Ricerca nel sito

Responsive image

Rassegna Stampa

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

Escalaplano. Sei giorni di festa per l’Assunta

Saranno sei intensissimi giorni di festeggiamenti, dall’11 al 16 agosto, quelli del Ferragosto escalaplanese in onore della Beata Vergine Assunta, organizzati dal Comitato Classe 1982. Si tratta di una delle feste più sentite dagli escalaplanesi tant’è che sono tanti i residenti all’estero e nel resto della Penisola che fanno rientro a casa proprio in questa occasione. Si parte l’11 agosto alle 19.30 con l’organetto di Gabriele Pili, e alle 22.30 con la gara poetica con Bruno Agus, Salvatore Ladu e Giuseppe Porcu. Il 12 agosto sempre alle 19.30 animerà la serata l’organetto di Samuele Meloni, alle 22.30 il gruppo Sonos in Cumpanzia. Giornata Clou quella di sabato 13 agosto per “S’Atobiu Scalepranesu: Ballus e Mascheras”Altre notizie.

Altre notizie.

Turismo, selezione esperti

È stato pubblicato sul Portale inPA della Funzione Pubblica l’Avviso per il reclutamento di 16 coordinatori regionali, da impiegare con contratto di collaborazione nel ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nell’attuazione del progetto Pnrr dedicato al “Turismo delle Radici”. La domanda potrà essere presentata, entro il 22 agosto alle ore 23:59, collegandosi al Portale inPA.

Corsi Laore per la pesca

L’Agenzia Laore promuove la crescita professionale degli operatori del settore della pesca. Il programma prevede tre moduli per armatori di imbarcazioni e pescatori professionali e pescatori muniti di licenza di pesca professionale per le acque interne. I corsi sono gratuiti e si svolgono in modalità webinar per la parte teorica e in presenza per gli aspetti pratici. Iscrizioni entro il 6 settembre. Maggiori informazioni sul sito sardegnaagricoltura.it.

Giovani in fuga dal Sulcis Iglesiente sempre più in crisi

Calo demografico costante e migrazione in aumento esponenziale: nel 2050, secondo Eurostat, il Sulcis Iglesiente sarà il primo territorio in Italia per diminuzione della popolazione, perdendo circa un quarto dei residenti attuali. Colpa del calo demografico, che nel Sulcis si fa sentire più che altrove (quasi quattro volte più che nel resto della Sardegna), e dei flussi migratori negativi, dato che dal 2017 al 2019 è peggiorato dell’800 per cento. Chi se ne va in cerca di opportunità sono soprattutto i giovani, fascia d’età tra i 18 e i 39 anni, ad un ritmo che è quasi tre volte la media regionale.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

Guasila. Sinergia tra Comuni per il turismo

Parte da Guasila un progetto di promozione turistica di largo respiro, che coinvolge prima i singoli paesi della Trexenta e poi tutta l’Unione dei Comuni. Obiettivo: valorizzare i beni archeologici, le chiese, ma anche i beni immateriali, come le manifestazioni e le antiche tradizioni locali. «Durante la pandemia – spiega Paola Carta, assessora a Turismo e Comunicazione – ho cercato di dare forma alla mia idea di comunicazione, che si è oggi concretizzata attraverso il sito web realizzato grazie al progetto Lavoras e alle competenze dell’operatrice turistica Rosa Chiara Congiu»

Burcei. La sagra del pastore conquista tutti

La sagra del pastore tra convegni, una mostra di pittura sul paese, una gara poetica e il gran finale: un arrosto di diversi quintali delle carni di pecora, vitello e capra nel Parco del paese. Con tantissimi ospiti, turisti compresi. «Una bella festa – dice il presidente dell’associazione dei pastori che ha organizzato la sagra con la collaborazione del Comune: l’obiettivo era quello di far conoscere le nostre tradizioni, la nostra cucina, la nostra ospitalità».

Ballao. «Più tutela per il patrimonio archeologico»

La Sardegna con oltre 7mila nuraghi, 800 tombe dei giganti, 50 pozzi sacri è la terra con la più alta densità di monumenti archeologici. Ogni Comune è titolare di più siti spesso di grande valore ma difficili da gestire. Il consiglio comunale di Ballao ha votato all’unanimità un ordine del giorno in cui si chiede alla Regione di provvedere alla tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico nazionale sardo favorendo l’istituzione di un servizio archeologico e l’assunzione di almeno un archeologo in ogni Provincia, e uno in ognuna delle Unioni dei Comuni e delle Comunità Montane della Sardegna. La civiltà nuragica potrebbe essere inserita come patrimonio dell’umanità, quindi è ancora più necessario avere questo tipo di figure professionali a disposizione di ogni territorio.

Senorbì. Rimpatriata a 35 anni dal diploma

Si sono diplomati alle agrarie di Senorbì 35 anni fa, a distanza di tanto tempo hanno organizzato un piccolo raduno con l’obiettivo di mettere in campo una sorta di squadra di ex allievi a sostegno di una scuola che tradizionalmente ha un ruolo fondamentale nel tessuto culturale ma anche produttivo dell’intera Trexenta. Non una semplice rimpatriata, dunque, ma un incontro che nasce dalla volontà di condividere conoscenze ed esperienze per fare un ponte con le nuove generazioni e con gli agrotecnici di domani.

Gesico. Notti estive tra teatro, moda e musica

Ha preso il via la rassegna “Estate a Gesico” organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Unione dei Comuni Trexenta, l’associazione Trexenta Experience, la Pro loco e tutte le altre associazioni culturali attive nel piccolo centro dell’Alta Trexenta. L’inaugurazione del cartellone di iniziative è stata affidata all’astrologia con la manifestazione “Sotto un cielo di stelle” tenuta davanti a un folto pubblico nel suggestivo scenario del Monte San Mauro in compagnia Barbara Leo (astrofila), Daniela Deidda (narratrice) e Nicola Agus (musiche).

Burcei. Pastorizia e futuro: allevatori a convegno

«L’arte del pastore, tradizioni e strategie per il futuro»: sabato a Burcei si discute di allevamento di bestiame nell’ambito di un convegno programmato per le 10 nel contesto della “Festa del pastore” iniziata ieri con l’inaugurazione di una mostra di pittura di Maria Angioni e la celebrazione di una messa. Oggi si entra nel vivo con i saluti del sindaco Simone Monni e introduzione dell’assessore all’agricoltura Marcello Malloru. Nel dibattito interverranno Marco Acciaro di Agris che parlerà dell’agnellone di Sardegna e dei risultati degli studi fatti dal Consorzio agnello di Sardegna e del Distretto rurale della Barbagia, Alberto Stanislao Atzori, dell’Università di Sassari, che parlerà della produzione di alimenti e servizi ecosistemici negli allevamenti sardi, Giorgio Melis di Laore su “Filiere di produzione e di qualità”, Erika Sois del Gal sulle strategie dal Gal per la valorizzazioni delle produzioni locali.

Siurgus Donigala. Tredici anni di assistenza: «Aiutateci»

«Ci hanno lasciato soli nella sofferenza e nelle difficoltà»: è un grido di dolore quello di Ilario Stori, 32enne di Siurgus Donigala, che insieme alla madre Maria Teresa da ormai tredici anni si prende cura amorevolmente del fratello Nicola, costretto dalle conseguenze di un drammatico incidente stradale in un letto in stato vegetativo. «Vogliamo continuare a occuparci di Nicola», continua Ilario: «Lui ha bisogno del nostro amore e delle nostre attenzioni ma a noi serve aiuto. La Sanità deve dare risposte davanti a situazioni come la nostra, purtroppo non sempre questo avviene».

