imagealt

Rassegna stampa di lunedì 11 gennaio 2021

Oggi sull’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Campidano di Cagliari

Dopo oltre vent’anni ora c’è un progetto ed uno stanziamento certo (37 milioni di euro) per realizzare un tracciato di circa 17 chilometri. Tre anni fa le amministrazioni comunali di Maracalagonis, Sinnai e Burcei votarono a favore di quest’opera. “Il nostro obiettivo -dice il Sindaco di Burcei, Simone Monni -è quello di far diventare il nostro paese baricentrico all’interno di un territorio straordinario fra il Sarrabus e l’area metropolitana. Il sogno? Creare con la strada un indotto turistico, ambientale e culturale per il quale stiamo già lavorando […]” (pag. 37).

Trexenta

Dopo alcune settimane di preoccupazione, a Senorbì calano i contagi da coronavirus. “Il monitoraggio e continuo così come l’attività di screening da parte delle autorità competenti” -dichiara il sindaco Alessandro Pireddu (pag. 38).

Altre notizie

Covid-19: Vaccinazioni nell’Isola

Tutti i centri vaccinali nell’Isola sono andati bene, hanno lavorato a pieno ritmo e le dosi a disposizione, circa 19.000, sono state tutte utilizzate (il 30% da parte, destinate al richiamo). Il nuovo carico di vaccini per la Sardegna -altre 16.380 dosi- atteso per oggi non arriverà, la consegna slitta di 48 ore (pag. 3).

Sardegna in “fascia gialla”

La Sardegna da oggi e sino a venerdì darà in fascia gialla. Un “giallo rafforzato”: sono vietati gli spostamenti verso altre regioni se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Permane il coprifuoco tra le 22 e le 5. Durante la giornata sarà possibile circolare liberamente all’interno della propria Regione. Riaprono bar, pasticcerie, gelaterie, ristoranti, negozi e centri commerciali. Il Governo sta ipotizzando una stretta contro la movida a partire dal prossimo fine settimana (pag. 5).

Deposito rifiuti nucleari

Mercoledì 13 p.v. si terrà l’assemblea dei sindaci sardi, nella sala congressi della Fiera in viale Diaz a Cagliari. La Regione non è stata resa partecipe delle decisioni, la Sogin parla ora in questa fase di “consultazioni pubbliche” da tenersi sui territori coinvolti, “ma i sardi la loro consultazione l’hanno già avuta con il referendum e la posizione è chiara […] in materia di rifiuti, di qualsiasi tipologia, la movimentazione deve essere basata sul principio di prossimità. La Sardegna è un’isola, che prossimità può avere con le regioni della Penisola?” – dichiara l’assessore regionale all’Ambiente Gianni Lampis, che giovedì prossimo parteciperà alla Conferenza delle Regioni e si prepara alla battaglia per ribadire il “No” all’ipotesi di stoccare i rifiuti nucleari nell’isola (pag. 6).