860.