Ricerca nel sito

Responsive image

Rassegna Stampa

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Senorbì. Cantieri lavoro per i parchi e le strade. Con l’anno nuovo scattano le assunzioni per i disoccupati di Senorbì. L’amministrazione comunale ha approvato il nuovo quadro economico del progetto per l’attivazione dei cantieri occupazionali previsti dal programma Lavoras finanziato dalla Regione. Gli interventi da realizzare attraverso l’impiego di disoccupati riguardano la manutenzione ordinaria dei parchi cittadini e delle strade urbane. In particolare i progetti del Comune riguardano l’abbellimento e la sistemazione del giardino della scuola dell’infanzia in località Simieri e del parco verde vicino alla chiesetta di Santa Maria della Neve, a sua volta inserito in un più ampio piano di valorizzazione e riqualificazione. A disposizione per i nuovi cantieri ci sono circa centomila euro. 

Altre notizie

La protesta dei cerealicoltori. Raddoppiano i costi delle semine per gli agricoltori sardi che non hanno goduto di neppure un centesimo per gli aumenti stellari del grano destinato a pasta e pane raddoppiati per effetto di rincari di oltre il 50% per il gasolio necessario alle lavorazioni dei terreni. Ma ad aumentare sono pure i costi dei mezzi agricoli, dei fitosanitari e dei fertilizzanti che arrivano anche a triplicare. È il paradosso che stanno vivendo i cerealicoltori che oltretutto in Sardegna sono fermati nei lavori di semina dalle continue piogge degli ultimi due mesi che non permettono ai trattori di poter entrare nei campi allagati. 

Premio Ercole Olivario. Restano aperte fino a domenica 16 gennaio, le iscrizioni alla trentesima edizione dell’Ercole Olivario il concorso nazionale dedicato alle eccellenze olearie italiane (…). Per regolamento e iscrizioni al concorso: https://www.planbweb.it/ercoleolivario.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Senorbì. Una grande risaia nei campi di grano: a rischio il raccolto. Francesco Pintore Inviato Senorbì «Niente da fare. C’è solo fango. Non si può seminare». Marcello Sirigu ha un gesto di stizza, risale sul trattore e va via dal suo terreno nella località Madonna d’Itria a pochi chilometri da Senorbì. Non può lavorare un appezzamento che ormai da settimane ha le sembianze di una risaia. Le campagne sono allagate e lui, come tanti altri agricoltori è molto preoccupato. «Ci ho provato. È da più di un mese che siamo fermi», dice l’imprenditore 41enne, titolare di un’azienda agropastorale. «Mi arrendo», sottolinea dopo l’ennesimo tentativo andato a vuoto. Campi allagati La Trexenta, un tempo definita il granaio di Roma, sembra uno stagno. Il raccolto dei cereali è ormai compromesso ed è iniziata la conta dei danni. Qualche agricoltore si è già rivolto al Comune che nei giorni scorsi ha proclamato lo stato di calamità. «La situazione è gravissima – dice il sindaco Alessandro Pireddu – le ultime piogge hanno contribuito a creare ulteriori problemi. Tra le altre cose Senorbì non rientra nemmeno nelle zone svantaggiate». Aziende in ginocchio «L’attività è bloccata, non posso fare niente», dice sconsolato Gigi Sirigu, agricoltore di 52 anni, impegnato nel sociale con la Protezione civile nell’hub vaccinale di via Nenni. «Il trattore è fermo da un pezzo. Ogni investimento è a rischio in questo momento – sottolinea – le condizioni meteo stanno condizionando l’annata». Tra gli agricoltori c’è già chi fa una stima del primi danni. «Continuando di questo passo si rischia di perdere il 40-50 per cento del raccolto», dice Vincenzo Usai, imprenditore di 64 anni mentre osserva alcuni campi completamente allagati nelle campagne di Senorbì e Ortacesus. 

Campidano di Cagliari

Burcei. Le nuova strategia del Gal per agroalimentare e turismo. Arrivano i finanziamenti ai privati per rilanciare l’agro alimentare e il turismo. Ieri a Burcei i bandi sono stati presentati dal gruppo di azione locale Gal Sarrabus, Gerrei Trexenta. Sono stati illustrati gli strumenti e le opportunità di finanziamento relativi agli ultimi bandi pubblicati nelle scorse settimane, volti a rafforzare il turismo sostenibile in un territorio che vanta enormi potenzialità nel settore. Dopo i saluti del presidente del Gal Antonino Arba e l’introduzione ai lavori dell’animatrice Erika Sois, sono seguiti gli interventi dei tecnici Laore Stefania Olla e Giorgio Melis, che supportano il Gal Stg nella realizzazione dei progetti e delle attività.