Armungia. Premiato il maestro sanvitese Luigi Lai

Prosegue a ritmo serrato “E… state insieme ad Armungia 2022”, manifestazione culturale voluta dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Quartu con l’obbiettivo di far crescere gli eventi culturali del piccolo centro. Il 4 agosto a esibirsi al Museo storico Emilio e Joyce Lussu nel concerto di launeddas e chitarra “Percorsi di tempo” con Fabio Vargiolu e Marcello Floris, è stato il maestro Luigi Lai. Al musicista sanvitese è stata donata dal Comune una targa ricordo. Il legame tra Lai e Armungia è stato da lui rievocato con un insieme di aneddoti uniti alla musica nella serata al museo.

Altre notizie.

«Alberghi e stabilimenti pieni, ma la stagione è troppo corta»

Alberghi pieni tutto agosto, a settembre si vedrà: nelle strutture ricettive di Pula e Santa Margherita per tutto il mese sarà quasi impossibile trovare una camera disponibile, ma il periodo di bassa stagione resta una incognita. Dopo le difficoltà delle due estati caratterizzate dal Covid, negli alberghi della costa sud-occidentale dell’Isola si registra nuovamente il pienone: per Ferragosto le strutture pluristellate ma anche le più piccole lavoreranno a pieno regime, il resto della stagione dipenderà dai viaggi last minute. Le voci Lorenzo Giannuzzi, direttore generale del Forte Village, è soddisfatto dell’andamento della stagione: «I numeri sono decisamente positivi, all’assenza del mercato russo siamo riusciti a sopperire incrementando la presenza dei turisti di altre nazionalità.

Viaggi più brevi e last minute, la vacanza dei sardi è all’estero

Dopo due anni di restrizioni – tra mascherine obbligatorie, Green pass e tamponi in aeroporto – i sardi riscoprono i viaggi all’estero, grazie a quasi 200 destinazioni garantite dai tre scali di Cagliari, Alghero e Olbia. Rispetto al passato è più bassa la durata della vacanza media (4 giorni), mentre la spesa a persona – tra biglietti aerei e pernottamento – varia dai 120 ai 200 euro al giorno per i viaggi organizzati. La pianificazione «Le vacanze fai-da-te quest’anno hanno registrato un rallentamento, anche a causa della raffica di ritardi e cancellazioni che tanti passeggeri hanno dovuto affrontare nelle ultime settimane», racconta Franco Turco, direttore dell’agenzia I viaggi di Litta. Le mete preferite? «Quelle dell’Est europeo, come Budapest.

Le famiglie si aggrappano ai bonus «Ma non risolveranno i problemi»

Due su tre non ce la fanno. Non a fare un viaggio ma a far fronte alle necessità primarie: i soldi non bastano, i risparmi sono esauriti e tutto è diventato molto-molto caro. Siamo alla resa dei conti delle famiglie, ormai esasperate e schiacciate dalla crisi che le ha messe con le spalle al muro: se si fa una spesa, all’altra si rinuncia. Un quadretto che rappresenta bene anche l’Isola, soprattutto là dove ci sono figli e le esigenze si moltiplicano, rendendo difficile stare dietro ai rincari e al costo della vita. Ecco, perché il decreto Aiuti bis del Governo «non fa miracoli» e le misure di sostegno sono accolte dai sardi semplicemente per quello che sono, «aiuti».

Il grande rilancio delle eccellenze agroalimentari

Ci sono quasi seicento famiglie che gravitano attorno a una cooperativa, quella dell’Unione Pastori di Nurri. Il centro di gravità del Distretto Agrolimentare della Sardegna, un modello per tutto il sistema delle aree interne. Un comparto che sta progettando un decollo in grande stile, perché è l’unico ad essere stato ammesso dall’Unione Europea e dal governo all’istruttoria di Accordi per lo sviluppo, progetti per 66 milioni di euro destinati alla coop e alle altre aziende del Distretto. Non solo, perché il Distretto presieduto da Salvatore Pala “incasserà” altri decreti e agevolazioni già approvati, da attivare entro fine anno. Presidente, per la zootecnia e per il vostro comparto una grande soddisfazione

Il disastro dei cieli: voli annullati e ritardi nell’Isola

In Italia abbiamo la cassa integrazione, quindi i lavoratori delle compagnie aeree messi a riposo quando c’erano i lockdown per il Covid non li abbiamo persi: ripresa l’attività, hanno ricominciato a lavorare. Ma nel resto d’Europa no, lì il personale viaggiante e di terra, e pure chi cura l’handling (assistenza agli aerei, imbarco e sbarco dei bagagli) era stato messo alla porta e ora, con il boom del turismo in Sardegna, ci sono gli aerei, ma non il personale per farli volare. E il discorso, in particolare, riguarda le compagnie low-cost. Risultato: giganteschi ritardi in qualche caso (se non cancellazioni), e ritardi non terribili ma comunque diffusi.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

San Nicolò Gerrei. Maialetto arrosto e degustazioni

Mancano poche ore all’atteso evento enogastronomico che da nove anni allieta i palati di residenti e visitatori. Domani si terrà la Sagra del maialetto organizzata da Comune, associazione Paulese-Circolo culturale anziani. Appuntamento alle 16 in piazza Emilio Lussu con l’apertura della sagra e la preparazione dei maialetti a cura dei maestri arrostitori. In piazza Sandro Pertini si potrà ammirare l’esposizione dei prodotti artigianali tipici locali. Il clou della festa è stato programmato per le 19.30 in piazza Lussu dove si terrà il laboratorio di degustazione a base di maialetto arrosto e la distribuzione dei pasti.

Altre notizie.

Enoturismo, nuove regole

La Regione ha approvato le direttive sull’enoturismo in Sardegna. Le regole interessano tutte quelle attività finalizzate ad accrescere la conoscenza degli ecosistemi vitivinicoli e svolte nei luoghi di produzione con visite guidate ai vigneti e alle cantine, comprese iniziative di carattere didattico, culturale e ricreativo, degustazioni e commercializzazione delle produzioni. Per avviare le attività sono previste procedure snelle che saranno definite in un decreto dell’assessore dell’Agricoltura.

Tirocini in azienda

È online nelle pagine dell’Aspal l’avviso tirocini formativi Garanzia Giovani che consentirà a tanti ragazzi sardi di fare un’esperienza nelle aziende e, a queste ultime, di formare nuovo personale. Fino al 22 agosto sarà possibile fare gli abbinamenti tirocinanti-imprese e da quel momento si potranno presentare i progetti fino al 10 ottobre. A Garanzia Giovani si aderisce compilando il form online tramite il portale nazionale o regionale del programma.

Master and back, nuovo bando

«Invertire la rotta è possibile. La Regione si oppone alla tendenza dei cervelli in fuga, promuovendo percorsi di alta formazione d’eccellenza fuori dall’Isola e agevolando il rientro in Sardegna per spendere le competenze acquisite nella propria terra». Così il presidente della Regione, Christian Solinas, spiega l’avviso “Master and Back” appena pubblicato e finanziato con 3.876.366 euro destinato a chi ha la residenza nell’Isola. Le novità: è aumentata l’età dei destinatari (fino a 45 anni) che vorranno seguire un master in tutte le discipline e le borse di studio andranno anche a chi non è ancora laureato, ma frequenterà l’ultimo anno in una facoltà Stem.

Sulcis in marcia per la sanità

La rivolta del Sulcis Iglesiente produce una piccola vittoria: con un ordine di servizio la direttrice generale della Asl Sulcis indica il trasferimento di cinque medici già operativi in altri reparti fra Carbonia e Iglesias, al Pronto soccorso del Cto d’Iglesias. Una riorganizzazione interna che potrebbe garantire la riapertura del servizio. Gruppo compatto La buona notizia è arrivata al termine della mega manifestazione indetta dalla Cgil, Cisl e Uil nella mattinata di ieri sotto gli uffici dell’assessorato alla Sanità: ha sortito quello che può definirsi un piccolo passo in grado di attenuare le molteplici criticità del sistema sanitario territoriale, alle prese con un solo Pronto soccorso per 127 mila abitanti, con la carenza di medici di base, di guardie mediche e turistiche, pediatri e punti prelievi.

