imagealt

Rassegna stampa di giovedì 10 settembre

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio

Sarrabus

La descrizione dei paesaggi, delle tradizioni culturali, delle tipicità gastronomiche della zona, con un focus particolare su San Vito e Villaputzu (Inserto allegato al quotidiano);

Trexenta

Terminati a Senorbì i lavori di realizzazione della nuova copertura del palazzo municipale, dotata di impianto fotovoltaico.
Secondo la relazione preventiva su costi e benefici effettuata dall’ufficio tecnico è previsto un risparmio annuale di 10mila euro, che consentirà al Comune di recuperare in cinque anni l’investimento iniziale, pari a 50mila euro.
L’assessore ai Lavori pubblici, riferendosi alla produzione ecosostenibile: «Il nostro obiettivo è dotare di energie rinnovabili anche gli edifici scolatici» (pag. 28);

Campidano di Cagliari

Giovanna Zuncheddu, Sindaca uscente del Comune di Burcei che non si ricandiderà, descrive le iniziative messe in atto per la scuola. Una in particolare è mirata all’abolizione della plastica con l’acquisto di bottiglie termiche che saranno consegnate all’inizio dell’anno.
«Nel corso del mio mandato amministrativo – ha scritto Giovanna Zuncheddu – si è sempre lavorato in sinergia con le istituzioni scolastiche al fine di garantire un miglior servizio scolastico ed educativo. Si è intervenuti per la sistemazione degli edifici, per il rinnovo degli arredi, per l’acquisto di computer portatili, di nuovi libri, oltre che con il finanziamento di diversi progetti sia per la scuola primaria sia per quella secondaria» (pag. 28).

Altre notizie

Lavoro

I Centri per l’impiego della Sardegna sono pronti a riaprire dopo la chiusura imposta per il contenimento della pandemia.
Gli uffici centrali e periferici dell’Agenzia regionale per le politiche attive per il lavoro (Aspal) saranno accessibili dagli utenti e dai rappresentanti delle imprese a partire dalla mattina di lunedì prossimo, dopo aver fissato un appuntamento. gli appuntamenti richiesti saranno programmati solo in caso di reale necessità. La ripresa delle attività sarà graduale e continuerà ad essere privilegiata l’operatività “da remoto” (pag. 17).