Altre notizie

Materie prime alle stelle, l’Isola sull’orlo della crisi. (…)  Tuttavia, tra chip elettronici e bobine d’acciaio, a intaccare maggiormente la quotidianità dei sardi saranno di sicuro i prodotti alimentari. Lo scontrino della spesa non è stato infatti risparmiato dal caro vita e a sborsare un prezzo salato sono le famiglie. L’ultimo allarme lo hanno lanciato le associazioni dei consumatori: le quotazioni della pasta negli ultimi mesi hanno infatti fatto segnare un incremento del 38% seguendo lo stesso percorso imboccato da altri beni come frutta, verdura, oli e derivati. Nel caso del grano, la situazione rischia però di trasformarsi una bomba sociale. Le importazioni dall’estero, soprattutto dal Canada, sono infatti sempre più incostanti e questo potrebbe trasformare prodotti di prima necessità in alimenti non proprio alla portata delle tasche di tutti. 

Il business dei fanghi fognari nei campi agricoli. L’affare è milionario, tutto giocato nel silenzio e nella penombra del grande business dei rifiuti. Un intreccio di appalti e subappalti per una montagna di fanghi fognari incontrollata che, alla fine, volenti o nolenti, rientra tutta nella delicatissima catena alimentare. Dal 2018 sino al 2020, nell’Isola profumata di Sardegna, ai già imponenti quantitativi dichiarati dagli esclusivi gestori sardi della depurazione, si sono aggiunti persino i reflui fognari spediti impunemente nella terra dei Nuraghi dalla lontana Puglia. Migliaia di tonnellate scaricate senza pudore in qualche discarica pronta a tutto, oppure sparsi qua e là, una volta nei terreni della Malvasia qualche altra volta interrati nei campi delle foraggiere o degli uliveti del Campidano. Un vortice discreto, se non fosse per quella puzza nauseabonda che di volta in volta irrompe come uno schiaffo a cielo aperto sui prosceni più illibati dell’Isola. Tar e Consiglio di Stato, Procure e Tribunali, nei mesi scorsi hanno spazzato definitivamente quel traffico continentale di fanghi fognari destinati a “fertilizzare” i campi agricoli dell’antica terra di Sardegna. E’ illegale introdurre nell’Isola rifiuti extraregionali, hanno sancito sentenze ormai senza appello. Il capitolo, però, è tutt’altro che chiuso. A tenerlo aperto sono i residui fognari prodotti dai depuratori sardi, non pochi, secondo i dati che l’ultimo report ufficiale mette a disposizione dalla Regione. 

Pecora sarda, tolleranza zero. Passa all’unanimità la tolleranza zero: il Pecorino Romano potrà essere prodotto solo da latte proveniente da greggi non contaminate. Il nuovo disciplinare per la produzione della principale Dop lattiero casearia dell’Isola prevede esclusivamente razze autoctone. Quella che sino a poco tempo fa era una regola non scritta, ora è sancita anche nella proposta di modifica del regolamento del Pecorino Romano: il latte dovrà essere solo ed esclusivamente di pecora di razza “sarda”, compresa la sub-popolazione Nera di Arbus, e le razze laziali la Vissana, la Sopravissana, la Comisana, la Massese e la Pecora dell’Amiata. Per il resto tolleranza zero. Spazzata via la proposta che voleva introdurre una tolleranza del 10% per consentire l’accesso alla produzione del formaggio sardo anche delle razze “israeliane” e “francesi”, già insediate in qualche allevamento dell’Isola. Per il mondo delle campagne era apparso subito chiaro il tentativo di creare un varco imponente per la trasformazione del settore da estensivo, allevamento nei pascoli, a intensivo, chiuso nelle stalle. Una trasformazione radicale sia della qualità del prodotto che dell’esclusiva peculiarità della pastorizia sarda. Un tentativo rispedito al mittente con una voce forte e chiara del movimento pastori che da subito ha bocciato l’ipotesi di una minima tolleranza. 

Turismo sostenibile. È stata prorogata al 15 febbraio la scadenza per la partecipazione al contest promosso dal corso di laurea magistrale in “Management e monitoraggio del turismo sostenibile”. Gli studenti dovranno inviare tre fotografie, sui temi proposti dal bando.

«Peste suina, rischi economici e sanitari». «Insieme alle necessarie tempestive misure di prevenzione e sorveglianza, occorre vigilare contro le speculazioni di mercato a tutela degli allevatori e del sistema economico e occupazionale». È quanto afferma la Coldiretti in riferimento agli effetti delle misure anti peste suina africana, dopo il focolaio individuato fra Piemonte e Liguria. «Bisogna evitare strumentalizzazioni con impatti economici sulle aziende di fronte a una situazione sanitaria che – evidenzia Coldiretti – al momento appare sotto controllo. Siamo costretti ad affrontare questa emergenza perché è mancata l’azione di prevenzione come abbiamo ripetutamente denunciato in piazza e nelle sedi istituzionali di fronte alla moltiplicazione dei cinghiali che invadono città e campagne da nord a sud dell’Italia dove si contano ormai più di 2,3 milioni di esemplari», afferma il presidente dell’associazione, Ettore Prandini. 

