Responsive image

Rassegna Stampa

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. In sicurezza le “torri faro” del campo. Via al potenziamento degli impianti sportivi del paese. Tra i primi interventi in programma c’è la messa in sicurezza delle “torri faro” del campo da calcio. Il progetto esecutivo da 126 mila euro è appena stato approvato dalla Giunta comunale e prevede, appunto, sia la messa in sicurezza che il potenziamento dell’illuminazione delle torri. Le risorse per l’intervento sono arrivate grazie ad un contributo destinato ad opere pubbliche per l’efficientamento energetico (30 mila euro), alla Regione Sardegna (60 mila euro, fondi per le calamità naturali) e al bilancio comunale (36.500 euro). Ulteriori interventi sugli impianti sportivi sono inoltre stati inseriti all’interno del programma triennale delle opere pubbliche. (pag. 34)

Altre notizie

Turismo, sulle ali del Green pass. Arriva il Green pass, il certificato che serve per viaggiare. Il mondo del turismo guarda all’estate ma soffrono le località frequentate dagli inglesi, Alghero in testa: l’Italia è nella black list. Intanto si aprono le prenotazioni per i vaccini anche agli over 40, la Sardegna ultima per dosi somministrate rispetto a quelle ricevute. Domani hub aperti dalle 19 alle 24 per l’Open day. (Prosegue dalla prima alle pagine 2, 3, 4, 5)

La Sardegna del vino ha 200 tesori nascosti. L’Isola ha oltre duecento vitigni autoctoni quasi dimenticati, una biodiversità con pochi eguali al mondo. Assoenologi Sardegna è impegnata nella riscoperta di alcune delle varietà che rischiano di scomparire, come il Nasco, la Malvasia di Cagliari, la Barbera sarda e l’Arvisionadu. Un piano per riscoprire i vini della tradizione e far conoscere territori bellissimi ma fuori dai consueti flussi turistici. (Prosegue dalla prima a pagina 11)

Tutela dell’ambiente in Costituzione, primo sì al Senato. ROMA. La tutela l’Ambiente e degli animali finirà nella Costituzione, anche nell’interesse delle future generazioni. Almeno questo è l’obiettivo dopo il via libera della Commissione Affari costituzionali del Senato al disegno di legge di modifica degli articoli 9 e 41 della Carta fondamentale dello Stato. Gli ambientalisti Finalmente, dicono non solo ambientalisti e animalisti, ma anche la maggioranza di governo, auspicando che ora il testo vada velocemente in Aula. (Pag. 13)

Seminario con Google. Proseguono le iniziative della Camera di commercio di Cagliari in collaborazione con Google, partner del progetto “Eccellenze in Digitale” il cui obiettivo è far crescere le competenze dei propri lavoratori. L’edizione 2020-21 supporta i settori più colpiti dalla crisi pandemica: il turismo, l’accoglienza, la ristorazione e il commercio locale. Il prossimo evento, previsto il 26 maggio, sarà dedicato all’advertising. (pag. 19)

Bando “Close the Gap”. Destinatari del progetto “Close the Gap” sono 90 neodiplomati e diplomandi sardi degli Istituti Tecnici degli indirizzi “Amministrazione, finanza e marketing” e “Turismo”, e degli Istituti Professionali dei Servizi per l’Enogastronomia residenti in Sardegna. Per loro ci saranno altrettante borse di studio per viaggi all’estero. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Anci Sardegna.  (pag. 19)

Fondi per l’agricotura. Finanziamenti a fondo perduto e a tasso agevolato. Sono le opportunità per le aziende agricole che intendono affacciarsi per la prima volta o rafforzare la propria dimensione internazionale. Sarà l’argomento del nuovo appuntamento dell’Aratro, la rubrica online del movimento dei Giovani di Coldiretti Sardegna in programmazione oggi dalle 11,30 nella pagina Facebook Coldiretti Giovani Impresa Sardegna.  (pag. 19)

Webinar sull’ecologia. La sostenibilità ambientale, le sfide della transizione ecologica, il cambiamento del modello di sviluppo e dell’innovazione digitale. Sono i temi che verranno affrontati nell’incontro on-line organizzato da Ucsi Sardegna per sabato 22 maggio dalle 9,30 alle 11. L’appuntamento è sulla piattaforma Zoom e sulla pagina Facebook dell’Ucsi Sardegna. Maggiori informazioni su ucsi.sardegna@gmail.com. (pag. 19)

“Emilio Lussu, il processo. Quella sera in Piazza Martiri.” Grande etica. Interno notte. Fine ottobre del 1926. Emilio Lussu, l’avvocato Lussu, è nello studio in piazza Martiri a Cagliari. Un gruppo di fascisti mette a repentaglio la sua incolumità, un assalto in piena regola per colpire uno dei simboli dell’opposizione al regime. Il cavaliere dei Rossomori reagisce, esplode un colpo di pistola. Un giovane in camicia nera perde la vita. Da questo momento drammatico, che ha profondamente condizionato la vita del leader del sardismo, prende le mosse “Emilio Lussu, il processo” diretto da Gianluca Medas e prodotto dalla Zena Film di Massimo Casula. Enrico Lo Verso è colui che Francesco Masala, in modo molto evocativo, ha definito un “capotribù nuragico”. (pag. 50)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

San Vito. Nuovo asfalto in dieci strade. Nuovo asfalto in dieci vie del paese. I lavori, iniziati a metà aprile, sono terminati pochi giorni fa «e adesso le strade di San Vito – ha sottolineato il sindaco Marco Antonio Siddi – hanno un nuovo look». I lavori, per un importo complessivo di 250mila euro, hanno interessato le vie Trieste, Veneto, Martini, Da Vinci, Angioj, Roma, Torino, Emanuele Pili, Giua e via delle Rondini. Un intervento necessario, quello della giunta guidata da Siddi, per mettere in sicurezza e ridare decoro ad una parte del centro abitato che però non ha trovato del tutto il favore dell’opposizione. (pag. 29)

Villaputzu. Campo estivo nel vecchio asilo. Un campo estivo nei nuovi locali del vecchio asilo per inaugurare un’estate all’insegna dell’allegria. (…) Il Grest si terrà dal 5 al 17 luglio dalle 8.30 alle 12.30 nel nuovo oratorio parrocchiale di via XX Settembre. Per informazioni contattare direttamente don Franco (3343588771) o suor Lirie (3884447341). (pag. 29)

Gerrei

Escalaplano. I banchi della chiesa sistemati dai volontari. Un gruppo di volontari si è messo a disposizione della parrocchia di San Sebastiano, guidata da don Pietro Sabatini, per riqualificare i banchi. Le vecchie panche sono state interamente messe a nuovo. La formica è stata sostituita con il legno, si è proceduto poi alla levigatura, anche le basi in metallo sono state riverniciate e i banchi traballanti sono stati messi di nuovo in equilibrio. Il gruppo di volontari è composto da: Marco Cotza, Tito Podda, Walter Murgia, Antonello Agus, Marco Prasciolu, e dal falegname in pensione Angelo Zedda. (pag. 30)

Trexenta

Siurgus Donigala. Maria Casula festeggia 101 anni. Grande festa per maria Casula, la nonnina di Siurgus Donigala che ieri ha compiuto 101 anni. È nata il 18 maggio 1920 a Donigala (sette anni prima della fusione con Siurgus), lo stesso giorno in cui in Polonia è nato Karol Jozef Wojtyla, eletto papa nel 1978. «Sono sempre stata felice di festeggiare il compleanno insieme a papa Giovanni Paolo II», dice la nonnina, molto religiosa. Nel 1941 si è sposata con Angelo Puddu, agricoltore, scomparso nel 1973. (pag. 30)