Acqua, la Sardegna è un’isola felice Si allontana l’incubo razionamento

Stanno per rimanere a secco, nel nord Italia, dove il Po è a un livello “di piena” – ma sarebbe più opportuno chiamare “di vuota” – che fa spavento e non si sa più dove prendere l’acqua per irrigare le coltivazioni agricole e dissetare gli animali nelle fattorie. E nella storicamente siccitosa Sardegna, cui a questo giro pare spettare un’assai umida rivalsa, invece l’acqua è nei bacini: per noi che ci abitiamo, per i turisti, per quel poco d’industria che c’è e anche per l’agricoltura e l’allevamento, che da soli – questi ultimi – si bevono circa il 70 per cento delle risorse idriche dell’Isola.

Il caldo brucia i campi «I raccolti sono a rischio»

Il bollettino meteo fa molta paura. L’afa soffocante e le temperature fino a quaranta gradi previste per i prossimi giorni hanno messo in allarme le campagne sarde: a rischio infatti ci sono i raccolti di frutta e verdura di stagione, senza dimenticare la vendemmia, iniziata da qualche giorno ma pronta a entrare nel vivo tra la fine di agosto e gli inizi di settembre. Tonnellate di prodotti ogni giorno stanno quindi cuocendo nei campi al sole, bruciati da un caldo che anche gli agricoltori più esperti non ricordavano da tempo. Paure «Siamo preoccupati, una situazione simile non la vedevamo da decenni», conferma Salvatore Lotta, direttore commerciale della Op agricola Campidanese, tra le più solide e grandi aziende dell’Isola per la produzione di frutta e verdura.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

Senorbì. «Vendo i miei pesci fra le ruspe»

Costretto a vendere il pesce tra le ruspe e il caos dei lavori: è la situazione di certo non invidiabile in cui è finito dentro Marcello Lonis, pescivendolo di Senorbì che ha una sua postazione per la vendita del pesce arrosto allestita vicino alle scuole elementari in occasione della festa di Sant’Antioco e Santa Mariedda. Peccato però che già nel primo giorno di festa, l’altro ieri, la zona del suo banchetto sia stata trasformata in un cantiere aperto. Questo perché sono appena iniziati i lavori per l’adeguamento sismico e la messa in sicurezza dell’edificio che ospita le scuole primarie dell’Istituto comprensivo Luigi Mezzacapo: un progetto da 68 mila euro.

Trexenta – Parteolla. Statale 128: patto fra Anas, Regione e sindaci

Un patto istituzionale per portare a termine il progetto di ammodernamento della Statale 128: Regione, Anas ed enti locali si muoveranno all’unisono per rendere efficiente e sicura la più antica via di collegamento con il centro della Sardegna. È stato proficuo l’incontro di ieri a Barrali tra l’assessore regionale dei Lavori Pubblici Aldo Salaris, i rappresentanti di Anas e i sindaci di Trexenta, Sarcidano e Basso Campidano. «La 128 è un’opera strategica per i collegamenti della Sardegna centrale», commenta l’assessore Salaris: «Il suo efficientamento complessivo inciderà sulla connessione tra le zone interne e i poli principali».

Altre notizie.

La frenata del Pil sardo: nel 2023 solo +0,8%

La Sardegna è tra le regioni italiane che crescerà di meno nel prossimo biennio dopo che nel 2021 la ripresa sul Pil era stata del 6,6%. È quanto evidenza lo Svimez nell’anticipazione del rapporto 2022. La nostra regione confermerà quindi nel prossimo biennio le grandi difficoltà evidenziate da inizio pandemia nel riuscire a trovare una leva di sviluppo alternativa al turismo. Il Pil isolano salirà, infatti, del 2.9% nel 2022, ma la crescita nel 2023 sarà frenata sino ad un +0.8% e in lieve risalita dell’1.1% nel 2024.

Assunzioni personale

Entro le 13 del 31 agosto scade il termine per la presentazione della domanda di partecipazione, esclusivamente tramite Pec, alla selezione, per titoli e colloquio, riservata al personale precario di Sardegna Ricerche avente diritto a concorrere alla procedura di stabilizzazione. L’avviso prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 21 persone da inquadrare nel profilo funzionario tecnico (11) e “funzionario amministrativo” (10).

Effetto inflazione, consumi in calo

Gli italiani spendono di più ma comprano di meno: è l’effetto del carovita, che a giugno ha portato le vendite al dettaglio a crescere in valore (+1,4%) ma a diminuire in volume (-3,8%) rispetto ad un anno fa. Quindi, nonostante l’esborso aumenti, le sporte delle famiglie sono sempre più leggere. Non solo. Secondo i dati Istat rispetto a maggio le vendite sono diminuite dell’1,1% in valore e dell’1,8% in volume. In pratica la crescita delle vendite, sottolineano i consumatori, è una sorta di “effetto ottico” che di fatto nasconde una riduzione dei consumi che su base tendenziale è significativa soprattutto per i beni alimentari, con un -4,4% in volume a fronte di un +4,5% della spesa.

Centri urbani e lavoro, fondi per l’Isola

Le ferie per la Giunta possono aspettare. Il governo regionale guidato dal Governatore Christian Solinas ieri ha infatti ufficializzato lo stanziamento di un mini pacchetto di misure da circa 65 milioni di euro che spazia dalla riqualificazione dei centri urbani ai servizi agevolati di trasporto locale dedicati agli studenti, passando ai sostegni per le Unioni dei Comuni e la ridefinizione delle risorse per i cantieri comunali di Lavoras. Urbanistica La fetta più grossa dei finanziamenti andrà al recupero dei centri urbani. L’approvazione del bando da parte della Giunta ha messo a disposizione circa 24,7 milioni euro.

Mai più cani alla catena: una proposta di legge

Valeria Pinna L’immagine di quel cagnone bianco ustionato su un muretto in pietra aveva commosso tutti. Era uno dei sopravvissuti all’inferno di fuoco che il 24 luglio di un anno fa ha devastato il Montiferru. Angelo, così era stato ribattezzato in onore del veterinario di Suni che lo aveva salvato, alla fine non ce l’ha fatta, come migliaia di altri animali. Tantissimi selvatici ma anche diversi cane pastore, molti dei quali erano legati con la catena e non hanno avuto alcuna possibilità di fuggire davanti alle fiamme. Il deputato leghista Filippo Maturi ha presentato un disegno di legge per abolire la catena in tutta Italia. I tempi del Parlamento però sono lunghi mentre l’emergenza è adesso.

Forestazione, 6 milioni per i boschi

Sei milioni di euro ai Comuni per l’aumento, la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio boschivo. La Giunta regionale ha approvato la delibera, proposta dall’assessore all’Ambiente, Gianni Lampis, con il programma di ripartizione dei contributi. «Sono risorse importanti – sottolinea il presidente della Regione, Christian Solinas – per la salvaguardia delle nostre ricchezze ambientali e naturalistiche e per lo sviluppo economico dei nostri territori, con significative ricadute positive da un punto di vista occupazionale».