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Gal, incontri su turismo e agricoltura. Partiranno questa mattina gli incontri di animazione del Gal Sarrabus Gerrei Trexenta. Riunioni aperte a quanti siano interessati a conoscere gli strumenti e le opportunità di finanziamento relative ai diversi bandi. Tre per il supporto al rafforzamento del sistema dell’ospitalità (e, in particolare, del turismo sostenibile) e due alla valorizzazione e sostegno per le produzioni agroalimentari. Il primo incontro è in programma stamattina alle 10 in aula consiliare a Villaputzu. Questo pomeriggio alle 16 si replica a Burcei (sala consiliare). Domani alle 10 appuntamento a Escalaplano nel polo socio-culturale. Si chiude domani pomeriggio a Guasila, alle 16, nell’auditorium comunale. 

Gerrei

Studenti senza screening: la protesta di tutti i sindaci. Niente screening alla popolazione scolastica di San Nicolò, Escalaplano, Armungia, Silius, Ballao, Villasalto, e San Basilio. A Sant’Andrea, invece, i tamponi sono stati effettuati. I sindaci di queste comunità si dicono amareggiati: «Abbiamo dato ampia disponibilità per l’esecuzione dei test ma non siamo stati messi da Ats nelle condizioni di poterli fare». Questione di competenze: gli amministratori si ritrovano a gestire materie che non sono di loro specifica competenza. «Per l’ennesima volta ci troviamo a gestire e a sopperire le inefficienze della sanità sarda, della stessa Ats e di tutti coloro che oggi la governano inadatti ad assumersi le responsabilità, per le quali sono oggi retribuiti anche dalle tasse dei cittadini del Gerrei, e capaci solamente di scaricare la palla infuocata su chi oggi non ha alcuna competenza in materia di screening: noi sindaci». Gli amministratori del territorio si sentono, ancora una volta, abbandonati.

Trexenta

Senorbì. Biblioteca in gestione. Biblioteca comunale: la gestione è a tempo indeterminato. La Giunta comunale di Senorbì ha approvato la delibera che dispone la modifica della convenzione con il sistema bibliotecario Joyce Lussu con l’obiettivo di stimolare nel territorio la promozione, il coordinamento e lo sviluppo del servizio di pubblica lettura con l’impiego di personale, tecnologie e mezzi adeguati. La precedente convenzione scadeva a marzo ma l’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di investire sulla biblioteca (non a caso trasferita di recente dalla periferia al centro del paese) attraverso la promozione di progetti e iniziative a lungo termine. Da qui la necessità di garantire una maggior stabilità nella gestione del servizio. 

Altre notizie

Due borse di studio. Agris, Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura, ha pubblicato una selezione per titoli ed esame colloquio per il conferimento di due borse di studio per laureati, per lo svolgimento di attività nell’ambito delle analisi sensoriali, per cinque mesi (prorogabili). Domande in scadenza il 14 entro le 13, tramite Pec e indirizzate ad Agris, località Bonassai Sassari. 

«Caro-energia, agricoltori strozzati». «Il balzo dei beni energetici si trasferisce a valanga sui bilanci delle imprese agricole strozzate da aumenti dei costi di produzione non compensati da prezzi di vendita adeguati». Questo quanto emerge da una prima analisi compiuta da Coldiretti sugli effetti del caro bollette sulle attività agricole ma anche sulla trasformazione, la distribuzione e i trasporti. «Per le operazioni colturali – spiega l’associazione nazionale – gli imprenditori agricoli sono stati costretti ad affrontare rincari dei prezzi fino al 50% a partire dal gasolio necessario per le attività che comprendono l’estirpatura, la rullatura, la semina e la concimazione. Inoltre l’impennata del costo del gas ha fatto schizzare verso l’alto i prezzi dei concimi, con l’urea passata da 350 euro a 850 euro a tonnellata (+143%), mentre prodotti di estrazione come il perfosfato minerale registrano il +65%».

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. Consiglio comunale in streaming e sui social. Sedute consiliari sempre più trasparenti grazie anche al potenziamento delle dirette streaming (sono in arrivo nuove attrezzature audio e video). Lo ha stabilito il Consiglio comunale che all’unanimità ha approvato alcune modifiche al regolamento che disciplina, appunto, le riprese audio-video delle sedute. In particolare viene messo in evidenza che le sedute possono essere oggetto di riprese audiovideo a cura dell’amministrazione comunale e che possono essere diffuse in diretta o in differita attraverso il sito e la pagina Facebook istituzionale del Comune. 