Altre notizie

Vaccini, la rincorsa dell’Isola. Vaccini, la Sardegna fatica a stare al passo con il resto del Paese. Ats giustifica il ritardo con la transizione dal portale regionale a quello di Poste italiane e annuncia un Open Day sino alle 24 per venerdì e sabato. Sullo sfondo le accuse ai medici di famiglia, che replicano. Da oggi, intanto, coprifuoco alle 23. L’Isola punta al bianco dal 1° giugno. Ieri 61 nuovi contagi. (Prosegue dalla prima alle pagine 2, 3, 4, 5)

Venerdì e sabato c’è l’Open Day. Hub aperti sino a mezzanotte. Anche la Sardegna avrà il suo Open Day per i vaccini anti covid dopo gli eventi felicemente realizzati in altre regioni con migliaia di persone che si sono presentate per ricevere la prima dose. Venerdì e sabato dalle 19 alle 24 porte aperte per le somministrazioni nei due hub della Fiera di Cagliari e nei centri allestiti a Sassari, nelle sede di Promocamera, Olbia, alla periferia della città sulla 125, e Alghero, al Mariotti. Questo primo Open Day è rivolto ai cittadini con un età dai quarant’anni in su. Ieri sera lungo confronto tra le strutture dell’Ats e dell’assessorato della Sanità per mettere a punto gli aspetti organizzativi dell’atteso appuntamento. (pag. 3)

Enti locali, riforma ad alto rischio di impugnazione. Il rischio è concreto. La riforma degli Enti locali che ha accontentato un po’ tutte le forze politiche in Consiglio regionale potrebbe essere impugnata. Ci sono interlocuzioni tra uffici ministeriali che non promettono niente di buono e la Regione è informata, in particolare l’assessore agli Enti locali Quirico Sanna. Per il dipartimento Riforme istituzionali che fa capo alla presidenza del Consiglio, la legge che porta a sei le Province e a due le Città metropolitane «presenta profili di illegittimità costituzionale per il contrasto dell’articolo 6 con il 43 dello Statuto speciale e dell’articolo 7 con gli articoli 1, 3, 5 e 114 della Costituzione». (pag. 9)

Ripensare le vacanze. Il futuro del turismo, con le riflessioni sui cambiamenti del settore legati all’emergenza in atto, sarà il tema al centro dell’incontro di oggi alle 11, organizzato da Unicredit in collaborazione con Federturismo Confindustria. Per partecipare all’evento “Tourism Experience” occorre collegarsi su www.unicreditevents.webex.com (pag. 15)

Coop di forestazione: indennizzi più vicini. Passerà al vaglio di Laore, sugli attuali valori di mercato dei terreni e dei grandi compendi immobili restituiti alla Regione, la strada per poter ottenere i sospirati indennizzi legati ai miglioramenti fondiari realizzati negli anni da parte delle coop di forestazione “Mediterranea 94” di Domusnovas (stimati in 2 milioni di euro) e “Is Truiscus” di Teulada (circa 1,3 milioni), da tempo in crisi e piene di debiti. Servirà invece l’avallo dell’assessorato regionale all’Ambiente (un’urgente richiesta di incontro verrà inviata oggi) per formalizzare l’accordo già sancito con Forestas per l’acquisizione dei 15 soci rimasti nella coop domusnovese e dei 7 di Teulada. (pag. 16)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. Il Comune punta su turismo e nuovi servizi. Passa in Consiglio comunale, con il voto contrario dell’opposizione, il piano da quaranta milioni di euro di opere pubbliche da realizzare – secondo le intenzioni della maggioranza – entro i prossimi tre anni. Un piano illustrato dall’assessore ai lavori pubblici Alessia Follesa che fra le altre cose prevede per il 2021 il ripristino del molo interdetto del porto, il completamento della caserma della Guardia forestale e la viabilità turistica per una spesa pari a sette milioni di euro. Il programma Nel 2022 sono previste opere per altri quattro milioni di euro: marciapiedi a Santa Maria, un centro diurno per disabili, una comunità̀ integrata per anziani e il rifacimento impianti sportivi comunali. Ed infine per il 2023 una serie di opere imponenti per un totale di 29 milioni di euro. Tra le principali, la riqualificazione del lungomare di Porto Corallo e il recupero del compendio minerario di Baccu Locci (pag. 30)

Trexenta

Grano, un’annata segnata dalla siccità. Per trasformare un’annata appena sufficiente in almeno discreta servirebbe altra acqua. Si avvicina il periodo della mietitura e per gli agricoltori di quello che un tempo era considerato il “granaio di Roma” è già tempo di previsioni ponderate sulla quantità e soprattutto sulla qualità del prodotto che arriverà al mulino o verrà venduto direttamente ai privati. Le scarse precipitazioni degli ultimi tempi hanno rallentato la maturazione del grano, che a poche settimane dalla raccolta sembra comunque essere di buona qualità. Qualità e quantità Le spighe ingiallite di frumento duro presentano caratteristiche di tutto rispetto per quanto riguarda contenuto proteico, qualità del glutine, colore e peso specifico del chicco. (pag. 29)

«Costi alti per l’acqua irrigua». Non solo grano: in Trexenta ci sono centinaia di aziende che ogni anno coltivano erba medica, mais, soia, trifoglio e orti. Sarà un’annata terribile, a causa delle scarse piogge e dell’impossibilità di affidarsi all’irrigazione artificiale. «Paghiamo profumatamente l’acqua, eppure siamo sempre all’asciutto», protesta Alessio Ghiani, imprenditore di Guasila. (pag. 28)

Suelli. Nuovi loculi, al via i lavori in camposanto. Nuovi loculi e interventi di messa in sicurezza: proseguono i lavori per la riqualificazione del cimitero di Suelli. L’amministrazione comunale, dopo aver concluso il primo lotto dei lavori (spesi 150mila euro), ha stanziato altri 150mila euro per il camposanto. Il progetto complessivo prevede la sistemazione di camminamenti, bagni, pavimentazione e dell’arredo con il posizionamento di nuove panchine. Oltre ai nuovi loculi, sono stati realizzati interventi di abbattimento delle barriere architettoniche. L’impianto idrico è stato rimesso a nuovo e il cancello dotato di apertura e chiusura automatica. 

Altre notizie

Sardegna verso la zona bianca. L’Isola riprende a vivere in zona gialla ma si dirige a grandi passi verso la bianca. Addirittura dal primo giugno: questo è emerso dalla Cabina di regia che si è riunita anche per decidere le prossime aperture. Da domani coprifuoco alle undici di sera. Ieri nell’Isola 23 contagi (dato più basso da agosto). Inchiesta sui furbetti del vaccino: sospetti su 50 cagliaritani. (Prosegue dalla prima alle pagine 2, 3, 4, 5)

Solo 23 casi, come a metà estate 2020. Da numeri da zona rossa a indici da zona bianca in sette settimane. E’ il percorso della Sardegna che, nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, registra solo 23 nuovi casi, un dato che rimanda ai numeri della metà dell’agosto 2020, quando ancora si accennava alla seconda ondata. In totale sono stati eseguiti 1.248.965 tamponi, per un incremento complessivo di 4.884 test rispetto al dato precedente, per un tasso di positività dello 0, 47%. Dopo quota zero di ieri, però, ci sono quattro nuovi decessi (1.437 in tutto), mentre prosegue il calo dei ricoverati, 250 in tutto: 211 (-1) nei reparti non intensivi, mentre resta invariato (39) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.991 e i guariti sono complessivamente 40.477 (+189). Sul territorio, dei 56.155 casi positivi complessivamente accertati, 14.667 (+5) sono stati rilevati nella Città metropolitana di Cagliari, 8.531 (+2) nel Sud Sardegna (pag. 3)