Anticiclone africano, nell’Isola 40 gradi da oggi a domenica

Se tregua c’è stata, ora è finita. L’anticiclone africano ritorna con tutti i suoi potenti effetti pronto a stringere la Sardegna in un caloroso abbraccio. Da oggi il grande caldo, che si chiami Apocalisse o Hannibal poco importa, segnerà di nuovo i giorni dell’estate, con un’escalation che porterà a 40 e passa gradi, a seconda dei posti in cui ci si trova. Il discorso è il solito: temperature record ovunque, con maggiore concentrazione nelle zone interne e meno in quelle costiere, grazie all’azione mitigante del mare. Caldo infernale Giornate forno, come in gran parte d’Italia, dove si segnalano circa dieci gradi in più rispetto alla media stagionale, con Palermo e Perugia tra le città da bollino rosso, secondo il bollettino del ministero della Salute che per 48 ore ha riacceso la massima allerta, fino a tutto venerdì quando anche Roma diventerà bollente.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

Ballao. Spopolamento: undici incontri

Il Comune guidato dal sindaco Chicco Frongia, guarda al futuro con 11 incontri (tutti alle 21 al Centro Do.Sa) in cui attraverso diverse tematiche si discuteranno idee, proposte e atti contro lo spopolamento. Un ricco cartellone quello de “Su chi est – su chi podit essi”. Il via domani con la conferenza: La sanità nel Gerrei, problemi e prospettive con Luca Dessì e Massimo Carboni, rispettivamente presidente e direttore del distretto sanitario Sarrabus Gerrei. L’8 agosto si parlerà di Comunità energetica e Impianto eolico. L’11 di archeologia con: I nuovi scavi di Funtana Coberta e la tentative list Unesco.

Senorbì. Nuovi servizi nella zona industriale: viabilità, illuminazione, marciapiedi e strade

Nuovo look e servizi aggiuntivi per la zona industriale di Senorbì. Inizieranno subito dopo l’estate i lavori finalizzati alla manutenzione straordinaria e alla valorizzazione dell’area per gli insediamenti produttivi in località Lau De Murtas. Quasi 700mila i soldi a disposizione dell’amministrazione comunale che ha messo insieme i finanziamenti arrivati dalla Regione (535mila euro stanziati dall’assessorato regionale dell’Industria) e un tesoretto del proprio bilancio. L’area verrà dotata di nuovi servizi tecnologici a disposizione delle aziende, si punta inoltre alla riqualificazione dell’impianto di illuminazione e della viabilità anche con la manutenzione dei marciapiedi.

Siurgus Donigala. Il coro polifonico femminile festeggia trent’anni di attività

La Corale di Siurgus Donigala compie 30 anni. Ensemble vocale composto da sole voci femminili, La Corale è un’associazione culturale nata con lo scopo di divulgare e promuovere la musica, con particolare attenzione verso la cultura e le tradizioni del proprio paese. Eclettismo e versatilità sono tra le di un vasto repertorio che spazia dal pop al gospel, dalla musica rinascimentale a quella moderna. Il trentesimo compleanno è stato festeggiato con un’esibizione con alcuni dei brani più importanti del repertorio e con il taglio della torta, alla presenza del presidente e fondatore Felice Cassinelli.

Altre notizie.

Il mare sardo è al top

La Sardegna è seconda in Italia nella classifica delle acque di balneazione, con un rassicurante 97,6 per cento, secondo solo al 99 per cento della Puglia. Al terzo posto c’è la Toscana quota 96. È quanto emerge dal lavoro di controllo e monitoraggio condottodal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, la rete che coordina le varie Agenzie regionali per l’ambiente presenti sul territorio nazionale.

«Il progetto gasiera non tutela la salute»

«Il progetto non è condivisibile ai fini della tutela della salute della popolazione residente nell’area». È netto il parere del dipartimento Ambiente e salute dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) sul progetto della gasiera che la Snam vorrebbe ormeggiare a Portovesme. Il documento Un parere (non vincolante) reso dall’Iss al Ministero della Transizione ecologica, nell’ambito della Valutazione di impatto ambientale in corso al Mite. Dal dipartimento Ambiente e Salute non hanno dubbi: «Il progetto non è idoneo per questo territorio – scrivono – in quanto capace di determinare un impatto, in particolare sulla matrice aria, che va ad aggiungersi a quello già presente e previsto con la riattivazione di altre sorgenti di emissione industriale».

Graduatoria Laore, 32 assunzioni

Trentadue nuovi assunti nell’amministrazione regionale sarda dalla graduatoria del concorso Laore. Da qui al 1°ottobre verranno assunti, a tempo indeterminato, colmando gravi carenze di personale. «Siamo orgogliosi – afferma l’assessora regionale al Personale, Valeria Satta – di dare il via alle assunzioni degli idonei di Laore, come previsto dal Piano del Fabbisogno del Personale. Queste assunzioni sono il frutto di una scelta politica chiara ovvero far scorrere le graduatorie vigenti, mediante un finanziamento da parte della Regione, per reperire le risorse umane già idonee e sopperire così in tempi rapidi ai vuoti professionali».

«Insularità, effetti solo se la Regione avrà più potere»

Le crisi finanziarie non portano solo un costo economico per tutti i cittadini ma alimentano il populismo. Lo sostiene Luigi Guiso, economista originario di Bitti, professore di Economia all’Einaudi Institute for Economics and Finance di Roma, che nel 2007 stabilì un record: fu il primo e l’unico a rinunciare alla presidenza del Banco di Sardegna, a cui era stato designato in contrapposizione al socio di maggioranza, la Bper capeggiata allora da Guido Leoni, a cui disse di non voler fare «il portatore d’acqua», temendo cioè la mancanza di autonomia. Luigi Guiso ha parlato della contingenza economica, e del ritorno alla regionalizzazione dopo l’arresto del processo di globalizzazione, in questa intervista per l’Unione Sarda. Cominciamo dalla Sardegna.

Al supermarket con la calcolatrice «Oggi niente frutta, costa troppo»

Al supermercato, davanti al bancone dell’ortofrutta una giovane coppia studia scrupolosamente i prezzi delle susine. Nel carrello della spesa ha già messo un melone, le banane e un po’ di verdura. I prezzi dei prodotti alimentari salgono continuamente e così si compra meno, prestando anche più attenzione a quello che si acquista. «Pagare anche oggi 4 euro e 20 un piccolo melone ci pesa, ma l’abbiamo preso lo stesso. Non possiamo sempre rinunciare: ne prendiamo uno, ma cerchiamo di farcelo bastare per qualche giorno», afferma Michael Dettori.

Carovita, un aiuto per lavoratori e anziani

L’obiettivo del Governo è uno e chiaro: dare più soldi a lavoratori dipendenti e pensionati. Le strade da percorrere sono però tante e tutt’altro che lineari. Il decreto aiuti si avvicina all’approvazione portando con sé un ulteriore taglio del cuneo fiscale per i lavoratori e l’anticipo della rivalutazione degli assegni pensionistici al fine di ridare fiato al potere d’acquisto eroso in questi mesi dall’inflazione galoppante, che ormai viaggia vicino all’8%, e dal caro energia. Oltre alla proroga dello sconto carburanti e bonus bollette, il governo sta mettendo a punto un altro taglio del cuneo fiscale, che dovrebbe essere di un punto percentuale – aggiuntivo rispetto a quello di 0,8 punti già in vigore fino a fine anno – per sei mesi (da luglio a dicembre prossimo) per i lavoratori dipendenti con redditi fino a 35mila euro l’anno.

La stangata è in tavola «Stop alle speculazioni»

Dal primo piatto al dessert: la stangata è apparecchiata sulle tavole dei sardi. I prezzi di quasi tutti i prodotti alimentari da inizio anno sono infatti schizzati in media del 10%, ben oltre il tasso d’inflazione, scatenando la rabbia delle famiglie, ma anche quelle dei produttori isolani, sempre più convinti che gli aumenti record non possano essere giustificati dalla crisi energetica e pandemica o dal conflitto in Ucraina, ma siano semplicemente il frutto di speculazioni portate avanti sulle tasche di consumatori e imprese agricole. E se il carrello della spesa in estate si è fatto sempre più costoso, meglio non andrà quando gli ombrelloni si chiuderanno e le spiagge torneranno deserte.