Gerrei

Mancano i medici, salta lo screening. (…) Alcuni paesi come Nurri ed Escalaplano non hanno potuto fare i tamponi causa assenza di medici e infermieri disponibili. Stessa situazione nel Gerrei a San Nicolò, Escalaplano, Armungia, Silius, Ballao, Villasalto e San Basilio. (…) Il sindaco di Escalaplano Marco Lampis ha comunicato all’Ats le difficoltà: «Abbiamo un punto vaccinale e di screening autorizzato, attrezzato e informatizzato, ma non disponiamo di medici. Ho ritirato i tamponi assegnati e organizzato tutto, ma nulla di fatto». (…)

Trexenta

Senorbì. Turismo lento e percorsi di fede in Trexenta. Un’occasione da non perdere per promuovere il turismo storico, culturale, ambientale e religioso. Il Consiglio comunale di Senorbì ha aderito alla Fondazione del Cammino minerario di Santa Barbara con l’obiettivo di entrare a far parte dell’itinerario turistico dedicato alla santa. Itinerario che si sviluppa in Sardegna lungo gli antichi cammini minerari che attraversano i luoghi di culto e le chiese dedicate alla patrona dei minatori. «Si tratta di un’iniziativa molto importante che si propone di sviluppare nuove opportunità turistiche valorizzando i territori locali e le risorse del posto», ha spiegato in aula il sindaco Alessandro Pireddu. Santa Barbara è la patrona di Senorbì: viene festeggiata il 4 dicembre, data del suo martirio. Molto invocata dai militari, è anche la protettrice della Marina Militare, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, delle armi di Artiglieria e Genio. Attraverso l’adesione al progetto della Fondazione, l’amministrazione comunale di Senorbì vuole promuovere programmi e attività di studio volte a far conoscere e diffondere le caratteristiche e il valore del patrimonio culturale e storico del proprio territorio. 

Ortacesus. Differenziata I calendari per la raccolta differenziata per il 2022 sono disponibili negli uffici comunali in via Papa Giovanni XXIII. Il calendario può anche essere scaricato, in formato digitale, nel sito istituzionale del Comune.

Suelli. Una casa a fuoco, nessuno resta ferito. Un incendio ieri mattina è divampato all’interno di un appartamento in vico Mandas a Suelli. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Mandas, la base territoriale della Trexenta, evitando il coinvolgimento dell’intera struttura. I pompieri si sono addentrati nell’abitazione in fiamme, riuscendo a localizzare la fonte del rogo e dando il via alle operazioni di estinzione. Il fuoco ha distrutto gli arredi all’interno dell’abitazione, per fortuna nessuna persona è rimasta coinvolta. 

Campidano di Cagliari

Burcei. Altri centoventi loculi nel cimitero. L’obiettivo è ricavare 120 loculi nello storico cimitero di Burcei, sperando che nel frattempo si riesca nei prossimi anni a realizzare un nuovo camposanto. L’altro giorno, il sindaco Simone Monni ha dovuto requisire con una ordinanza un loculo inutilizzato per assicurare una sepoltura. «Stiamo puntando su soluzioni immediate in attesa della costruzione del nuovo cimitero. Intanto – ha detto il sindaco – durante un sopralluogo, i tecnici hanno verificato che nel vecchio cimitero è ancora possibile ricavare un centinaio di loculi. Altri venti li stiamo recuperando dopo che erano stati dichiarati inidonei dalla Asl: problemi soprattutto di impermeabilizzazione che saranno superati con i lavori in corso». 

Altre notizie

Sardegna, scatta la guerra alle cavallette. Per combattere l’invasione delle cavallette, che da qualche tempo devasta la Sardegna centrale, serve «un piano di durata pluriennale, che contempli azioni inerenti a pratiche agricole mirate, attuate da soggetti pubblici e privati, nonché un’attività di studio e monitoraggio funzionale alla conoscenza del fenomeno e alla predisposizione di una banca dati, e azioni di istruzione degli operatori e di diffusione delle conoscenze e delle informazioni». Lo afferma l’assessore regionale all’Ambiente Gianni Lampis, commentando la delibera con cui la Giunta ha stanziato 800mila euro (500mila per il 2021, 200mila per il 2022 e 100mila per il 2023) per la pianificazione e l’attuazione delle misure di contrasto alla diffusione del fenomeno delle infestazioni acridiche in Sardegna. «Danni ingenti» L’invasione, sottolinea Lampis, sta causando «ingenti danni alle coltivazioni, in particolare cerealicole, ma anche a quelle foraggere, funzionali al settore zootecnico. Nonostante il problema ricopra carattere più strettamente agricolo, sono presenti aspetti anche di carattere ambientale legati alla massiva diffusione dell’infestazione, agli habitat di insediamento e ai campi di intervento». Della spesa complessiva preventivata dalla Regione, 300mila euro serviranno a predisporre un piano per le attività di studio, monitoraggio, prevenzione e contrasto a fenomeno. 