Peste suina, è flop: scontro tra i partiti. Il regolamento Ue di aprile sulle misure di controllo della Psa classifica la Sardegna in terza categoria di rischio, quella riservata alle aree con più marcata presenza del virus e quindi sottoposta a maggiori vincoli commerciali. In una nota il Pd scrive che si tratta di «un drammatico passo indietro rispetto a quanto ci si poteva ragionevolmente spettare a seguito dell’eradicazione attuata tra il 2015 e il 2018». Evidentemente, «qualcosa non ha funzionato e chi doveva seguire e accompagnare presso il ministero e la Commissione Europea l’evoluzione verso il nuovo regolamento, non l’ha fatto». D’altra parte, «in questi ultimi due anni è stato palese il totale disinteresse del presidente Solinas e della Giunta, come anche l’opera di esautoramento del ruolo dell’Unità di Progetto operato dall’assessorato alla Sanità». In totale disaccordo il capogruppo della Lega in Consiglio regionale Dario Giagoni (pag. 7)

I giovani e l’ambiente. Il valore della sostenibilità ambientale ed economica per i giovanissimi” è il titolo del seminario online promosso dal Consiglio nazionale dei giovani e che si terrà il 31 maggio alle17 su Webex (è necessario registrarsi tramite EventBrite). Organizzato dal Museo del risparmio. (pag. 15)

Startup Italia nell’Isola. Al via il 21 maggio da Cagliari “StartupItalia, #SIOS2021 Sardinia”. Verrà presentata la prima edizione dello Startup & Technology Trends 2021, con una fotografia dedicata all’ecosistema innovativo sardo con i numeri delle startup locali, i settori e i loro protagonisti. Tutte le informazioni su https://2021-sardinia.startupitaliaopensummit.eu/agenda/ (pag. 15)

Turismo e Covid, al via le lezioni. Essere pronti a cogliere i cambiamenti del mercato turistico per adottare un aggiornamento dell’offerta in piena sintonia con le esigenze delle varie tipologie di clientela. Questo lo scopo dell’Ente bilaterale turismo Sardegna, organizzazione che si appresta a dare il via a venti corsi gratuiti. Attività di formazione candidate a diventare punto di riferimento per un comparto piegato dalla crisi causata dal Covid-19. (…) Tutte le attività si svolgeranno in modalità telematica e sono rivolte a imprenditori, amministratori, dipendenti e collaboratori del comparto turistico. Per iscriversi sarà sufficiente visitare il sito ebtsardegna.org. Previsti anche dei voucher da 250 euro per chi sceglierà di seguire i corsi di lingua o di informatica. (pag. 16)

Premio Emilio Lussu .Anteprima del festival Premio Emilio Lussu 2021 con gli scrittori Francesco Barilli e Massimiliano Talamazzi che giovedì alle 18.30 presenteranno in streaming “Fausto e Iaio”, sulle pagine Facebook del Premio Lussu e della Cooperativa Letteraria e sul canale YouTube dedicato al festival. (pag. 49)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Ortacesus. «Pulizia del paese complicata a causa delle poche risorse in cassa». A Ortacesus la maggioranza consiliare replica alle accuse dell’opposizione sul tema decoro urbano. «Stiamo agendo per la pulizia del paese, seppure con le difficoltà dovute alle poche risorse economiche e tecniche», dice la sindaca Maria Carmela Lecca. È complicato trasportare i rifiuti dalla strada al punto di raccolta, a causa della mancanza di un mezzo di trasporto di proprietà comunale. «Eredità questa, lasciata dalla precedente amministrazione», continua Lecca, che annuncia la costituzione dell’albo dei volontari civici. «Questa settimana verrà convocato il Consiglio per l’approvazione del regolamento». (pag. 37)

Altre notizie

Sardegna in giallo, un nuovo inizio. Si riparte, da oggi. La Sardegna in zona gialla può finalmente mettere in mostra i sui tesori, dalle coste ai musei, dai centri interni alla riconosciuta ospitalità. In attesa, scontato, che i turisti arrivino visto che finora, sottolineano gli operatori, prenotazioni ce ne sono poche. Aiuterà la caduta dell’obbligo di quarantena per chi arriva da Ue e Paesi Schengen e aiuterà il pass verde anche per gli spostamenti tra regioni, visto che da oggi può sbarcare nell’Isola senza bisogna di giustificazione chi risiede in un’altra regione gialla (tutte tranne la Valle D’Aosta). Oggi però sono fissate due riunioni importanti che possono portare ulteriori allentamenti. I due vertici. Oggi incontro Cabina di regia-Governo per fare il tagliando alle restrizioni in vigore. Sul tavolo il posticipo del coprifuoco, alle 23 o più probabilmente a mezzanotte, a partire dal 24, la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana (probabilmente già dal 22) e quella per la ripartenza del settore dei matrimoni e delle cerimonie (forse il 15 giugno). Ma sempre oggi si svolge l’incontro tra regioni, Istituto superiore di Sanità e ministero in cui dovrebbe arrivare il via libera ai nuovi parametri per l’attribuzione delle fasce. (pag.3) 

Nessun decesso Covid, nell’Isola non accadeva da metà marzo. Per la prima volta da metà marzo in Sardegna non si registrano nuovi decessi (1.433 in tutto). Una buona notizia che si aggiunge al calo dei casi di positività accertati in Sardegna nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi, “solo” 33. Ma complessivamente sono stati solo 1.478 i tamponi effettuati, per un tasso di positività del 2,2%. Continua il calo della pressione negli ospedali dove sono ricoverate 212 (-6) persone attualmente in reparti non intensivi, mentre sono 39 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.150 e i guariti sono complessivamente 40.288 (+91), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 10. Sul territorio, dei 56.132 casi positivi complessivamente accertati, 14.662 (+16) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.529 (+2) nel Sud Sardegna (pag. 3)

Da L’Unione Sarda del 16.05.2021

Bonus vacanze al 2022. Cambia la data di scadenza del bonus vacanze: sarà valido fino a giugno 2022 invece che al 31 dicembre 2021. Il voucher, fino a 500 euro, potrà essere speso in soggiorni in Italia presso villaggi turistici, hotel, campeggi, b&b e agriturismi. L’emendamento del ministro del Turismo prevede la possibilità di cedere il bonus alle agenzie di viaggio e di poterne usufruire più di una volta per strutture e periodi diversi.

Prezzi ok, stop alle pratiche sleali. Per ogni euro speso dai consumatori per l’acquisto di alimenti, meno di 15 centesimi in Italia vanno a remunerare il prodotto agricolo. Un’ingiustizia, anzi di più, una pratica sleale che ha sempre pesato sul settore agricolo made in Italy, all’interno del quale la voce dei coltivatori sardi si è fatta sempre sentire. Battaglia dopo battaglia alla fine i risultati sperati sembrano arrivati: la recente approvazione definitiva della Legge di delegazione europea che stoppa queste illecite pratiche, frutto di distorsioni e speculazioni nella ripartizione del valore, dovrebbe garantire una concorrenza più sana nel rispetto del lavoro degli agricoltori, finora strangolati da prezzi al di sotto dei costi di produzione. Un passo avanti «Una battaglia che abbiamo sempre combattuto a mani nude», afferma Battista Cualbu, presidente di Coldiretti Sardegna, organizzazione che nel febbraio del 2019, durante la protesta dei pastori aveva denunciato gli industriali che pagavano il latte sotto i costi di produzione, pratica vietata dall’articolo 62 della legge 1 del 2012. 