Rebus inflazione per i risparmi

Il “tesoretto” accumulato durante la pandemia dalle famiglie, specialmente in forma liquida, (con un’incidenza attuale dei depositi pari al 110% del reddito disponibile) rappresenta una fondamentale “garanzia psicologica” che, assumendo un’inflazione in discesa nel corso del 2023, potrà favorire la tenuta dei consumi. E’ uno degli aspetti più significativi messi in evidenza dall’ultimo Report di Area Studi Legacoop e Prometeia nel quale si sottolinea tuttavia come l’effetto difficilmente coinvolgerà i lavoratori dipendenti a basso reddito.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

San Vito. Un progetto per i lavori nelle strade comunali

Trecentomila euro per il rifacimento del manto stradale e la messa in sicurezza delle strade comunali di Monte Narba, Sant’Antioco e Perdasdefogu (viabilità, quest’ultima, della borgata di Brecca). Il progetto è stato predisposto dal Comune e sarà presentato in tempi brevi alla Regione per ottenere – tramite un bando – i fondi necessari per i lavori. L’intervento prevede la sistemazione di alcuni tratti in asfalto e di altri in terreno naturale con il posizionamento della segnaletica stradale ed eventuali opere di protezione.

Sarrabus. «Mancano i medici, mi dimetto»

Ieri mattina l’ultimo dei tanti disservizi sanitari: l’ambulanza del 118 che copre tutto il Sarrabus e il Gerrei senza il medico a bordo. Un fatto talmente grave che ha spinto il sindaco di Muravera Salvatore Piu (con una storia da medico e una da direttore generale della Asl di Sanluri) a rassegnare le dimissioni dal distretto sanitario locale che ricomprende, appunto, i sindaci di Villasimius (presidente), Muravera, Villaputzu, San Vito, Castiadas, Armungia, Ballao, Villasalto, San Nicolò Gerrei e Silius. Le dimissioni «Mi dimetto – ha sottolineato Piu – perché quello che sta accadendo è di una gravità inaudita. Io, come sindaco e come medico, ho il dovere di denunciare che il primo agosto non è stato garantito il servizio del 118.

Villasalto. Mercatini dell’usato, spettacoli e giochi per rivitalizzare il centro storico del paese

Domenica 7 agosto la comunità villasaltese e i turisti si troveranno nel cuore antico dell’abitato per la manifestazione Centro Storico in festa, organizzata dalla Pro Loco guidata da Alessia Melis, con il patrocinio del Comune sotto l’egida del sindaco Leonardo Usai. Stare insieme, rivitalizzare il centro storico e riscoprire le antiche tradizioni che caratterizzano il paese del Gerrei sono tra gli obiettivi della kermesse. «Il nostro centro storico è bello e accogliente – ha commentato il primo cittadino – la manifestazione si svolgerà interamente lì, mentre solitamente altri eventi e feste si tengono in un’altra zona dell’abitato, l’intento è proprio quello di “riviverlo”».

Burcei. Cottura delle carni, gara poetica e convegni per la “Festa del pastore” da venerdì in paese

Si svolge dal 5 al 7 agosto la “Festa del pastore”. Si inizia venerdì alle 17 con la mostra di pittura di Maria Cecilia Angioni. Alle 21,30 proiezione di un film. Sabato alle 10 convegno sul territorio burcerese e sui prodotti agro pastorali. Alle 21,30 gara poetica con gli improvvisatori Pau, Maccioni, Angiargia e Enas. Alla chitarra Gian Marco Zanda. Domenica, giornata clou della festa organizzata dall’associazione dei pastori di Burcei (presidente Antonino Cabanu), col Comune. Alle 9, inaugurazione di una mostra dell’artigianato e dell’agroalimentare e la sfilata delle Vespe d’epoca.

Altre notizie.

Occupazione al 60%, record dal 1977

Se sul fronte della crescita economica le aspettative sono ancora ostaggio dell’incertezza legata alla guerra e all’inflazione, su quello dell’occupazione la situazione a giugno in Italia fa schizzare la fiducia alle stelle. Per la prima volta dal 1977 il tasso di occupazione sfonda la soglia del 60%, assestandosi al 60,1%, mentre la disoccupazione resta stabile all’8,1% e il tasso di inattività scende al 34,5%. E le buone notizie non finiscono qui: il boom degli occupati è dovuto soprattutto all’aumento di dipendenti permanenti, il cui numero ha ora superato tutti i record dall’inizio della serie storica nel 1977. I dati Il quadro non migliora solo in Italia: anche nella zona euro la disoccupazione a giugno resta ferma al minimo storico di 6,6%. I dati diffusi dall’Istat descrivono un Paese in netta ripresa sul lato del lavoro, dopo il calo degli occupati registrato a maggio

Riparte l’estate sarda: boom di passeggeri a luglio tra navi e aerei

I numeri di luglio confermano che questa è l’estate della ripartenza del turismo anche in Sardegna, dopo due anni di Covid. Oltre 1,3 milioni i passeggeri sbarcati nei porti e aeroporti dell’Isola, in crescita rispetto al 2021 e in aumento anche rispetto al 2019, più del 6,5% rispetto al periodo pre-pandemia. «Numeri che confermano la forte attrattività della Sardegna e la dinamicità del comparto turistico che resta competitivo nonostante le incertezze sul panorama internazionale», è il commento del presidente della Regione Christian Solinas. A luglio dalle navi sono sbarcati 607mila passeggeri, il 14% in più rispetto all’anno scorso e il 6,92% rispetto all’anno pre-pandemia, «dato – sottolinea la Regione – che si attesta come migliore della stagione».

Bando “Sardegna 2030”

È stata prorogata al 10 ottobre la scadenza del concorso regionale “Racconta Sardegna2030”, rivolta agli studenti delle scuole secondarie di 2° grado e delle Università sarde per progettare una campagna di comunicazione che racconti la “Strategia regionale per lo sviluppo sostenibile Sardegna 2030”: l’obiettivo è far capire come ogni azione quotidiana possa avere impatto ambientale, sociale ed economico positivo o negativo.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Su L’Unione Sarda di oggi e nel weekend

Notizie dal territorio

Senorbì. Loculi in cimitero, tariffe invariate

Il caro vita non dà tregua, ma c’è una voce di spesa che – nonostante l’inflazione – non aumenta, almeno a Senorbì: si tratta dei costi per la concessione dei loculi cimiteriali. La Giunta comunale, convocata dal sindaco Alessandro Pireddu, ha determinato le tariffe per la concessione per tutti i loculi individuali e le aree di proprietà dell’amministrazione comunale ricadenti nei cimiteri di Senorbì e delle frazioni Arixi e Sisini. L’ultima modifica, con un ritocco al rialzo, dei costi risale al 2013. Da quella data l’amministrazione cittadina ha realizzato ulteriori loculi nei suoi quattro cimiteri, non ritenendo necessario aumentare o comunque variare le tariffe.

Villasalto. Torna “Su Crociu antigu”: laboratori, buon cibo e tradizioni

Giornata di festa oggi a Villasalto con la manifestazione “Su Crociu antigu”: laboratori, esposizioni, buon cibo e riscoperta delle tradizioni saranno lo sfondo della kermesse che ogni anno attira turisti e visitatori nel centro del Gerrei. Si annuncia una manifestazione di successo organizzata dal gruppo folk San Cristoforo con il supporto del Comune di Villasalto. «Quest’anno abbiamo il doppio delle prenotazioni rispetto allo scorso anno», ha commentato il sindaco Leonardo Usai. Si parte alle 18 con su “Bandidori” che darà notizia dell’inizio di laboratori e dell’apertura degli stand. Sarà possibile visitare i laboratori di sartoria dolci tipici e assistere alla tosatura e alla produzione di formaggi.