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Ritorno fra i banchi con i nervi tesi. Un sindaco (quello di Seulo) che tiene chiuse le scuole del suo paese, altri otto che protestano per non aver ricevuto i tamponi e non aver potuto sottoporre i loro studenti allo screening: non è stata serena, nel Sud Sardegna, la vigilia della ripresa delle lezioni in presenza dopo le lunghe vacanze segnate dall’esplodere dei contagi da Covid-19. Un fine settimana di tamponi: 295 a Settimo, con 9 positività emerse e segnalate all’Ats, 180 a Burcei con 3 positivi, 617 a Sinnai con 16 positivi, 486 con 7 positivi a Maracalagonis, 753 con 5 positivi a Samassi. (…) Niente test. Nel Gerrei a San Nicolò, Escalaplano, Armungia, Silius, Ballao, Villasalto e San Basilio lo screening non si è proprio fatto: i sindaci lamentano la «totale assenza» di Ats che non ha inviato personale sanitario come da ordinanza regionale. «Abbiamo dato disponibilità e supporto con il ritiro dei tamponi – scrivono – ma siamo costretti a constatare l’abbandono da parte delle istituzioni sanitarie e politiche che oggi governano la Regione». (…) Preoccupati A Senorbì l’appuntamento con lo screening è per oggi alle 9 nell’hub vaccinale in via Vittoria Nenni (ieri preso d’assalto per l’open day) e da domani nei singoli istituti. (…)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. Grandi hotel chiusi per le feste. Poche luci nel Sarrabus per Natale e Capodanno. Non tanto per le luminarie – quelle ci sono in tutti e cinque i paesi – quanto per gli eventi. Pochi e quasi tutti dedicati ai più piccoli. (…) A Villaputzu i mercatini di Natale sono stati annullati visto anche l’incremento dei positivi che ha coinvolto il mondo della scuola. Il sindaco Sandro Porcu ha disposto l’obbligo della mascherina all’aperto sino al prossimo 7 gennaio.

Gerrei

Escalaplano. L’addio alla nonnina del paese. Era la più anziana del paese. Mariangela Gessa è scomparsa a 107 anni: ieri l’ultimo saluto dei compaesani. La nonnina ha avuto quattro figli, una grande famiglia arricchita da diciannove nipoti e venti pronipoti. Una donna dal cuore d’oro e dalla grande generosità. Mariangela Gessa ha sempre aiutato il prossimo. Fino a 103 anni lavorava all’uncinetto, sapeva leggere e scrivere ed è per questo che negli anni sessanta non si tirava indietro quando qualcuno le chiedeva di comporre una lettera per i familiari all’estero. In paese era conosciuta e stimata da tutti. Sono tantissimi i messaggi di cordoglio sui social. 

Trexenta

Senorbì. Campi allagati: c’è lo stato di calamità. Il Comune di Senorbì ha dichiarato lo stato di calamità naturale per i danni subiti, in particolare dal comparto agropastorale, a seguito delle forti piogge delle scorse settimane. Il sindaco Alessandro Pireddu lo aveva promesso in un recente incontro con gli agricoltori e gli allevatori del territorio. «Abbiamo convocato la Giunta in seduta urgente per ribadire la volontà di sostenere gli imprenditori agricoli che hanno subito grosse perdite a causa dell’autunno più piovoso degli ultimi anni», dice il primo cittadino. I violenti acquazzoni hanno messo in ginocchio le aziende agricole e zootecniche di un territorio per lo più pianeggiante, dove le campagne vengono trasformate in paludi quando gli acquazzoni sono più frequenti del solito. Nei giorni scorsi, dopo la tregua del meteo, alcuni agricoltori hanno potuto avviare la semina del grano nelle ridottissime superfici di terra in cui l’acqua è ristagnata meno. (pag. 37)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

Villaputzu. Un aiuto alle attività economiche. Settantamila euro per le attività economiche di Villaputzu che hanno subito delle perdite a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. I contributi (fondi ministeriali) arriveranno in questi giorni ai commercianti che avevano partecipato al bando per gli aiuti dedicati, appunto, alle attività colpite dalla pandemia. «Si tratta – ha detto il sindaco Sandro Porcu – di un aiuto importante per tutte quelle attività del nostro paese che hanno visto in questi mesi di emergenza sanitaria ridursi drasticamente i fatturati. Un po’ di ossigeno utile per far fronte alle spese sostenute e alla crisi generale del settore del commercio». In programma anche un bando per le annualità 2021 e 2022. (pag. 38)

Trexenta

Siurgus Donigala. Sport. Domani dalle 15, al centro sportivo Green park di Siurgus Donigala, si terrà l’inaugurazione del primo campo da Padel della Trexenta. (pag. 27)

Campidano di Cagliari

Burcei. Un libro in dono a tutti gli studenti. I bambini delle scuole dell’infanzia e i ragazzi dell’Istituto primario di Burcei hanno ricevuto un dono. Il sindaco Simone Monni e l’assessora alla Pubblica istruzione Tilde Scalas hanno regalato un libro a ciascun bambino. Il progetto “liberus cun is librus” , nato dalla collaborazione dell’assessorato alla Pubblica istruzione e della bibliotecaria Simona Maccioni, vuole stimolare i bambini alla lettura, con riflessioni su argomenti importanti come la diversità, l’inclusione sociale e l’amicizia. Questo progetto durerà tutto l’anno scolastico: verranno stabiliti degli incontri con la bibliotecaria che, ospite delle scuole, promuoverà attività dedicate alla lettura dei libri e degli albi illustrati. (pag. 27)