Da sito unionesarda.it

“A rischio i fondi Ue”: allarme per l’agricoltura sarda. Piana: “Sulla ripartizione dello stanziamento è in atto tra le Regioni uno scontro senza precedenti”. “Il futuro dei finanziamenti del Psr 2021-2022 per la Sardegna dipende dal Consiglio dei ministri del 21 maggio prossimo, l’Isola rischia di non vedersi riconoscere l’insularità e l’Obiettivo 1 già decisi a Bruxelles”. È l’allarme lanciato da Tore Piana, presidente del Centro Studi Agricoli. “Mai avremo immaginato che quasi alla scadenza delle domande di alcune misure, e con centinaia di istanze dei bandi 2016 ancora non pagate, non si sapesse ancora quanto spetta all’agricoltura sarda per il 2021 e 2022 – afferma –, sebbene siano fondi che l’Europa ha già concesso e liquidato all’Italia”. Per Tore Piana “sulla ripartizione dei fondi è in atto tra le Regioni uno scontro senza precedenti, da mesi, nel silenzio della politica sarda”. Da una parte le Regioni del sud e dall’altra quelle del nord, con cui stavolta è schierata anche la Sardegna. “L’Isola rischia non meno di 150 milioni di euro in due anni – denuncia – perché la cosiddetta Pac Ponte non le riconosce né l’Obiettivo 1 né l’insularità, che valgono circa 75 milioni all’anno”. Quello in Consiglio dei ministri potrebbe essere l’ultimo atto dello scontro che si trascina senza soluzione nella conferenza Stato-Regioni.

Turismo, numeri spaventosi: “Nel 2020 perse 233 milioni di prenotazioni”. Federalberghi: “La pandemia ha causato un calo con punte fino all’80%”. Nuovi, sconfortanti numeri arrivano a confermare quanto il settore turistico italiano sia stato messo in ginocchio dalla pandemia di Covid-19. A snocciolarli è stato il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, nel corso della 71esima assemblea di Federalberghi a Roma:  “I dati ufficiali rilevano che il 2020 si è chiuso con una perdita di 233 milioni di presenze, equivalente ad un calo medio del 53,4%, con punte in alcune località oltre l’80%”, ha detto Bocca.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. Consulta. Nasce la consulta giovani. Entro la prossima settimana si terrà la prima assemblea in streaming. Potranno partecipare tutti i cittadini di età compresa fra i 16 e i 40 anni. (pag. 30)

San Vito. Concorso. Via al concorso per l’assunzione di 2 vigili a tempo parziale e indeterminato. In 14 hanno superato la prova preselettiva. L’esame finale è in programma il 18 maggio nella palestra comunale. (pag. 30)

Gerrei

Escalaplano. Un asilo più bello e fruibile: al via la progettazione definitiva. La scuola per l’infanzia di Escalaplano si rifarà il look. Il Comune ha affidato l’incarico per la progettazione definitiva dell’edificio. Il progetto prevede la realizzazione di diversi lavori di completamento della scuola con il rifacimento di tutte le pareti esterne, il tetto, la recinzione, la sistemazione del verde e la separazione, con elementi prefabbricati colorati, dell’area a disposizione dei bambini da quella di servizio (locali mensa, caldaia e manutenzioni). (pag. 29)

Trexenta

SenorbìSuelli. A Senorbì un solo positivo e Suelli torna a quota zero. Contagi in calo in Trexenta: dopo tanto tempo i paesi della zona riscoprono la tranquillità. A Senorbì c’è solamente un caso di positività. Un bel sospiro di sollievo per la cittadina che, nel periodo più difficile, aveva raggiunto quota 48 positivi. Ma non è comunque il momento di abbassare la guardia. (…)  Domenica, nella palestra comunale in via Nenni, si terrà la somministrazione delle prime dosi dei vaccini agli ultrasettantenni secondo il programma deciso in base ai cognomi: alle 9 da Addari a Cuccu, alle 10 da Cugusi a Marongiu, alle 11 da Marras a Puddu, alle 12 da Pusceddu a Zuncheddu. Suelli invece è nuovamente Covid-free. (…) (pag. 29)

Ortacesus. «Paese poco pulito», l’opposizione all’attacco. Pulizia dell’abitato: a Ortacesus insorge l’opposizione. Il gruppo “Ricostruire Ortacesus” giudica negativamente il lavoro svolto dalla maggioranza consiliare in relazione al decoro urbano. «(… ) A sei mesi dall’insediamento della nuova amministrazione comunale guidata dalla sindaca Maria Carmela Lecca, l’opposizione critica le capacità gestionali della maggioranza sulla questione pulizia dell’abitato. (…) La sindaca Lecca ha annunciato per oggi una replica alle critiche. (pag. 30)

Altre notizie

La Sardegna torna in zona gialla. La Sardegna torna “gialla”. Oggi la comunicazione ufficiale, il nuovo regime sarà in vigore da lunedì. Contagi in calo: ieri un decesso e 72 casi su 4.677 test. Vaccini: prenotazioni rinviate per gli over 50: è polemica. Allarme alla raffineria di Sarroch: almeno 14 membri dell’equipaggio di una nave indiana presentano sintomi compatibili con il Covid-19. La petroliera resta in rada in attesa degli accertamenti della Assl. (continua dalla prima, alle pagine 2, 3)

Dati in miglioramento Ora lo scenario è più rassicurante. Contagi in ulteriore calo nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi della Regione. Si va consolidando la tendenza dei giorni scorsi con una curva in discesa. L’Isola appare decisamente proiettata in uno scenario più rassicurante. Sono stati rilevati 72 casi (nel precedente report erano 96) con un tasso di positività che raggiunge l’1,5% sulla base di 4.677 test. Il tragico bilancio delle vittime si aggrava con un’altro decesso, dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 1428. Migliora il quadro dei ricoveri negli ospedali con tredici pazienti in meno. C’è un nuovo ingresso nelle terapie intensive. Dei nuovi casi di covid, 24 sono stati rilevati nel Sud Sardegna, 16 rispettivamente nella Città Metropolitana di Cagliari e nella provincia di Nuoro. (pag. 2)

Vaccini, ora è attivo il nuovo portale ma non per i 50enni. Entra in servizio il tanto atteso nuovo portale per i vaccini anti-Covid nell’Isola, ma la partenza è zoppa. Da oggi non si potranno prenotare tutti i sardi over 50, ma soltanto quelli dai 57 anni in su. Inoltre vengono cancellate tutte le adesioni fatte nella vecchia piattaforma: chi si era iscritto e aspettava una chiamata per un appuntamento, ora dovrà registrarsi da capo e rimettersi in lista. Tra questi, migliaia di persone fragili e vulnerabili. (pag. 3)

Contributi ed esonero. Proroga dei contributi Inps per artigiani e commercianti: l’esonero da 3.000 euro per le partite Iva porterà al rinvio della scadenza del 17 maggio (il 16 è domenica) che ora slitterà al 20 agosto. (pag. 15)

Export, nuovi sbocchi. Il 20 maggio (dalle 10 alle 11.20) il webinar di Confindustria Sardegna sulla Corea del Sud che oggi rappresenta l’undicesima potenza economica al mondo e la quarta in Asia, dopo Cina, Giappone e India, nonché uno dei paesi più avanzati dal punto di vista tecnologico. (pag. 15)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. Il paese si prepara per l’estate. Massimo sforzo da parte dell’amministrazione comunale per arrivare all’inizio della stagione turistica con un paese curato e in ordine. Lo ha assicurato il sindaco Sandro Porcu: «In questi giorni – ha detto – tramite le ditte incaricate stiamo intervenendo con decisione sulla pulizia e sistemazione del verde pubblico, delle piazze e dei marciapiedi ed inoltre sul centro urbano e sui quartieri di Santa Maria e Porto Corallo». (pag. 30)

Trexenta

Senorbì. Pandemia. Dopo un lungo periodo di sofferenza a causa della diffusione del contagio, a Senorbì ora c’è solamente un caso di positività al Covid. (pag. 15)

Senorbì. Alla scoperta delle chiese di Cagliari. Storiche e modernissime, misteriose e sconosciute. Antioco Piseddu, natali a Senorbì, cittadino onorario di Lanusei (dove è stato vescovo per oltre un ventennio), ma cagliaritano a tutto tondo perché già parroco stampacino di Sant’Anna, è autore di una guida delle chiese di Cagliari in quattro volumi, il primo quasi introvabile, il secondo in distribuzione, gli altri due pronti per le stampe.(pag. 49)

