imagealt

Rassegna stampa di martedì 21 aprile

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio

Un’insegnante di Siurgus Donigala e suo marito architetto-designer hanno inventato un gioco da tavola sulla Divina Commedia. Una modalità creativa per stimolare i ragazzi a studiare divertendosi;

Villaputzu: ieri mattina sono ripresi i lavori per la messa in sicurezza delle strade danneggiate dall’alluvione del 2018. L’intervento era stato interrotto a causa dell’emergenza COVID-19;

San Vito: il Comune stanzia un contributo complessivo di tremila euro da destinare a tre associazioni di volontariato;

Senorbì: ieri mattina, in via Brigata Sassari, un albero è caduto a causa del forte vento. Nessun danno e nessun ferito.
(Pag. 30)

Altre notizie

Migliaia di domande nel primo giorno dell’operazione liquidità promossa dal Governo per le imprese che si sono trovate in difficoltà a seguito dell’emergenza coronavirus;

A livello regionale, il decreto imprese sta per arrivare in Consiglio per l’intervento «di sistema» a sostegno dell’economia sarda;

I Commercialisti segnalano difficoltà interpretative sulle normative che prevedono un sostegno rivolto a famiglie e lavoratori;

Per reagire alla crisi molte aziende sarde stanno riconvertendo le produzioni in beni come mascherine o protezioni in plexiglas;

L’imprenditrice Anna La Robina racconta l’iniziativa del gruppo Facebook “I ristoratori sardi”, nato una settimana fa con l’idea di creare una rete di comunicazione e di confronto tra tutti i ristoratori locali. In pochi giorni quasi 2.000 adesioni da più settori lavorativi e da ieri il gruppo ha convertito il proprio nome in “Noi imprenditori sardi”.
«Il gruppo è nato perché abbiamo tante richieste da presentare agli organi competenti. Abbiamo bisogno di provvedimenti urgenti».
Un gruppo di professioniste nel settore legale e contabile che ha deciso di sposare il progetto dando il proprio contributo a titolo gratuito. «Coadiuvata da queste professioniste sto mettendo nero su bianco una serie di richieste per tutelarci. Siamo convinte che se ci riuniamo tutte insieme possiamo farci ascoltare»;

L’analisi della crisi e gli scenari per il post-COVID19 nell’intervista a Marina Calderone, Presidente nazionale dei Consulenti del Lavoro: «Per risolvere i problemi degli imprenditori servono contributi a fondo perduto, che possono arrivare solo dal contesto comunitario. I finanziamenti, utili nella prima fase post emergenza, creano solo un ulteriore indebitamento, difficile da ripianare in assenza di lavoro»;
(pagg. 2 – 5)

Le riflessioni dello storico e scrittore Paolo Fadda sul post-COVID19: progettare la ripresa attraverso la messa in campo di risorse ed energie, approntando interventi capaci di colmare e superare arretratezza istituzionale e forti diseguaglianze territoriali (pag. 10).