Guamaggiore. I bambini protagonisti di un film

I bambini della terza elementare di Guamaggiore diventano attori. È ispirato a un’opera di Grazia Deledda il film “A Guamaggiore con Cicytella” realizzato dai bambini della scuola primaria e interpretato dagli stessi alunni insieme ai loro insegnanti. Si tratta di un progetto promosso in occasione dei 150 anni della nascita dell’unica poetessa italiana che ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura. I docenti hanno coinvolto i ragazzi in un percorso didattico multidisciplinare di conoscenza di alcune delle novelle della scrittrice sarda, progetto che si è concluso con la realizzazione del lungometraggio diretto dal regista Marco Melis.

Villaputzu, San Vito, Armungia, Villasalto, San Nicolò Gerrei, Ballao e Silius. Dopo un anno di difficoltà arriva una pediatra Piu: «Poco per dieci paesi»

Un nuovo pediatra di libera scelta a tempo indeterminato per il Sarrabus Gerrei. Lo ha comunicato ai primi cittadini Massimo Carboni, il nuovo direttore del distretto sanitario che comprende Muravera, Villaputzu, Villasimius, San Vito, Castiadas, Armungia, Villasalto, San Nicolò Gerrei, Ballao e Silius. La pediatra Stefania Meloni lavorerà nei Comuni di Villasimius (lunedì e venerdì mattina, mercoledì pomeriggio), San Nicolò (martedì dalle 15 alle 17) e San Vito (tutti giorni tranne il mercoledì al mattino o al pomeriggio). Da circa un anno sul territorio era diventato complicato trovare un pediatra. In particolare a Villasimius intere famiglie sono state costrette a spostarsi a Cagliari a pagamento o a chiedere un certificato al medico di medicina generale.

Escalaplano. Dopo un anno di difficoltà arriva una pediatra Piu: «Poco per dieci paesi»

Un nuovo pediatra di libera scelta a tempo indeterminato per il Sarrabus Gerrei. Lo ha comunicato ai primi cittadini Massimo Carboni, il nuovo direttore del distretto sanitario che comprende Muravera, Villaputzu, Villasimius, San Vito, Castiadas, Armungia, Villasalto, San Nicolò Gerrei, Ballao e Silius. La pediatra Stefania Meloni lavorerà nei Comuni di Villasimius (lunedì e venerdì mattina, mercoledì pomeriggio), San Nicolò (martedì dalle 15 alle 17) e San Vito (tutti giorni tranne il mercoledì al mattino o al pomeriggio). Da circa un anno sul territorio era diventato complicato trovare un pediatra. In particolare a Villasimius intere famiglie sono state costrette a spostarsi a Cagliari a pagamento o a chiedere un certificato al medico di medicina generale.

Senorbì. Sant’Antioco e Santa Mariedda, festa al via

Al via oggi i festeggiamenti in onore di Sant’Antioco e Santa Mariedda, “Sa festa manna” di Senorbì. Alle 18 in Parrocchia la santa messa celebrata da don Elvio Puddu e a seguire la processione solenne con il simulacro e le reliquie di Sant’Antioco sul cocchio trainato dai buoi con la partecipazione dei gruppi a cavallo, dei gruppi folcloristici e della banda musicale Santa Cecilia di Quartucciu; alle 22 in Piazza Italia è in programma la serata di musica e balli tradizionale sardi con la partecipazione di Marta e il suo gruppo. Domani le messe alle 8, 10 e 18; in serata l’esibizione di Dress in Black e Emma Muscat.

Altre notizie

Pomodori e angurie, raccolti ridotti ma con più qualità

Pomodori lessati, meloni e angurie bruciati dal sole. Si fa quel che si può ma anche nei campi sardi l’ondata di caldo africano lascia i segni. Nei prodotti e nel portafogli degli agricoltori. Se infatti il sole bollente di questi mesi assicura frutta, verdura e ortaggi ben maturi, «di massima qualità», il rovescio della medaglia è una riduzione della quantità: «Di solito mettiamo in conto il 15-20% di perdite, quest’anno di più», dice Giuseppe Onnis, produttore agricolo di Samassi, in questo periodo alle prese con i pomodori da industria, eccellenza che coltiva da sempre, con carciofi e cereali. Scenario rovente Pur alla larga dalla siccità che sta colpendo il resto d’Italia, le colture sarde non sfuggono alle pene di un clima impazzito.

Non ci sono posti letto liberi, i pazienti vanno in trasferta

Non è un caso se si comincia con l’ortopedia. Dopo lo stop ai ricoveri al Brotzu di Cagliari e al San Francesco di Nuoro, coi relativi reparti (e le sale operatorie) degli altri ospedali oramai al collasso, l’urgenza più immediata è trovare un posto letto per quei pazienti che arrivano ai pronto soccorso con traumi e fratture per i quali non basta il gesso. Non deve sembrare una banalità, dall’inizio di luglio – e ad agosto andrà peggio – le richieste di ricovero si sono moltiplicate per via dell’aumento della popolazione e dell’incremento di incidenti stradali (e non solo). Sicché alle emergenze strutturali degli organici all’osso e della mancanza di specialisti, e ai problemi stagionali della carenza di sangue e delle ferie estive del personale sanitario allo stremo delle forze, si aggiunge il disagio di una terra che, diciamocelo chiaramente, potrà pure esultare perché il turismo è tornato quasi ai numeri del pre-Covid ma non è in grado di garantire l’adeguamento dei necessari servizi, in primis quello dell’assistenza sanitaria.

Italiani in vacanza, tra le mete predilette l’Isola perde terreno

Arrivi nei porti e aeroporti come ai tempi migliori, alberghi a un passo da tutto esaurito. La Sardegna in questo 2022 sembra essere tornata meta prediletta di centinaia di migliaia di turisti, tanto da spingere gli addetti ai lavori a definirla la «meta più esotica dell’Europa» appena due giorni fa. Poi capita però che dopo neanche 24 ore un sondaggio di Confcommercio sulle vacanze degli italiani dia indicazioni diverse: l’Isola sarebbe solo al settimo posto nelle preferenze dei connazionali in partenza per le ferie. Quarta un mese fa, oggi è (sarebbe) alle spalle di Puglia (la più gettonata) ma anche, tra le altre, di Emilia Romagna e Liguria. Vittima forse, ipotizza lo studio, del caro-traghetti e del caro-aerei.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

Senorbì. Via Danubio, il Comune si riappropria dell’immobile

La comunità di Senorbì è ritornata in possesso dei locali di via Danubio che un tempo hanno ospitato la scuola dell’infanzia e la ludoteca. Dopo otto anni l’amministrazione comunale del centro della Trexenta è riuscita nell’impresa – si può definire tale vista la lunga attesa – di riavere indietro le chiavi dell’edificio dato in prestito all’Ats di Cagliari perché venisse realizzato il primo centro dialisi per la Trexenta. Un progetto che però non ha mai avuto seguito. La decisione di aprire una struttura adatta alle cure per i dializzati era stata subito accantonata, perché i numeri delle persone a cui doveva essere rivolto il servizio non giustificavano un investimento di quel tipo. Nonostante il mancato utilizzo, il locale è rimasto nelle mani dell’azienda sanitaria per tutto questo tempo.