Altre notizie

Bando per lo Smart food. La città Metropoliana di Cagliari intende utilizzare con successo i 10 milioni di euro messi a disposizione dal Mise per lo sviluppo dell’agroalimentare e nello specifico con l’azione di sistema denominata Smart Food, in qualità di soggetto responsabile. Tale attività si colloca nell’ambito delle risorse residue dei Patti Territoriali che prevede interventi pubblici e privati. (pag. 14)

Webinar sull’ambiente. La Camera di commercio di Cagliari e Oristano promuove un incontro per offrire un inquadramento sulla tematica ambientale, fornire una panoramica sulle principali normative vigenti per contrastare l’aumento delle emissioni, alle quali sono direttamente collegati gli adempimenti a carico dei gestori di impianti che rientrano nel sistema EU-ETS. (pag. 14)

«Un’occasione unica per la crescita dell’Isola». Quello che si sta vivendo è un momento unico. Tra disponibilità di fondi che arrivano dal Pnrr, dall’Unione europea e i 400 miliardi di finanziamento che Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione dei propri clienti per investimenti, l’occasione è ghiotta per far ripartire il sistema Italia e migliorare le performance pre-Covid. Parola di Stefano Cappellari, 48 anni, nuovo direttore regionale di Intesa Sanpaolo per Sardegna, Piemonte Nord e Valle d’Aosta (è subentrato a Teresio Testa, che ha lasciato il gruppo per un altro importante incarico). Il manager conosce bene l’Isola: prima dell’ultima nomina, dirigeva il settore imprese negli stessi territori. «E in Sardegna – dice – ho sempre trovato aziende con grande professionalità, visione e voglia di fare». Momento propizio Il nuovo incarico di Cappellari, dunque, arriva in un periodo in cui lo sguardo verso il futuro è fondamentale per poter promuovere una crescita duratura. «Prima della pandemia il Pil dell’Italia cresceva mediamente dello 0,7% – spiega – ora bisogna mettere in moto uno sviluppo maggiore che sia in grado di sostenere il debito pubblico del nostro Paese». Fondamentale quindi individuare i settori su cui investire e spendere per stimolare la ripresa. (pag. 15)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Gerrei

San Basilio. Giornata dell’albero nella scuola primaria. Verrà celebrata, nella scuola primaria del paese, oggi a partire dalle 10, la Giornata dell’albero 2021, organizzata dal Comune guidato dal sindaco Albino Porru. “Senza alberi non abbiamo radici”, è il titolo delle iniziative organizzate e cofinanziate dall’associazione Ambiente e/è Vita Sardegna Onlus per festeggiare la giornata dell’albero 2021 che vede gemellati i Comuni di San Basilio e di Sestu. Le scolaresche di Sestu vincitrici del concorso di idee – che ha sensibilizzato anche alle tematiche della prevenzione degli incendi col motto “non si bruciano le nostre radici” – hanno regalato venti lecci al Comune di San Basilio per contribuire, simbolicamente, al ripopolamento dei boschi del paese. (pag. 37)

Trexenta

Gesico. Rubato un defibrillatore: «Gesto incomprensibile, il ladro lo restituisca». Un furto così assurdo e privo di senso che ha lasciato l’intero paese senza parole. È sparito il defibrillatore posizionato vicino alla chiesa parrocchiale dedicata a San Pietro Apostolo, nel centro di Ortacesus. Il Dae era stato messo proprio in quel punto per renderlo disponibile per tutti i cittadini in caso di necessità, ma anche per le persone di passaggio in uno dei luoghi più frequentati del paese. Qualcuno però sabato sera ha pensato bene di portarselo via, sottraendo alla comunità un apparecchio fondamentale per salvare la vita in caso di arresto cardiaco. Un gesto vile, incomprensibile. La denuncia Il defibrillatore era stato donato alla comunità da due imprenditori di Ortacesus, Luca Cardia e Assunta Onali, titolari della società cooperativa Ranoplà che gestisce la piscina comunale “Is Arenas”. Era stato installato in una teca vicino alla piazza di chiesa in occasione di una cerimonia pubblica tenuta il 18 ottobre 2020 alla presenza dell’allora commissario straordinario del Comune Francesco Cicero e del parroco don Simon Bolomba, che aveva impartito la sua benedizione. (pag. 38)

Una fiera del turismo archeologico. Con grande partecipazione di operatori turistici e di pubblico si è chiuso, domenica a Firenze, il settimo salone internazionale del turismo archeologico “TourismA“. Per il sesto anno consecutivo, la Sardegna ha messo in vetrina alcune proposte turistiche, grazie a un patrimonio archeologico e culturale di qualità. (…) Chessa, è «importante lavorare tutti insieme: ho voluto essere qui, vicino alle realtà che si sono presentate unite in Fiera: Unione dei Comuni della Trexenta, Comune di Oniferi, Fondazioni Mont’e Prama e del Romanico, in rappresentanza di 80 Comuni che fanno filiera». (pag. 19)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Gerrei