Quattro milioni per valorizzare i boschi. In arrivo un sostegno ai territori interessati da gravi forme di deindustrializzazione, dalla presenza di cave dismesse, di impianti di incenerimento di rifiuti solidi urbani o di produzione di energia da fonte fossile. (…)  I Comuni beneficiari del finanziamento saranno 53 (i lavori dovranno iniziare entro il 31 maggio 2022): (…) 79.000 euro ad Arbus, Gonnosfanadiga, Santadi, San Vito, Siliqua, Teulada e Villaputzu; (…) 62.000 a Calasetta, Furtei, Giba, Masainas, Perdaxius, Sant’Anna Arresi, Silius, Tratalias e Villaperuccio; 56.000 a Ballao, Gadoni e Seulo; (…) (pag. 9)

Altre notizie

Più certezze per il turismo. La volontà di far ripartire il turismo c’è, non foss’altro perché è stato ripristinato l’apposito Ministero in un Paese che, con la Cina, ha il più alto numero di siti Unesco al mondo. Ma siccome non ci facciamo mai mancare nulla, insieme ai buoni propositi ci sono le difficoltà relative ai green pass. Andiamo con ordine. Vale la pena ricordare le parole del Presidente del Consiglio Mario Draghi. Nei giorni scorsi ha annunciato l’introduzione di un certificato verde nazionale a partire dal 15 maggio. Il documento permetterà ai turisti europei di visitare il nostro Paese e ai nostri concittadini di rientrarvi senza alcun obbligo di quarantena. Esso accerta l’esistenza di una di queste tre condizioni: aver completato la vaccinazione, essere guariti dal Covid con cessazione dell’isolamento, aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo. Nonostante una pagina dedicata alle domande più frequenti attivata dal Ministero, c’è ancora molta confusione. (segue dalla prima a pag. 12)

L’Isola sempre più in giallo con numeri da zona bianca. Tre giorni di fila sotto quota cento. La curva epidemiologica della Sardegna resta in quella zona che tempo fa l’aveva portata direttamente in fascia bianca, prima regione in Italia. L’Isola si avvicina a grandi passi nell’area gialla avendo numeri che la proietterebbero già in bianco, passaggio che non accadrà sicuramente prima di due settimane. L’Unità di crisi regionale ieri ha certificato 96 nuovi positivi. Che si aggiungono ai 31 di lunedì scorso e agli 83 di martedì. Non solo nuovi casi però, i guariti infatti sfondano il tetto dei 39.400, come dire che il 3,6% dei sardi è uscito dall’incubo Covid. E se da una parte continuano a svuotarsi di infetti gli ospedali, dall’altra parte ci sono purtroppo altri cinque decessi che portano a 1.427 le vittime del coronavirus da inizio pandemia. «Sono numeri molto, molto positivi ma è proprio questo il momento in cui dobbiamo stare ancora più attenti – predica l’epidemiologo Giovanni Sotgiu, dovente di Statistica medica all’Univesrità di Sassari – “Historia magistra vitae”, la storia è mastra di vita per cui quando si inizierà ad aprire anche nell’Isola non dimentichiamo quel che è successo in zona bianca e le conseguenze avute per quei comportamenti». (pag. 5)

La Sardegna entra nella bibbia mondiale dell’olio. L’olio prodotto dalla Monocultivar bosana, l’oliva sarda per eccellenza, è entrato nella guida Evooleum come uno dei 100 migliori extravergini al mondo. Il volume, edito dal gruppo iberico Mercacei in collaborazione con l’associazione spagnola dei Municipios del olivo, ha come scopo la valorizzazione delle migliori produzioni internazionali. «È un importante riconoscimento – dice Pasquale Manca, titolare del brand San Giuliano – che conferma ancora una volta che gli sforzi profusi fino ad ora dalla nostra azienda sono stati ben riposti». Formato da un solido team di professionisti, Mercacei integra autori che sono eminenti conoscitori del settore e si avvale di collaboratori da tutto il mondo. La giuria del concorso Evooleum, composta da 23 esperti altamente qualificati di diverse nazionalità, ha giudicato campioni di olio del raccolto 2020/2021 provenienti da tutto il mondo. (pag. 15)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. In arrivo i buoni spesa. Altri 30 mila euro per le famiglie in difficoltà economica a causa della pandemia. Le risorse potranno essere utilizzate dai residenti che ne faranno richiesta sotto forma di buoni spesa. Diversi i requisiti per la presentazione della domanda. Fra i principali occorre aver percepito nel mese di aprile un reddito inferiore a 690 euro o, nel caso di una famiglia di molti componenti, sino ad un massimo di 1440 euro. (pag. 31)

Trexenta

Suelli. I miti dei film nel murale della scuola. Gli eroi del cinema rivivono nella parete della scuola media di Suelli. Si è concluso il laboratorio “Start Gallery – Tour multidisciplinare nel mondo delle arti” realizzato dall’istituto comprensivo “Luigi Mezzacapo” di Senorbì, nella sede di Suelli. Gli studenti hanno realizzato un murale di 190 per 1000 centimetri in una delle pareti esterne dell’Istituto scolastico al fine di valorizzare, ornare e riqualificare lo spazio d’ingresso della scuola. Il progetto “Tutti a Iscol@” prevedeva anche un modulo di fotografia, video e tecniche di inquadrature (primo piano, primissimo piano, regola dei terzi). Gli studenti, dopo aver approfondito a lezione la storia del cinema, hanno manifestato la volontà di abbellire la scuola con un’opera grafico-pittorica ispirata ai loro film preferiti. (pag. 29)

Senorbì. Nel palazzo municipale guasti elettrici riparati. Tutti riparati i guasti elettrici nel Comune. È stato necessario intervenire d’urgenza per risolvere una serie di problematiche riscontrate nell’impianto di illuminazione pubblica e per l’installazione di linee dati per collegarsi a internet. Un guasto all’impianto elettrico è stato riscontrato nei giorni scorsi nel palazzo municipale, tanto da costringere il servizio tecnico del Comune a richiedere l’intervento di una ditta specializzata di Senorbì che ha immediatamente individuato la causa del malfunzionamento e ha provveduto a effettuare la riparazione. (pag. 29)

Altre notizie

«Un’estate sicura? Dipende da noi e dai vaccini fatti». «È un momento favorevole, in cui i casi sono in discesa, ma dobbiamo fare molta attenzione ai comportamenti. La possibilità di vivere un’estate tranquilla dipende da noi e dalla nostra capacità di affrontare con le dovute cautele un virus che non abbiamo ancora debellato».Roberta Siliquini, docente di Igiene all’Università di Torino, è stata dal 2008 al 2015 presidente del Consiglio superiore di Sanità. «Non riusciamo ancora a vedere la fine – spiega – di questo lunghissimo tunnel, intravediamo una luce debolissima grazie alle vaccinazioni che però non hanno ancora assunto il ritmo atteso. Dobbiamo arrivare ad almeno 5mila casi giornalieri. La curva dei contagi deve scendere ulteriormente». Che cosa è necessario fare ora? «Vaccinare tutte le persone fragili e fragilissime e mi pare che anche in Sardegna il traguardo sia ancora molto lontano. Sono categorie che sin dall’inizio non dovevano essere trascurate. E poi giungere a una percentuale di somministrazioni del 45-50% del totale della popolazione. In Paesi come Regno Unito e Israele con le vaccinazioni hanno ottenuto risultati straordinari». (pag. 4)

