Ricerca nel sito

Responsive image

Rassegna Stampa

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio
Sarrabus: i Sindaci si riuniranno questo pomeriggio per definire soluzioni condivise da proporre e discutere poi con la Regione e l’ATS Sardegna (Azienda per la Tutela della Salute). L’obiettivo è garantire l’accesso alle spiagge della costa sud-est in totale sicurezza. Tra le tante opzioni, l’utilizzo degli steward all’ingresso dei litorali per indicare ai bagnanti dove posizionarsi. Nei prossimi giorni i Sindaci incontreranno i titolari di strutture ricettive e stabilimenti balneari (pag. 23);

Altre notizie
Internet e Territori: sabato su L’Unione Sarda è stato pubblicato un articolo in cui il Vicesindaco di Armungia, Antonio Quartu, ha affrontato il tema dell’assenza di banda larga evidenziando come tale problematica intensifica pesantemente l’emarginazione del Gerrei, oggi più che mai.
Alle riflessioni del Vicesindaco Quartu ha fatto seguito ieri un articolo del Direttore del quotidiano, Emanuele Dessì, che ha analizzato il tema del grave squilibrio digitale tra aree della Sardegna.
Sul giornale di oggi una lettera indirizzata al Direttore scritta da Michele Cossa, Presidente della Commissione Speciale per il riconoscimento dell’insularità. Cossa esprime le proprie considerazioni sull’argomento, descrivendo problematiche e opportunità per una adeguata infrastrutturazione:
«l’epidemia ha fatto emergere con drammatica chiarezza che la realizzazione della banda ultra larga non è un’opera infrastrutturale qualsiasi. Mai come in questa circostanza è stato chiaro che la piena fruibilità della rete è un vero e proprio “diritto della persona”, incide direttamente e in modo significativo sulla sua vita: ne condiziona la formazione, la possibilità di lavorare e, nel prossimo futuro, financo la possibilità di curarsi. […] Il digital divide, con i suoi riflessi sui diritti di cittadinanza e su tutte le dinamiche della vita, è un pezzo fondamentale della battaglia per il riconoscimento del principio di insularità» (pag. 12);

Fase 2: Le nuove disposizioni del Governo per l’avvio graduale delle attività dal 4 maggio (copertina e pagg. 2-3);

Bonus e Lavoro: Il governo rafforza il pacchetto per la protezione del lavoro concedendo alle imprese altre settimane di cassa integrazione, aiuti ai piccoli anche a fondo perduto, sconti sugli affitti e su lavori e spese necessarie per mettersi in regola per riaprire. In cambio chiede di mantenere i posti di lavoro in attesa che il peggio sia passato e si possa guardare alla Fase 2 evitando che esploda la disoccupazione (pag. 3);

Prezzi nell’Agroalimentare: il Presidente Solinas annuncia controlli sui prezzi dei prodotti in modo da garantire l’assenza di aumenti sproporzionati e ingiustificati (pag. 4).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

I vertici CNA Sardegna (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa) chiedono all’Assessore regionale all’Artigianato Turismo Commercio un intervento pubblico straordinario per sostenere il comparto dell’artigianato artistico e tradizionale (pag. 24);

Nella mattina di oggi si svolgerà la prima conferenza online degli assessori comunali al turismo della Sardegna. Durante la riunione verranno discusse possibili azioni per supportare gli operatori e l’occupazione in modo da definire strategie condivise e integrate per stabilire la ripartenza (pag. 24);

Le imprese chiedono alla Regione di avviare la riapertura (copertina e pagg. 2,3,7);

I commercianti in rete nell’organizzazione della campagna per ricevere donazioni utili a fronteggiare questo periodo di inattività e crisi. Per contraccambiare il gesto di generosità, tutte le attività offriranno sconti, doni o benefit ai sostenitori dell’iniziativa solidale.
Quasi novanta gli esercizi che hanno aderito sin ora nel cagliaritano: bar, ristoranti, pizzerie, negozi di abbigliamento, librerie, barberie etc. (pag. 16).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio
Le iniziative dei commercianti locali: un bar di Senorbì ha attivato il servizio colazioni a domicilio; a Guasila una rivendita di bombole all’ingrosso e al dettaglio consegna ai suoi clienti anche guanti e mascherine (pag. 28).