Escalaplano. Cinghiale lapidato, lo sconcerto del sindaco. Si può essere d’accordo o meno con la caccia. Certo è che l’episodio del cinghiale barbaramente ucciso a sassate, un episodio del quale il Corpo forestale riterrebbe responsabili tre cittadini di Escalaplano, ha poco da spartire con la pratica venatoria. L’ipotesi di reato, infatti, è di maltrattamenti ai danni di animali. «Sono sconcertato», ha commentato ieri il sindaco Marco Lampis: «Un fatto gravissimo, che non rispecchia affatto la condotta dei cacciatori escalaplanesi, che, ne sono convinto, si dissoceranno in modo corale da questo episodio. La caccia, praticata nel rispetto delle norme, è uno sport, è contatto con la natura e con l’ambiente, del quale i cacciatori veri sono i primi custodi, preservandolo dagli incendi, dall’abbandono di rifiuti e da altri usi impropri del patrimonio naturale nel quale siamo immersi. Loro conoscono l’importanza di mantenere e rispettare il giusto equilibrio in natura e non si abbandonano a simili gesti. La caccia è altra cosa». I responsabili dell’uccisione del cinghiale non si sono limitati a compiere il gesto crudele: l’hanno perfino filmato e diffuso.

Campidano di Cagliari

Burcei. Soccorsi sui Sette Fratelli. Avventura a lieto fine per una famiglia di quattro persone dispersa ieri sui Sette Fratelli. L’allarme è scattato alle 18: padre, madre e due ragazzi, impegnati in un’escursione, hanno perso l’orientamento nelle montagne di Maidopis, non lontano da Campuomu, bivio di Burcei e al calare del buio non hanno trovato la strada per tornare al punto dove avevano lasciato l’auto. Sono stati i Vigili del fuoco, i forestali e il Club alpino a ritrovarli poco dopo le 20 e guidarli. Erano tutti in buone condizioni. (pag. 45)

Da L’Unione Sarda di Domenica 19 dicembre 2021

Sarrabus

Villaputzu. Municipio: c’è un’auto elettrica. Villaputzu è sempre più “green”. Da alcuni giorni è infatti in dotazione al Comune un’auto bianca completamente elettrica con la scritta sulla fiancata “Villaputzu smartcity”. «L’acquisto – spiega il sindaco Sandro Porcu – è stato possibile grazie ad un finanziamento per l’efficientamento energetico ottenuto dal Comune di 800mila euro. I fondi saranno utilizzati in particolare per l’efficientamento del centro sociale e del municipio in via Da Vinci». Tra gli interventi effettuati la sostituzione degli infissi, la realizzazione delle pensiline per i parcheggi con pannelli fotovoltaici e la sostituzione delle plafoniere fluorescenti con lampade a led ad alta efficienza dotate. Prevista, inoltre, l’installazione delle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. 

Gerrei

Escalaplano. Si filmano mentre lapidano un cinghiale. Come succede in quest’epoca dominata dai social network, hanno prodotto da sé, con le loro mani, la principale prova d’accusa: un video che li immortala mentre uccidono un cinghiale intrappolato in un guado scagliandogli contro, dall’alto, dei grossi massi. Immagini cruente, che in certi ambienti hanno fatto il giro delle chat fino ad arrivare anche sugli smartphone degli investigatori del corpo Forestale, che hanno avviato le indagini: ieri sono arrivati a identificare i presunti protagonisti. Sono tre uomini di Escalaplano di cui, al momento, non si conoscono le generalità. Si sa, invece, che saranno denunciati: l’ipotesi di reato è maltrattamento di animali, articolo 544 ter del Codice penale, con l’aggravante dell’uccisione. In caso di rinvio a giudizio, rischierebbero fino a 27 mesi di reclusione. Il video Il video dura 45 secondi. Non si sa di preciso quando sia stato girato, ma sembra recente: il clima è quello di una giornata autunnale. La scena è brutale, commentata fuori campo da battute (pronunciate in limba da voci maschili) e risate. L’obiettivo punta verso il basso. La vegetazione è fitta, e in fondo a una costa scoscesa si vede un corso d’acqua. Al centro c’è l’animale: il primo masso gli cade vicino, con un tonfo. Lui si agita, cerca inutilmente scampo, ma non c’è un passaggio utile verso la salvezza. Altri massi gli arrivano contro uno dopo l’altro dall’alto, inesorabili, sempre più vicini. Uno lo colpisce. Il cinghiale è scosso, si ferma. 