Santissima Trinità, prime dosi alle future mamme. La pioggia improvvisa non ha fermato l’entusiasmo delle future mamme che, ieri mattina, si sono presentate nel reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari per essere sottoposte alla vaccinazione anti Covid. «Le donne in gravidanza devono essere considerate categoria fragile e per questo devono essere ammesse alla somministrazione del vaccino», afferma con orgoglio Eleonora Coccollone, primaria del reparto e tra le prime in Italia ad aver dato il via alla loro immunizzazione. «Abbiamo iniziato con le donne incinte che lavorano nelle strutture sanitarie e hanno un fattore di rischio di contrarre una malattia grave legata alla gravidanza come diabete, obesità e ipertensione, queste possono essere complicanze pericolose per sviluppare il Covid. – spiega la dottoressa – È importante anche l’età, infatti, sopra i 35 anni la gravidanza è da considerarsi a rischio». (pag. 4)

Zone e parametri, nuove regole. Si va verso nuovi parametri che definiscono i colori delle regioni, a partire dall’Rt, forse già dal monitoraggio della prossima settimana, ma non c’è ancora l’accordo nella maggioranza su coprifuoco e riaperture, con il centrodestra in forte pressing per accelerare la ripartenza di tutti i settori ancora fermi e cancellare il rientro a casa alle 22 e l’asse LeU-Pd a ribadire la necessità di mantenere una linea di prudenza e gradualità nelle scelte in modo che le riaperture siano irreversibili, come lo stesso presidente del Consiglio Mario Draghi ha più volte ribadito. Il risultato del vertice di ieri a Palazzo Chigi è che non è ancora stata fissata la cabina di regia politica per il check alle misure in vigore, annunciato per metà maggio, ma è probabile che già venerdì si decida per il posticipo alle 23 del coprifuoco da lunedì prossimo. (pag. 5)

Oggi 83 contagi in più e quattro vittime. Calano i ricoveri. Contagi sotto controllo in Sardegna. Ieri ci sono stati 83 casi in più rispetto a lunedì, quando è stato toccato il minimo storico (31 nuovi casi) eguagliando la soglia raggiunta a fine febbraio pochi giorni prima dell’ingresso in zona bianca. Pur essendo sotto quota 100, l’Isola registra però anche quattro decessi (1.422 in tutto). Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale il totale dei casi di positività al Covid dall’inizio dell’emergenza sale dunque a 55.765 a fronte di 1.224.781 tamponi eseguiti, per un incremento complessivo di 5.776 test rispetto al dato precedente. Calano a 274 (14 in meno) i ricoverati in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 40 (uno in meno di lunedì) i pazienti attualmente in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono a ieri 14.916 mentre i guariti sono complessivamente 39.113 (+324). Sul territorio, dei 55.765 casi positivi complessivamente accertati, 14.585 (+11) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.440 (+16) nel Sud Sardegna. (pag. 5)

Ambiente e produzioni. Da oggi riprendono i webinar gratuiti organizzati da Confindustria Sardegna meridionale in collaborazione con il Conai. Si tratta di un percorso gratuito di aggiornamento sulle novità in campo ambientale, riservato alle imprese associate. Informazioni su www.assindca.it  (pag. 15)

Corsi sui rifiuti Raee. La camera di commercio di Cagliari, nell’ambito del progetto europeo “Life Weee” per il recupero dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), ha programmato due giornate formative gratuite (il 14 e 20 maggio). Per iscrizioni e maggiori informazioni consultare il sito camerale. (pag. 15)

Distretti rurali, strategie. Domani alle 16.30 su Zoom Pro si svolgerà il terzo dei sei webinar pubblici volti a definire la strategia del piano programmatico di distretto rurale. Iscrizione: www.distrettoruralesudsardegna.it o telefonare al 3452196197. (pag. 15)

L’Europa blocca i salumi sardi. Quintali di salumi diretti verso il Continente o l’Europa sono parcheggiati da ieri nei salumifici sardi. Fermi a causa della difficile interpretazione di alcune norme di controllo della peste suina previste dal regolamento di esecuzione della Commissione (UE) 2021/605, entrato in vigore il 21 aprile. Diverse aziende stanno subendo il massimo della pena: la sospensione del rilascio della certificazione sanitaria dei prodotti e, quindi, il blocco delle esportazioni. (pag. 16)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

San Vito. «Addio stipendio, vivrò d’arte». Diciotto anni da elettricista e sei da manutentore nei villaggi turistici di Costa Rei. Un lavoro sicuro a cui Stefano Pani, 43 anni, ha deciso di rinunciare per inseguire un sogno, quello che aveva sin da bambino: vivere grazie ai quadri e ai murales, la sua unica vera passione. Una decisione sofferta: «Non è mai facile – spiega Pani – dire di no a uno stipendio sicuro. Ci pensavo da un paio d’anni ma rimandavo sempre. Stavolta mi sono deciso: pochi giorni fa ho aperto la partita Iva e ora cercherò di guadagnarmi la pagnotta dipingendo murales». «Scelgo la libertà» La svolta agli inizi dello scorso mese, grazie ad un murale commissionatogli dal Comune di Muravera. Un murale imponente all’ingresso del paese, visibile anche a centinaia di metri di distanza. (pag. 30)

San Vito. Rischio idrogeologico, dal ministero in arrivo 450 mila euro. Un paese più sicuro grazie ad un intervento da 450 mila euro per limitare il pericolo frane. I soldi sono in arrivo dal “Fondo nazionale integrato per i Comuni montani” cui la giunta guidata da Marco Antonio Siddi si era rivolta nel 2019. «Con questo intervento di prevenzione del dissesto idrogeologico – spiega il primo cittadino – andiamo a proteggere il canale di guardia che si trova a monte del centro abitato. È previsto il rafforzamento del fronte roccioso. Un lavoro molto importante per la salvaguardia del canale e della pubblica incolumità che si concretizzerà presumibilmente nel 2022. Di certo quando si semina bene poi si raccoglie». (pag. 30)

Trexenta

Senorbì. L’hub vaccinale sarà nella palestra di via Nenni: adesione di massa dei medici della Trexenta. Tutti i cittadini di Senorbì che domenica 2 maggio hanno effettuato il richiamo del vaccino anti Covid-19 possono ritirare il certificato di avvenuta immunizzazione nell’ufficio anagrafe del Comune. In totale sono state vaccinate 250 persone, alle quali sono state somministrate entrambe le dosi di Pfizer. Intanto l’amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni di volontariato, sta raccogliendo i moduli per la somministrazione dei vaccini agli ultrasettantenni, fissata per questa domenica. (pag. 29)

Altre notizie

Vaccini, via con gli over 50. È a una svolta la campagna di vaccinazione in Sardegna. Da venerdì aperte le prenotazioni per gli over 50 attraverso il portale di Poste italiane. Domani, invece, sarà inaugurato l’hub di San Gavino, con una potenzialità di mille somministrazioni al giorno. Crollo dei contagi: ieri appena 31 su 4473 tamponi. Si registrano però altri due decessi. (continua dalla prima alle pag. 2, 3, 4, 5)

Case private, boom di richieste. Già il 20% di prenotazioni per case vacanza in Sardegna, nonostante l’incertezza Covid. Per Estay, società di gestione degli affitti per turisti nell’Isola nata a giugno 2018 dall’idea di cinque ragazzi sardi, è un buon segnale: le richieste arrivano al 60% da italiani, soprattutto famiglie e coppie per soggiorni di durata media di 5 giorni con una spesa che oscilla tra 100 e 150 euro a notte. Ottimismo «Nonostante la Sardegna fosse in zona rossa al momento dell’annuncio del premier Mario Draghi il 26 aprile scorso, la fiducia nelle riaperture e nel green pass hanno generato un certo ottimismo che si è tradotto in un incremento di visite sul nostro sito», commenta Giovanni Molinari, co-fondatore di Estay. (pag. 5)