Altre notizie

«Bonus 110%, un affare per l’Isola»

Due anni di entusiasmi, affari d’oro, boom di cantieri e assunzioni, critiche, abusi, lungaggini burocratiche e polemiche: la storia del Superbonus 110% è breve ma intensa. E divide ancora i pareri di politici e imprenditori sui reali benefici portati all’economia italiana a partire dall’estate del 2020, ossia dal varo di una delle più rivoluzionarie quanto discusse misure del nostro Paese. Chiarezza A spazzare ogni polemica sugli incentivi che garantiscono una detrazione fiscale del 110% sugli investimenti fatti per la ristrutturazione in chiave energetica degli edifici ci hanno pensato i costruttori sardi che alle polemiche hanno deciso di rispondere con i numeri. Il ritorno economico del bonus avrebbe infatti, secondo i rappresentanti dell’Ance, l’associazione delle imprese edili iscritte a Confindustria, dimensioni più che triple rispetto all’investimento iniziale, considerando anche gli effetti su occupazione e, non di secondo piano, sul taglio delle emissioni di Co2.

Alimentari, la stangata

L’aumento dei prezzi scatenato dalla guerra in Ucraina costerà quest’anno alle famiglie italiane quasi 9 miliardi di euro soltanto per la spesa alimentare, a causa dell’effetto dell’inflazione che colpisce soprattutto le categorie più deboli. È quanto emerge dall’analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Istat sui consumi degli italiani e dell’andamento dell’inflazione nei primi sei mesi dell’anno.

Più terreni per l’agricoltura bio

Crescono nell’Isola le superfici e gli operatori che certificano biologico. In un anno, dal 2020 al 2021, secondo Coldiretti Sardegna, le superfici sarde biologiche sono cresciute del 2,4%, gli operatori del 5,4%. Nell’Isola ci sono 150.456 ettari, che la classificano al settimo posto tra le Regioni italiane con il 12,7% del totale (2.186.570), mentre le imprese bio sono 2.202, rispetto alle 86.144 dell’intera Penisola, leader in Europa. Il trend positivo conferma anche le tendenze dei consumatori: nell’ultimo decennio – secondo i dati Biobank – le vendite bio totali sono più che raddoppiate (+122%). E sono due su tre (il 64%) gli italiani che mettono prodotti bio nel carrello.

Sanità, tensione nel Sulcis

Due proteste in una mattinata, tensione a mille e preoccupazione per lo stato di salute della sanità nel Sulcis Iglesiente alla vigilia dell’incontro in programma oggi tra vertici della Asl, sindaci e sindacalisti. Ieri è stata l’ennesima giornata convulsa, iniziata con due manifestazioni: prima davanti al Cto di Iglesias, poi all’ingresso della sede Asl di Carbonia. Le rimostranze sono quelle note: riaprire il Pronto soccorso dell’ospedale di Iglesias chiuso da oltre un mese e alleggerire lo stesso reparto del Sirai di Carbonia tramortito dal peso di un afflusso di utenza senza precedenti. La protesta «In questo momento c’è lo stesso numero di medici che c’era prima della chiusura del reparto – ha dichiarato il sindaco di Iglesias Mauro Usai durante un confronto con il direttorio sanitario Giuseppe Pes – pertanto ora è solo una questione di volontà, di politica aziendale e anche regionale.

L’insularità ora è legge «I sardi si faranno valere»

«Abbiamo cambiato il corso della storia». Il momento è solenne, dall’aula di Montecitorio si leva un lungo applauso liberatorio: l’insularità ce l’ha fatta, alle 10.47 di ieri è legge. Con 412 sì (ne bastavano 316 per centrare la maggioranza alla quarta e ultima approvazione del provvedimento in Parlamento) e due minuti appena per aprire le porte della Costituzione a un principio, l’insularità appunto, di cui d’ora in avanti si dovrà tener conto, semplicemente perché è scritto sulla Carta. Il via libera del Parlamento riguarda la modifica dell’articolo 119 a cui sarà aggiunto un nuovo comma: “La Repubblica riconosce le peculiarità delle Isole e promuove le misure necessarie a rimuovere gli svantaggi derivanti dall’insularità”.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Altre notizie

Nell’Isola il vaiolo delle scimmie

Era arrivato al pronto soccorso dell’ospedale Santissima Trinità la sera del 20 luglio, con evidenti i sintomi di infezione da Covid. Ma con il passare delle ore, un cagliaritano di 39 anni ha mostrato sulla pelle la comparsa di un eritema che ha subito insospettito sia i medici. Alla fine, la conferma è arrivata dagli esami del laboratorio analisi del Policlinico universitario di Monserrato: anche in Sardegna è arrivato il vaiolo delle scimmie e, stando ai sospetti dei sanitari, quello scoperto ieri a Cagliari potrebbe non essere l’unico. Paziente in terapia Per avere la conferma ufficiale sarà necessario attendere che la segnalazione arrivi all’Istituto Superiore di Sanità, ma già ieri l’Azienda universitaria ospedaliera di Cagliari ha fatto sapere che il primo caso in Sardegna è stato isolato nel laboratorio diretto da Ferdinando Coghe. Nel frattempo è già iniziata la terapia del paziente – affetto anche da altre gravi patologie – nel reparto di Pneumologia del Santissima Trinità

Alimentari, 8mila imprese a rischio

L’aumento spropositato dei costi energetici e delle materie prime colpisce anche i produttori alimentari dell’Isola: molti rischiano di dover chiudere l’attività, se non ci saranno interventi specifici. Secondo i dati di Confartigianato Sardegna nel settore ci sono 7.900 laboratori che danno lavoro a quasi 20mila addetti. Panificatori, pastai, casari, cioccolatieri, gelatieri, pasticcieri e tutti coloro che operano nelle varie imprese che si occupano di ristorazione, produzione di birra e lavorazione di carni si ritrovano a lavorare tra tante difficoltà, nel tentativo di limitare i costi, per evitare di gravare troppo sui consumatori. I dati. Rispetto a giugno, questo mese le bollette di elettricità e gas hanno avuto un rincaro del 55%, mentre il valore delle materie prime è salito fino all’85%.

Fondi per i progetti dei Comuni

Quaranta milioni per la progettualità degli Enti locali. Erogate tutte le risorse stanziate per i Comuni sardi per il 2022, con una soglia minima di finanziamento per Ente pari a trentamila euro. «Diamo attuazione a un’altra importante misura prevista dalla legge di bilancio per contrastare lo spopolamento», spiega il presidente della Regione, Christian Solinas. Il fondo anticipa le spese della progettazione, da realizzare entro i 18 mesi successivi. «Agevoliamo la realizzazione degli interventi, privilegiando lo sviluppo locale e sostenendo i programmi di crescita dei territori», commenta l’assessore al Bilancio e alla programmazione, Giuseppe Fasolino

Egas, eletti i dieci sindaci

Eletti i dieci componenti del Comitato istituzionale d’ambito di Egas, in rappresentanza dei Comuni. Per la prima categoria (Comuni capoluogo di provincia e della Città m etropolitana) il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, e quello di Nuoro, Andrea Soddu, riconfermato. Per la seconda categoria (Comuni con popolazione uguale o superiore ai 10mila abitanti) ci sono il primo cittadino di Olbia, Settimo Nizzi ( riconfermato) e l’assessora di Porto Torres, Maria Bastiana Cocco. Per la terza (Comuni fra i tremila e 10mila abitanti ) i sindaci di Calangianus, Fabio Albieri ( riconfermato) e di Gonnesa, Pietro Cocco.Infine, nella quarta categoria di Comuni (sotto i tremila abitanti) confermati i sindaci di Nuragus (Giovanni Daga) e Aggius (Nicola Muzzu) ed eletti Gianfranco Soletta (Thiesi) e Gianfranco Lecca (Loceri)