Altre notizie
Legambiente chiede ai primi cittadini dell’Isola di mettere in atto un pacchetto di misure per ripensare la mobilità nell’ottica di nuovi modelli di sviluppo più sostenibile: «cari sindaci, non restituiteci le vecchie città. Il vostro mestiere richiede visione di futuro, soluzioni inedite, capacità di guidare la comunità verso frontiere nuove» (pag. 3);

Nuovi chiarimenti dalla Regione su modalità applicative e requisiti per l’assegnazione dell’indennità di 800 euro, a sostegno delle famiglie per l’emergenza Covid-19 (pag. 19);

Le prospettive legate agli spostamenti aerei e marittimi (pagg. 2 e 3);

L’obbligo di restare in casa e le difficoltà per le persone affette da disabilità intellettive e per le loro famiglie (pag. 11).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio
Burcei: Il piccolo Yazid è venuto al mondo in tutta fretta, nello spazio del pre-triage dell’ospedale Brotzu di Cagliari, senza lasciare alla sua mamma il tempo di raggiungere il reparto Ostetricia. Il parto è andato bene, entusiasmo in tutto l’ospedale che ha potuto festeggiare un evento lieto in un periodo di grande tensione (pag. 7);

Villaputzu: la scuola materna comunale sarà oggetto di nuovi interventi edilizi per un importo pari a 243 mila euro. I fondi sono stati ottenuti dalla partecipazione al bando regionale “Iscola” (pag. 31);

Altre notizie
L’Inail (Istituto nazionale per le assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro) ha predisposto le direttive per il lavoro post-Covid: spazi di lavoro rimodulati nell’ottica del distanziamento sociale, controllo quotidiano della temperatura, orari differenziati, nuovi turni, smart working e mascherina chirurgica. Il documento tecnico dovrà essere dettagliato sulla base delle proposte e delle esigenze dei singoli settori (copertina e pagg. 2-3);

Nella giornata di ieri le commissioni Lavoro e Bilancio, riunite in seduta comune, hanno approvato una delibera di Giunta che istituisce un fondo da dieci milioni di euro a garanzia delle banche per le anticipazioni della cassa integrazione in deroga.
La commissione Bilancio ha dato mandato all’Autorità di gestione del Por-Fesr di rimodulare i Fondi Europei per destinarli alle azioni di contrasto dell’emergenza economica, sociale e sanitaria determinata dall’epidemia (pag. 4);

“Etichetta Etica”: una collaborazione tra aziende di tutta la Sardegna per realizzare un progetto imprenditoriale e solidale. L’iniziativa ha coinvolto otto cantine; una ditta di trasporti; singole aziende per la fornitura di bottiglie, tappi, capsule, cartoni per il confezionamento. Le etichette sono state realizzate nel nostro Territorio, da una azienda di Ortacesus.
«Imprese – spiega l’enologo ideatore dell’iniziativa – che hanno supportato il progetto applicando rilevanti sconti o addirittura omaggiando le intere forniture. Questa è la Sardegna che ci piace, tutti uniti in cerchio per la nostra Isola» (pag. 17).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio

Un’insegnante di Siurgus Donigala e suo marito architetto-designer hanno inventato un gioco da tavola sulla Divina Commedia. Una modalità creativa per stimolare i ragazzi a studiare divertendosi;

Villaputzu: ieri mattina sono ripresi i lavori per la messa in sicurezza delle strade danneggiate dall’alluvione del 2018. L’intervento era stato interrotto a causa dell’emergenza COVID-19;

San Vito: il Comune stanzia un contributo complessivo di tremila euro da destinare a tre associazioni di volontariato;

Senorbì: ieri mattina, in via Brigata Sassari, un albero è caduto a causa del forte vento. Nessun danno e nessun ferito.
(Pag. 30)

Altre notizie

Migliaia di domande nel primo giorno dell’operazione liquidità promossa dal Governo per le imprese che si sono trovate in difficoltà a seguito dell’emergenza coronavirus;

A livello regionale, il decreto imprese sta per arrivare in Consiglio per l’intervento «di sistema» a sostegno dell’economia sarda;

I Commercialisti segnalano difficoltà interpretative sulle normative che prevedono un sostegno rivolto a famiglie e lavoratori;

Per reagire alla crisi molte aziende sarde stanno riconvertendo le produzioni in beni come mascherine o protezioni in plexiglas;

L’imprenditrice Anna La Robina racconta l’iniziativa del gruppo Facebook “I ristoratori sardi”, nato una settimana fa con l’idea di creare una rete di comunicazione e di confronto tra tutti i ristoratori locali. In pochi giorni quasi 2.000 adesioni da più settori lavorativi e da ieri il gruppo ha convertito il proprio nome in “Noi imprenditori sardi”.
«Il gruppo è nato perché abbiamo tante richieste da presentare agli organi competenti. Abbiamo bisogno di provvedimenti urgenti».
Un gruppo di professioniste nel settore legale e contabile che ha deciso di sposare il progetto dando il proprio contributo a titolo gratuito. «Coadiuvata da queste professioniste sto mettendo nero su bianco una serie di richieste per tutelarci. Siamo convinte che se ci riuniamo tutte insieme possiamo farci ascoltare»;