Viaggi e vacanze, la voglia di normalità ha la meglio sul virus. Tra mille incognite una sola certezza: la seconda estate della pandemia sarà diversa dalla prima. Vaccinazioni in aumento, strutture ricettive ormai a prova di contagio e l’abitudine al rispetto delle regole sanitarie di base hanno allentato la tensione dei turisti, quest’anno ansiosi più che mai di prenotare nell’Isola la vacanza dei propri sogni, la più simile possibile alla normalità. Più si avvicina la bella stagione e più cresce l’interesse dei potenziali vacanzieri. Agenzie di viaggi e tour operator rispondono con piacere a mail e telefonate con maggiore frequenza, ma spesso devono temporeggiare quando le domande riguardano il tanto pubblicizzato “green pass”, il lasciapassare sanitario che dovrebbe, sulla carta, dal 15 maggio consentire il libero spostamento tra regioni italiane (e in teoria, tra non molto, anche tra Paesi europei) di cittadini vaccinati, guariti dopo la malattia o reduci da un tampone recente. Un documento che aprirebbe quindi le porte dell’Isola a migliaia di turisti potenzialmente non pericolosi e liberi di trascorrere le ferie in relativa tranquillità. (pag. 5)

Bando “Close the gap”. Da ieri sono aperte le iscrizioni al progetto “Close the Gap”. I destinatari sono 90 neodiplomati e diplomandi sardi degli Istituti Tecnici degli indirizzi “Amministrazione, finanza e marketing” e “Turismo”, e degli Istituti Professionali dei Servizi per l’Enogastronomia residenti nella Regione Sardegna. Le candidature sono aperte fino al 23 maggio. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ancisardegna.it (pag. 15)

Corsi per giardinieri. La Assogiardinieri Sardegna informa che le iscrizioni ai corsi obbligatori da 180 ore per operatori del verde scadono il 15 maggio. Informazioni e iscrizioni possono essere fatte presso la sede dell’associazione a Sassari, via Chironi, 9 nella sede locale di Copagri, o nella sede dell’Ente scuola edile nord Sardegna in località Predda Niedda. Maggiori informazioni disponibili alla Camera di commercio di Sassari. (pag. 15)

Auto elettriche, dal 2027 meno care di benzina e diesel. Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg, secondo cui entro il 2035 nell’Unione si venderanno in via pressoché esclusiva auto e furgoni elettrici, anche in assenza di tassazioni agevolate o di eventuali incentivi economici all’acquisto. La diminuzione del costo delle batterie e una più stringente normativa comunitaria sulle emissioni di CO2, secondo lo studio, assieme all’aumento degli impianti di ricarica, saranno i fattori determinanti. (pag. 15)

Turismo, si spera negli under 40. Il 70% degli under 40 è pronto a organizzare un viaggio o una vacanza nei primi 6 mesi da quando sarà possibile. Più cauti gli over 40 (il 50%), mentre le famiglie con figli hanno ancora più fretta: disposti a partire nei primi 3 mesi. Sono alcuni dei dati usciti da uno dei talk della Bit Digital Edition (9-14 maggio), dedicato alle prospettive di viaggio sui baby boomers e i perennials. (pag. 15)

Corsi di formazione sulla parità di genere. L’Università propone due corsi di formazione sulla Parità di genere. Le iniziative, previste dal Piano di uguaglianza di genere di ateneo, saranno utili ad approfondire i temi delle discriminazioni e degli stereotipiche possono condizionare i percorsi di carriera. Iniziative formative Sono due le iniziative formative in partenza in queste settimane sul tema della parità di genere in accademia. La prima, Bias di genere nelle scelte professionali e di carriera in Accademia, si articola in due doppi appuntamenti in programma per il 20-21 maggio e il 27-28 maggio, rivolti a studenti e studentesse di corsi di dottorato e scuole di specializzazione e titolari di borse e assegni di ricerca. (pag. 21)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Guasila. L’ultimo viaggio di Nicola. L’intera comunità di Guasila ha accompagnato Nicola Melas nel suo ultimo viaggio terreno, percorrendo un tratto della stessa strada che lo sfortunato sedicenne ha attraversato mercoledì mattina per raggiungere l’azienda agricola di un compaesano, dove ha perso la vita a causa di un terribile incidente alla guida di un trattore. Un passaggio struggente, con il corteo che a passo lento – quasi a voler fermare il tempo e rallentare il momento dell’addio – ha raggiunto il cimitero alla periferia del paese, verso Pimentel. Il rito funebre Così com’è stato commovente il lungo abbraccio tra il parroco don Alessandro Guiso e Mattia, il fratello maggiore di Nicola, accompagnato in chiesa dalla fidanzata Sara e dal loro bambino. (pag. 37)

Campidano di Cagliari

Burcei. Scontro tra moto e bici, due feriti. Incidente stradale nella tarda mattinata di ieri sulla vecchia Orientale sarda: a scontrarsi sono stati una moto con un bici. Il bilancio: due feriti non gravi. Il ciclista è stato accompagnato al Brotzu, il motociclista al Policlinico di Monserrato. Hanno riportato contusioni varie e qualche frattura. Le loro condizioni non destano alcuna preoccupazione. I rilievi di legge sono stati effettuati dalla Polizia stradale di Muravera. Sul posto anche due ambulanze del 118 che hanno accompagnato i feriti in ospedale in codice giallo. (pag. 36)

Altre notizie

Nell’Isola 54 nuovi positivi, il dato più basso da due mesi. Sul fronte pandemia due notizie positive dopo mesi di bollettini neri. Una sarda e una nazionale. La prima arriva dall’Unità di crisi della Regione che certifica per la giornata di ieri “solo” 54 casi; per trovare un numero così basso bisogna sfogliare le statistiche e arrivare al primo marzo quando ce ne furono 45. La seconda, quella nazionale, riguarda il numero di decessi: le 139 vittime per il Covid registrate nelle ultime 24 ore rappresentano il numero più basso dal 25 ottobre 2020, quando ce ne furono128. I dati regionali Quindi ieri il bollettino segnava 54 nuovi casi (oltre 100 in meno rispetto a due giorni fa), per un totale di 55.651 dall’inizio dell’emergenza. Complessivamente sono stati eseguiti 1.214.532 tamponi, per un incremento complessivo di 2.201 e un tasso di positività che scende al 2,4%. Si registrano purtroppo anche due decessi (1.416 in tutto). Sono, invece, 295 (-15) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, 40 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.325 e i guariti sono complessivamente 38.575 (+135). Dal punto di vista territoriale, dei 55.651 casi positivi complessivamente accertati, 14.555 (+24) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.422 (+5) nel Sud Sardegna. (pag.3)

«Il coprifuoco? Giusto che rimanga ma almeno dalle 23». Nessuno in realtà vuole abolirlo. Per motivi diversi ma esperti nel settore sanitario, turistico e imprenditoriale su quel punto concordano. Il coprifuoco deve restare, bisogna solo capire se farlo scattare alle 23 o un’ora dopo e per quanto tempo tenerlo ancora. Nel’Isola che si appresta a vivere un’altra settimana di arancione ma con lo sguardo volto verso un orizzonte giallo, il tema del coprifuoco interessa, come interessano anche le altre novità che potrebbero scattare, sempre nelle zone gialle da lunedì 17: aperture di piscine all’aperto, mercati e centri commerciali nei fine settimana. «Coprifuoco da tenere» «In una fase così delicata come quella che stiamo attraversando credo che il mantenimento del coprifuoco sia un segnale di attenzione che è giusto avere. Mi sembra di capire che il Governo stia decidendo di ridurre l’orario ma non di eliminarlo. Ritengo che mantenerlo sia utile anche perché con le aperture dei locali si possono registrare momenti di estremo rischio dovuti alla caduta di alcune attenzioni che invece dobbiamo sempre ricordare di avere – sottolinea Luigi Minerba, docente di Statistica medica dell’Università di Cagliari (pag. 2)