Sogaer, Confcommercio nuovo azionista

«Finalmente Confcommercio Sud Sardegna è azionista di Sogaer e potrà farsi sentire in assemblea». Così Alberto Bertolotti e Fausto Mura, presidente e vicepresidente di Confcommercio Sud Sardegna, annunciano l’ingresso dell’associazione nella società di gestione dell’aeroporto di Cagliari-Elmas in seguito all’acquisto della quota detenuta dal Consorzio turistico Sardegna Costa-Sud. «Si tratta di un passaggio fondamentale perché, in quanto azionisti, ora chiederemo fermamente a Sogaer di partecipare attivamente a tutte le decisioni e di avere accesso ai documenti che continuano a rimanere segreti e che riguardano il futuro dell’aeroporto di Cagliari», precisano Bertolotti e Mura.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal territorio

Trexenta. Tamponi gratuiti ai cittadini: nuovo sistema di prenotazione

Arrivano i tamponi gratuiti per i cittadini residenti nel Distretto Sarcidano-Barbagia di Seulo-Trexenta. Al via il nuovo sistema di prenotazione che verrà fatta attraverso la piattaforma regionale GCC, il cittadino riceverà un Sms indicante la data, l’ora e il luogo di effettuazione del tampone I test verranno eseguiti in piazza Unità d’Italia di Mandas dove in questi anni di pandemia è sempre stata operativa una sede dell’Usca. Si va così a potenziare un sistema che è stato un punto di riferimento nei momenti più difficile dell’epidemia da Covid-19. Il sistema di prenotazione degli appuntamenti partirà da oggi in via sperimentale , i tamponi saranno effettuati nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 15 alle ore 16.

Senorbì Mandas. Due scommesse sugli ecocentri

In Trexenta sempre più Comuni si affidano alle isole ecologiche per combattere la comparsa delle discariche abusive. A Senorbì sono ormai in fase di conclusione i lavori per la realizzazione dell’ecocentro, dove sarà possibile conferire i rifiuti per i quale non è prevista la raccolta a domicilio. La struttura vuole potenziare il servizio della differenziata dei rifiuti rivolto ai residenti di Senorbì e delle frazioni Arixi e Sisini. Si tratta di un investimento che sfiora i 50 mila euro. A Mandas invece l’ecocentro comunale esiste da diversi anni, ma – dopo un lungo periodo di inattività – è stato necessario realizzare alcuni lavori di messa in sicurezza.

Ortacesus. Via ai lavori negli impianti sportivi: verrà realizzato un nuovo campo da padel

Al via i lavori per valorizzare gli impianti sportivi Santa Marta. L’amministrazione comunale di Ortacesus ha approvato il progetto esecutivo di adeguamento funzionale e manutenzione straordinaria dell’area sportiva situata alla periferia del paese, nella strada verso Guamaggiore. La delibera che di fatto dà il via ai lavori è stata approvata dalla Giunta convocata dalla sindaca Maria Carmela Lecca alla presenza degli assessori Loredana Mascia, Maria Maddalena Bullita e Davis Alì Manis. Sono stati stanziati 100.000 euro ricavati dalla quota di parte dell’avanzo di amministrazione dell’annualità 2020: si tratta quindi di risorse del bilancio comunale, messe da parte con lungimiranza per essere reinvestite per opere e lavori pubblici.

San Vito. Lingua sarda: presentati tre progetti

Tutelare e diffondere la lingua sarda parlata e scritta soprattutto in ambito archeologico, musicale e turistico. È uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale di San Vito (capofila) e di Villaputzu che hanno predisposto tre progetti da presentare alla Regione per ottenere, appunto, i fondi necessari. Il primo riguarda lo sportello linguistico (Uficiu linguisticu sarrabesu), il secondo l’attività di formazione (Lingua, storia e musica de sa Sardinnia) e il terzo l’aspetto culturale (A sa scoberta de su territoriu). Il costo del progetto è di circa 32mila euro: 20mila per lo sportello linguistico (due gli operatori, uno per ogni Comune), settemila per la formazione e cinquemila per l’attività culturale di promozione linguistica.

Altre notizie.

Bando Sardegna Ricerche

Sardegna Ricerche ha pubblicato il bando “Servizi per l’innovazione nelle Mmpi del settore turistico”, rivolto alle micro, piccole e medie imprese del settore turistico e culturale. L’iniziativa vuole favorire l’innovazione attraverso il sostegno alla realizzazione di un Piano di innovazione per l’acquisizione di servizi destinati all’introduzione di strumenti ICT. Le domande potranno essere presentate dal 15 settembre sul sistema regionale Sipes.

Il decennio nero per l’agricoltura sarda: «Perse quasi quattordicimila aziende»

I primi dati in anteprima del censimento Istat sull’agricoltura, riferiti all’annata agraria 2019-20 tracciano un bilancio nero per l’Isola. «La Sardegna ha perso consistenza nel campo agricolo, dove il numero delle aziende agricole in dieci anni si è ridotto di ben 13.735», spiega Tore Piana, presidente del Centro studi agricoli. «Un dato molto preoccupante se si guarda in termini di occupati, dove il calo si aggira su un meno 33%». A alleviare il dato negativo è l’aumento della Sau (Superficie agricola utilizzata, ndr) che passa da 1.154.000 a 1.235.000 ettari. «Ciò significa che mentre diminuiscono le piccole aziende aumentano le grandi aziende», conclude Piana.

Caldo, nell’Isola niente tregua

Il gran caldo non dà tregua alla Sardegna. Dopo l’infernale giornata di ieri, oggi le temperature resteranno altissime. Cagliari rimane tra le 9 città da bollino rosso (ieri erano 27), ovvero con il livello massimo di allerta esattamente come nel giorno precedente. Ma la situazione non è diversa nel resto della regione, un leggero allentamento del clima torrido potrebbe arrivare nel fine settimana. Temporali al Nord Si smorza il gran caldo e arrivano temporali soprattutto al Nord. Secondo l’analisi del meteorologo Lorenzo Tedici, del sito www.iLMeteo.it, «aria più fresca in quota farà il suo ingresso in Italia e mescolandosi con quella rovente preesistente genererà intensi temporali accompagnati da grandinate e forti colpi di vento».

«Sanità sarda in codice rosso»

Sanità sarda allo sbando, secondo le forze politiche dell’opposizione e non solo. Ieri il gruppo LeU-Articolo 1-Demos Possibile ha passato in rassegna tutte le criticità del sistema regionale, i Progressisti hanno invitato la Giunta a tener conto delle denunce quotidiane delle associazioni di pazienti, degli operatori sanitari e dei sindacati, la consigliera di Idea Sardegna Carla Cuccu ha sottolineato la drammaticità della situazione nel Sulcis-Iglesiente, chiedendo all’assessore Nieddu di sollevare dall’incarico i vertici della Asl di Iglesias. La denuncia di LeU Liste d’attesa, carenza di personale, pronto soccorso chiusi e attuazione della riforma sanitaria sono i principali problemi posti da LeU.

Corte d’Appello: conguagli Abbanoa fuorilegge

Mauro Pili Maria Teresa Spanu, Presidente di sezione della Corte d’Appello di Cagliari, sede distaccata di Sassari, è Giudice che non guarda in faccia a nessuno. La sentenza appena emessa è di quelle da calibro pesante: i conguagli pregressi 2005-2011 emessi da Abbanoa sono fuorilegge. Non per modo di dire, ma per una lezione di diritto che il collegio della Corte d’Appello, con Cinzia Caleffi e Francesca Manconi, mette nero su bianco in una decisione che trasforma l’estate di Abbanoa in una Caporetto senza precedenti. Non sono passate nemmeno 48 ore dalla multa del secolo, 5 milioni di euro, inferta dall’Antitrust al gestore idrico della Sardegna per pratiche scorrete, che per i gestori dell’acqua pubblica arriva l’ennesima durissima mazzata.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)