Trexenta

Senorbì. Iniziative natalizie e shopping. A Senorbì ha preso il via il programma di iniziative natalizie promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con associazioni e attività commerciali del paese. (…) Giovedì 23, ad Arixi, consegna dei doni a bambini e anziani e alle 18,30 in piazza Italia spettacolo natalizio con Maria Giovanna Cherchi. Mercoledì 29 , alle 18 nella chiesa della Madonna della Difesa della frazione Sisini, “Cantando il Natale” a cura del Coro polifonico di Senorbì e del Coro polifonico di Siliqua, diretti dal maestro Massimo Atzori.

Gesico. Degustazioni e musica per Babbo Natale. Si chiama “Il paese di Babbo Natale” il programma di iniziative festive che comprende degustazioni gratuite, visite guidate nei principali monumenti di Gesico, canzoni natalizie e rappresentazioni sacre. (…) La rassegna riparte domenica 2 gennaio: alle 18 appuntamento con la quinta edizione del presepe vivente nelle vie del paese e nel piazzale della chiesa di Santa Giusta; alle 19,30, nella chiesa parrocchiale di Santa Giusta, il concerto di Maria Luisa Congiu “Armonias de Natale”.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Gerrei

Armungia. “Lussu”, l’eroe moderno da raccontare. Ogni occasione in cui si ricorda la figura di Emilio Lussu e il suo ruolo chiave nel Novecento sardo, italiano e internazionale, sul piano dell’impegno politico-sociale oltreché per la qualità dei suoi libri (da “Marcia su Roma e dintorni” (1933) a “Un anno sull’altipiano” (1938), per nominare i più celebri), è da considerarsi benvenuta. La sua personalità portatrice di una profondità culturale e di alti valori morali di cui oggi si stenta a individuare eredi, non è però semplice da raccontare. Ritratto È quindi da salutare con doppio favore il docufilm “Lussu” (domani il dvd sarà in allegato con l’Unione Sarda al prezzo di 8,50 euro più il costo del quotidiano), diretto dal regista romano Fabio Segatori, per sua la capacità di raccontare sia l’uomo che il politico, il militare e lo scrittore con estremo rigore, rispettando le fonti e utilizzando rari e preziosi materiali d’archivio, e riuscendo nell’impresa di costruire un racconto chiaro e partecipato, che sa parlare a un pubblico di ogni età e in particolare ai tanti giovani che magari conoscono in modo parziale le sue vicende biografiche, intrecciate in modo indissolubile con gli accadimenti storici di maggior rilievo della Sardegna e dell’Italia, durante un arco temporale che dalla Prima guerra mondiale, passando per il regime fascista e i suoi nefasti effetti sociali, si estende fino all’edificazione della Repubblica. Teatro Massimo “Lussu”, già presentato con successo a cinema “Nuovo Sacher” di Nanni Moretti a Roma e poi a Firenze, Milano, Torino e in Sicilia (dove sono state girate le scene a Lipari che si riferiscono al periodo di confino imposto dal Regime nel 1927, insieme ad altri due antifascisti di alta levatura come Carlo Rosselli e Francesco Fausto Nitti), sarà proiettato a Cagliari domani alle 17.30, al Teatro Massimo di Cagliari (la durata è di 52 minuti), in collaborazione con Sardegna Teatro e in presenza del direttore della Cineteca Sarda, Antonello Zanda, che dialogherà con il regista anche in merito alla sua scelta innovativa di riprendere gli attori in green screen — grazie a un lavoro notevole sugli effetti speciali in post produzione — e di inserirli digitalmente all’interno di repertori d’epoca provenienti dagli archivi di tutto il mondo, tra i quali l’Imperial War Museum e lo Steven Spielberg Film & Video Archive. A seguire, Aldo Accardo, Giuseppe Caboni, Gianmario Demuro, Gianciacomo Ortu e Luisa Maria Plaisant interverranno sulla figura di Emilio Lussu e sui temi scaturiti dalla visione. 

Trexenta

Senorbì. Vaccinazioni a Senorbì, Esterzili e Sadali. La campagna vaccinale riprende slancio anche nei paesi del sud Sardegna. (…) A Senorbì le porte del centro vaccini si apriranno domenica dalle 9 alle 13 per un Open day riservato alle terze dosi. L’appuntamento è aperto a tutti, dai 12 anni in su (i minori dovranno essere accompagnati dai genitori), senza limiti per quanto riguarda il paese o territorio di residenza. L’unico fondamentale requisito: devono essere trascorsi almeno cinque mesi dalla somministrazione della seconda dose. Non sarà necessaria la prenotazione per accedere all’hub allestito nella palestra comunale di via Vittoria Nenni 15, di fianco agli impianti sportivi “Renato Sirigu”. L’iniziativa è promossa dai medici di medicina generale del territorio che, da diversi mesi, mandano avanti il piano di immunizzazione anti-Covid proprio nella struttura per la somministrazione dei vaccini. L’obiettivo è consolidare l’accelerazione della campagna di immunizzazione, anche attraverso la somministrazione dei richiami. 

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)