Vaccini, per i fragili percorsi a ostacoli. «La cosa più avvilente è sentirsi completamente ignorati: ho mandato una dozzina di mail, ho provato un’infinità di volte a telefonare, ma dai contatti indicati dalla Regione non ho mai avuto nessuna risposta». Riccardo C., è uno dei migliaia di fragili “dimenticati” nella campagna di vaccinazione nell’Isola. Ognuno ha un percorso a ostacoli diverso, in comune hanno il diritto di ricevere la loro dose in via prioritaria e nessuna idea su come fare per sfondare il muro di un sistema di prenotazione che li respinge di continuo. (pag. 5)

Da unionesarda.it

Festa della mamma, 6 italiani su 10 regalano fiori. Da Sassari a Quartu, passando per Nuoro e Oristano, i colori e profumi hanno invaso i mercati gialli. Secondo il sondaggio on line effettuato sul sito dell’associazione di categoria, è emerso che quasi 6 italiani su 10 (59%) per la festa della mamma scelgono un mazzo di fiori o una pianta. Doni che quest’anno stravincono nei trend di regalo rispetto a cioccolatini e dolciumi, regalati da appena un 6% di italiani, mentre una minoranza del 2% ha acquistato gioielli e altrettanti si sono indirizzati verso capi di abbigliamento. A fronte di una maggioranza assoluta che dona fiori, c’è infatti – precisa Coldiretti – quasi un cittadino su 5 (19%) che quest’anno non regalerà nulla a causa della crisi economica, mentre un ulteriore 12% non fa mai regali in queste occasioni. Il fatto che la stragrande maggioranza dei cittadini si sia indirizzato verso un omaggio floreale rappresenta una boccata di ossigeno per il Vivaio Italia, uno tra i settori più colpiti dall’emergenza Covid con un danno stimato dalla Coldiretti pari a 1,7 miliardi di euro.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Guasila. Tutta Guasila piange Nicola. «È come se avessi perso un figlio». Parla Ignazio Etzi, il proprietario dell’azienda in cui ha perso la vita Nicola Melas, schiacciato dal trattore che stava guidando. Una tragedia che ha sconvolto Guasila. Nicola aveva solo 16 anni e tanti sogni da realizzare. «Non riesco a crederci, non posso credere che sia successo», continua Etzi, allevatore 57enne molto conosciuto nel centro della Trexenta. È stato lui a trovare il corpo dello sfortunato ragazzo. (Segue dalla prima a pag. 32)

Gerrei

San Basilio. Sport, i bimbi e i genitori fanno squadra. Prende il via il progetto “Lo Sport siamo noi” nel comune di San Basilio. L’iniziativa voluta dall’amministrazione municipale punta ad avviare bambini e ragazzi tra i 6 e i 14 anni e le loro famiglie alla pratica sportiva, promuovendo i valori della condivisione, del rispetto dell’ambiente e dell’appartenenza al proprio territorio, proponendo loro corsi di minivolley, minibasket, calcetto. Le attività partiranno lunedì 10 maggio, per una durata di sei mesi, e prevederanno attività settimanali di tipo ludico-motorio all’aria aperta, grazie al contributo dell’associazione dilettantistica “Sport Village”, e sei eventi a carattere educativo che coinvolgeranno bambini, famiglie e tutta la cittadinanza di San Basilio. (pag. 33) 

Campidano di Cagliari

Burcei. Nel bilancio i fondi per riaprire la caserma. In arrivo a Burcei i ristori per le attività produttive, piccole e micro imprese bloccate dal Covid dallo scorso anno. Con l’approvazione del bilancio, sono stati stanziati per il 2021 quasi 47mila. «Il bando – dice il vice sindaco Marcello Malloru – sarà pubblicato nei prossimi giorni. Le attività che hanno subito chiusure e restrizioni potranno richiedere un contributo a fondo perduto, con l’unica clausola di essere in regola con il Durc, requisito essenziale per legge». Il Consiglio comunale ha approvato anche il Documento unico di programmazione, nel quale sono state elencate le azioni amministrative programmate per i prossimi tre anni. (pag. 29)

Altre notizie

Vaccini, da lunedì gli over 50. Il generale Figliuolo ordina l’accelerazione e impone alle Regioni di aprire da lunedì agli over 50 le prenotazioni per i vaccini. La Sardegna però resta agli ultimi posti in Italia. Il commissario dell’Ats Temussi dà il via alla campagna di immunizzazione di tutta la popolazione di Carloforte e La Maddalena, per rendere le isole Covid free e aprirle al turismo. A Cagliari protestano i tassisti, polemiche per i controlli negli aeroporti. (Segue dalla prima alle pag. 2, 3, 5, 6, 7)

Contagi in calo, ieri a quota 128 Due nuove vittime. Curva dei contagi in leggera discesa in Sardegna, ma ancora sopra 100. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 128 nuovi casi contro i 166 del giorno precedente. Si registrano anche due nuovi decessi (1.405 in tutto dall’inizio della pandemia). Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi accertati di positività nell’Isola sono 55.274. In totale sono stati eseguiti 1.205.247 tamponi, con un incremento di 3.537 test rispetto al dato precedente. Il tasso di positività scende dal 4,6 al 3,6%. Calano ancora i ricoveri in ospedale. Sono 319 (-19) i pazienti in reparti non intensivi, 41 (-5) quelli in terapia intensiva. In isolamento domiciliare 15.636 persone, i guariti 37.865 (+374) mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 8. Sul territorio, dei 55.274 casi positivi complessivamente accertati, 14.477 (+35) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.356 (+22) nel Sud Sardegna (pag. 2)

Aeroporto e controlli: l’Isola verso l’estate, sicurezza a rischio. Nel tabellone degli arrivi dell’aeroporto di Elmas sono segnati appena nove voli giornalieri: quattro da Roma, tre da Milano, uno da Parma e l’altro da Trieste, e neanche con gli aerei pieni. Numeri ormai noti di un disastro che, però, rappresenterebbero –perché no? – la condizione migliore per ottenere il massimo della sicurezza per l’Isola con controlli anti Covid efficienti e mirati. (Pag 7)

Case vacanze, l’Isola sogna il boom. Il morale è alto, ma le dita restano saldamente incrociate. I gestori delle migliaia di strutture extra-alberghiere dell’Isola stanno infatti in queste settimane registrando la ripresa delle attività: i telefoni squillano e nelle caselle mail si moltiplicano le richieste di informazioni e prenotazioni di aspiranti vacanzieri che hanno scelto la Sardegna per le proprie ferie. La tendenza, confermata da associazioni e addetti ai lavori, è ancora timida, ma l’Isola si sta confermando, secondo le prime indagini, tra le destinazioni preferite da italiani e stranieri. D’altronde, al momento, potrebbe non esserci di meglio che gli spazi immensi e selvaggi della nostra terra per rassicurare anche il turista più titubante. Intoppi permettendo. Sì, perché la lezione è stata imparata più volte e a caro prezzo: il boom di presenze estivo e autunnale per le case vacanze sarà garantito solo in assenza di nuovi picchi di contagi che potrebbero cancellare in un attimo gli sforzi fatti per accogliere in sicurezza i turisti. (pag. 16)

«Annacquare il vino»: l’idea Ue che spaventa Coldiretti. L’idea di annacquare il vino non piace alla Coldiretti. L’associazione di categoria punta il dito contro il documento della Presidenza del Consiglio dei ministri dell’Unione europea, dove si propone di autorizzare la “dealcolazione”, ossia l’eliminazione dell’alcol anche dai vini a denominazione di origine o la riduzione in modo parziale della gradazione alcolica, aggiungendo dell’acqua. Questa, secondo Coldiretti, sarebbe «l’ultima trovata di Bruxelles per il settore enologico, già sotto attacco con la proposta di introdurre etichette allarmistiche per scoraggiarne il consumo, previste nella comunicazione sul “Piano d’azione per migliorare la salute dei cittadini europei”». (pag. 16)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)