imagealt

Rassegna stampa di giovedì 15 ottobre

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio

Trexenta

Class-action contro la decisione del Governo di escludere dall’elenco delle aree con effettivi svantaggi naturali i terreni agricoli di alcune aree della Trexenta: gli agricoltori di Senorbì hanno deciso di quotarsi per pagare le spese necessarie ad impugnare il decreto ministeriale con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, gli agricoltori di Ortacesus hanno scelto invece di rivolgersi al Tar (pag. 29).

Altre notizie

Agricoltura

L’assessora regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, ha firmato un decreto con il quale viene prorogata al 16 novembre la scadenza per la presentazione delle domande di sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del Partenariato Europeo per l’Innovazione (PEI) in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura, sottomisura 16.1 del Programma di Sviluppo Rurale (pag. 15);

Consumi e crisi Covid

L’analisi del Prof. Vittorio Pelligra, docente di Politica economica all’Università di Cagliari: «Due elementi entrano in gioco: uno oggettivo, ovvero la minore capacità di spesa, -6%, dovuta a un impoverimento causato dalla riduzione dei redditi, e un altro più soggettivo, cioè la paura dei consumatori che quanto hanno già vissuto la scorsa primavera possa tornare adesso che l’emergenza sanitaria Covid è di nuovo alta.
Se non si conosce lo scenario dei prossimi 3-4 mesi è evidente che tutti gli acquisti che si possono rimandare vengono rimandati
» (pag. 17);

Superbonus sui lavori di riqualificazione energetica degli edifici

A partire da oggi sarà possibile cedere il credito d’imposta del 110% a banche e imprese.
Alberto La Barbera, Ordine degli ingegneri Cagliari «Tutto il sistema sta partendo in forte ritardo rispetto al varo della legge. Servono numerosi passaggi burocratici che non possono essere fatti in breve tempo, anche se ora abbiamo sicuramente il quadro normativo ben delimitato entro il quale ci si deve muovere con la massima rapidità se si vogliono concludere i lavori entro la scadenza fissata al dicembre 2021. Termine a portata di mano per i piccoli edifici» (pag. 15).