L’analisi della crisi e gli scenari per il post-COVID19 nell’intervista a Marina Calderone, Presidente nazionale dei Consulenti del Lavoro: «Per risolvere i problemi degli imprenditori servono contributi a fondo perduto, che possono arrivare solo dal contesto comunitario. I finanziamenti, utili nella prima fase post emergenza, creano solo un ulteriore indebitamento, difficile da ripianare in assenza di lavoro»;
(pagg. 2 – 5)

Le riflessioni dello storico e scrittore Paolo Fadda sul post-COVID19: progettare la ripresa attraverso la messa in campo di risorse ed energie, approntando interventi capaci di colmare e superare arretratezza istituzionale e forti diseguaglianze territoriali (pag. 10).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Decreto Cura Italia: scheda di sintesi sulle misure destinate alle imprese agricole (pag. 10);

Sulla riapertura delle spiagge l’assessore regionale all’Urbanistica ed Enti locali Quirico Sanna dichiara: «Solo per le manutenzioni degli stabilimenti balneari, in applicazione della direttiva nazionale. L’accesso è consentito solo ai gestori e agli operai autorizzati che devono rispettare le distanze e indossare guanti e mascherine. È un primo segnale: si può e si deve ripartire» (pag. 6);

Il comparto vitivinicolo in Sardegna. Riflessioni sulla crisi dovuta all’emergenza Covid-19 e l’iniziativa solidale di un team di sette cantine sarde che produrranno due “etichette etiche”, due vini che a breve saranno in commercio. Una parte del ricavato sarà devoluto alle strutture sanitarie sarde (pag. 14);

L’importanza del settore cultura nella società e nell’economia (pag. 15);

Avvocati e magistrati metteranno a disposizione le loro competenze in una serie di incontri virtuali incentrati sull’attuale periodo di emergenza e sulle norme straordinarie che lo regolano.
Primo appuntamento domani, alle ore 16:00, nella pagina Facebook Unione regionale degli ordini Forensi della Sardegna per discutere “I diritti costituzionali al tempo del corona virus” (pag. 4).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio:
Sarrabus Gerrei: per fornire sostegno alle donne che vivono difficoltà personali e familiari legate ai maltrattamenti e alle violenze, l’ufficio di piano Plus Sarrabus Gerrei (che comprende i Comuni di Muravera, Villaputzu, San Vito, Villasimius, Castiadas, Ballao, Armungia, Villasalto, San Nicolò Gerrei e Silius) ha attivato uno sportello telefonico di ascolto attivo il martedì e il venerdì matina (dalle 9 alle 12) e il mercoledì sera (dalle 15 alle 18) – tel 333.6183284.
Nei giorni scorsi è stato attivato anche uno sportello di sostegno psicologico dedicato agli adulti e agli adolescenti che hanno paure, ansie e angosce e ai bambini che stanno vivendo situazioni di disagio determinate dalla quarantena. Il numero da comporre è 3336183190 (pag. 34);

Nel Sarrabus cento famiglie in difficoltà hanno ricevuto generi di prima necessità grazie alla comunità di Sant’Egidio (pag. 34);

San Vito: l’amministrazione comunale ha impegnato per l’acquisto di mascherine da distribuire alla cittadinanza (pag. 34);

Guasila: il Venerdì Santo i fedeli hanno baciato il crocifisso portato per le strade di casa in casa. Polemica per il mancato rispetto delle misure preventive finalizzate al contenimento dell’emergenza sanitaria (pag. 34).

Altre notizie
Nel periodo di emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 sono consentite le attività di raccolta del foraggio, di tosatura delle pecore e di estrazione del sughero. Lo precisa l’assessora dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, alla luce dei Dpcm approvati tra il 22 marzo e il 10 aprile scorsi (pag. 15);

L’assessora Murgia ha annunciato che la tosatura rientra tra le attività consentite. Gli addetti ai lavori attendono ulteriori chiarimenti riguardo le modalità cui attenersi per rispettare le direttive del ministero della Salute (pag. 15);

Da ieri mattina l’Inps ha avviato l’accredito del bonus di 600 euro destinato a lavoratori autonomi e partite Iva per far fronte all’emergenza sanitaria in corso (pag. 25);

La Regione ha trasferito ai Comuni parte delle risorse stanziate per le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. Il resto dei fondi sarà affidato a seguito della comunicazione, da parte dei Comuni, del fabbisogno ancora da soddisfare (pag. 25);

Progetto “Sardegna Isola Sicura”. Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, descrive lo spirito dell’iniziativa: «Questa crisi ci può dare l’opportunità di lavorare insieme per salvare la stagione turistica. In un momento in cui è necessaria la massima coesione e il massimo spirito collaborativo, ci facciamo promotori dello sviluppo di un protocollo, condiviso da tutta la filiera turistica, che garantisca la massima tutela dei viaggiatori. La stagione estiva sarà più corta ma niente è perduto: dobbiamo farci trovare pronti, garantire vacanze sicure» (pag. 10).


Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio
Trexenta: Paola Casula, Sindaca di Guasila, è la nuova presidente dell’Unione dei Comuni della Trexenta (pag. 32);
Comune di San Vito: l’associazione Obiettivo sanità Sardegna dovrà lasciare l’edificio di via Aldo Moro (pag. 31).

Altre notizie
L’emergenza per il Covid-19 potrebbe limitare le gare d’appalto e incidere in modo negativo sulle imprese sarde. Confartigianato Imprese Sardegna esprime preoccupazione per il rallentamento di un sistema che negli anni ha garantito opportunità alle piccole imprese, che potevano partecipare agli appalti pubblici avvalendosi di procedure veloci e trasparenti, e consentiva alla pubblica amministrazione di avvalersi di beni e servizi di qualità locale (pag. 22);

“Cucino io per te”: il servizio solidale attivato da Fipe Confcommercio Sud Sardegna che coinvolge trenta ristoratori impegnati a produrre per trenta giorni cinquanta pasti al giorno da destinare a chi si trova in difficoltà a causa dell’emergenza COVID-19. Il rappresentante di Fipe: «Ora possiamo fare poco per le nostre aziende, ma possiamo fare tanto per gli altri» (pag. 25);

Non solo cronache ma anche narrazioni. Da oggi, dieci scrittori sardi raccontano la pandemia (pag. 17);

Le interviste ai vivaisti. Considerazioni sulle difficoltà del settore e scenari per il post-pandemia (pag. 15).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio
San Basilio: trisavola di 94 anni, bisnonna di 58, nonna di 41 e mamma 23 anni. Record anagrafico nella famiglia di Thomas, piccolo sanbasilese nato poche settimane fa (pag. 30);
Senorbì: la storia di Raffaele Porceddu, sommelier e maître pluripremiato, e Simone Fenu, fantino tra i più quotati del nord Italia. I due compaesani hanno lasciato Senorbì per trasferirsi a Siena e dare una svolta alle proprie carriere professionali (pag. 30).

Altre notizie
Il decreto del presidente del Consiglio che da oggi autorizza in tutta Italia la riapertura di librerie, cartolibrerie, negozi per bambini e l’ingresso del pubblico negli studi professionali, non sarà applicato nell’Isola almeno fino al 26 aprile 2020, salvo nuova proroga esplicita. «Confermiamo le chiusure generalizzate, fatti salvi i beni di prima necessità», ha chiarito Solinas. L’ordinanza è stata resa pubblica la notte scorsa
(in copertina e nelle pagg. 5 e 7);

Il governo accelera e punta a chiudere entro la fine della settimana gli oltre 4 milioni e mezzo di pratiche arrivate all’Inps, in modo da far arrivare in tempi brevi un primo sostegno a lavoratori, dipendenti e autonomi. L’esecutivo è al lavoro sul decreto di aprile che prevedrà ulteriori fondi per un aiuto economico più consistente (pag. 11);

Domenico De Masi, professore emerito di Sociologia, parla della pandemia e del dopo: riflessioni su possibili cambiamenti nella vita quotidiana, nel lavoro, nello sviluppo turistico dell’Isola (pag. 15).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro Territorio

Senorbì: il postamat danneggiato nei giorni scorsi dai prodotti igienizzanti utilizzati dai correntisti, è stato riparato ed è nuovamente in servizio (pag. 35).

Altre notizie

Il Consiglio regionale ha stabilito all’unanimità di destinare un aiuto fino a 800 euro, per due mesi, a chi ha perso o ridotto significativamente il proprio reddito. Un’operazione da 120 milioni.
Discussioni per il ritardo degli aiuti alle aziende agricole (in copertina e alle pagg. 2 e 3);

Oggi in Giunta il Presidente Solinas porterà un disegno di legge «per dare copertura a tutti questi comparti in sofferenza a causa dell’emergenza Covid-19». Il provvedimento sarà inviato al Consiglio subito dopo Pasqua e riguarderà il sistema delle imprese, l’agricoltura, il settore della cultura e dello sport. La misura dovrebbe seguire quella che è stata già varata per far fronte all’emergenza sanitaria, ma destinata alle piccole e micro imprese del comparto turistico (pag. 2);

La Conferenza episcopale italiana stanzia 200 milioni di euro per limitare gli effetti della crisi e sostenere le persone che si troveranno in difficoltà a causa di disoccupazione, crollo del fatturato o perdita dell’abitazione. Le somme derivano dal finanziamento arrivato alle curie tramite l’8 per mille, da destinare generalmente all’edilizia di culto (pag. 9);

Le considerazioni sugli effetti della crisi Covid-19 nel settore Artigianato (pag. 25).

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)