Ricerca nel sito

Responsive image

Rassegna Stampa

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Guasila. In piazza. Oggi alle 19.45, in piazza Trexenta, presentazione del libro di racconti “Immagina un’isola”. (pag. 31)

Guamaggiore. Barru, nuovi studi sulla reggia nuragica. A settembre riprenderanno le indagini scientifiche sulla reggia nuragica di Barru. A Guamaggiore arriveranno alcuni ricercatori dell’Università di Tubinga (Germania) provenienti dalla Germania, dall’Inghilterra e dagli Stati Uniti interessati allo studio del complesso nuragico situato al confine tra i Comuni di Guamaggiore e Guasila. Verranno effettuate le esplorazioni fisiche dell’intero villaggio già autorizzate dal Ministero per le Attività culturali e per il Turismo e dalla Soprintendenza dei Beni Culturali di Cagliari. L’amministrazione comunale, in previsione dell’importante iniziativa, intende organizzare insieme ai cittadini e alle associazioni di volontariato alcune giornate di pulizia dell’area per consentire che le attività di studio possano svolgersi in condizioni ottimali. Il Comune di Guamaggiore, in collaborazione con il Servizio Tutela del Paesaggio della Regione e con la Soprintendenza, sta portando avanti l’ambizioso progetto di recupero in chiave turistica dell’intera area archeologica dove nascerà anche un Centro servizi. (pag. 33)

Senorbì. Salotto letterario nel museo Domu Nosta. A Senorbì il primo appuntamento estivo con il “Salotto Letterario” promosso dall’associazione culturale Carta Bianca. Oggi alle 18.30, nel museo Domu Nosta, Fabrizio Manca Nicoletti presenterà le opere letterarie di Carlo Erriu, Mamadou Mbengue, Adriano Orlando, Salvatore Capra, Antonello Greco, Sebastiano Mario Fiori e Franca Todde. Si terranno poi le premiazioni del concorso di poesia dedicato a Sant’Efisio. Verranno premiati inoltre i vincitori dell’undicesima edizione del concorso per racconti brevi e aforismi del Comune di Senorbì. (pag. 33)

Campidano di Cagliari

Burcei. I regali da Sinnai e Burcei. ll buon cuore dei burceresi e di una impresa edile di Macchiareddu che hanno donato rotoli di rete e pali per la recinzione per il ricovero degli animali oggi allo sbando, incustodito e affamato, dopo gli incendi. Le recinzioni serviranno proprio a proteggere il bestiame, ma servono anche pali e rete metallica. Da Burcei e non solo sono arrivate le risposte con un primo carico di reti trasportata dai volontari del Masise nella mattinata e consegnata in un centro di smistamento di Ottana dove convergono altri aiuti. «I ragazzi sono partiti di buon mattino – ha detto Luigia Cappai, presidente del Masise -. Come tutti i volontari della Sardegna siamo qui pronti a ogni richiesta di intervento. Le recinzioni sono necessarie per creare nuovo ovili, per tenere a bada il bestiame, per poterlo accudire meglio». (pag. 7)

Altre notizie

L’Isola ha perso 55mila abitanti in 5 anni. Svuotamento dei territori, cronico malessere demografico e disoccupazione: sono i punti emersi dal report “Spopolamento e flussi migratori”, realizzato da Mauro Carta, presidente del comitato regionale per l’emigrazione e l’immigrazione delle Acli (Crei) e dal ricercatore Marco Sideri. L’iniziativa si inserisce nel progetto di ricerca sui flussi migratori in Sardegna e punta un faro su province e singoli Comuni. Si parte da un dato: negli ultimi cinque anni si sono persi 55mila abitanti. Il 2021 è sotto la soglia di 1.600.000. Voragine demografica Dai dati si evince il declino demografico in tutta l’Isola: le province di Oristano, Nuoro e Sud Sardegna perdono il 4,2% della popolazione dal 2017, mentre le province di Sassari e Città metropolitana di Cagliari oltre il 2,5%. I Comuni con più di 30.000 abitanti sono appena 7, 16 quelli oltre i 15.000. L’effetto Covid ha fatto salire l’indice di mortalità: 747 i morti nell’Isola secondo i dati ufficiali, la Sardegna presenta però la percentuale più alta, il 65%, di aumento dei decessi per cause non legate alla pandemia (1.411). Un effetto che gli studiosi legano al fatto che centinaia di persone potrebbero non aver ricevuto le prestazioni sanitarie necessarie da parte di un sistema regionale in gran parte impegnato nella lotta al virus. (pag. 9)

“100 Torri” , il periplo dell’Isola da scoprire camminando insieme. Gli anziani erano soliti ripetere, nelle diverse declinazioni linguistiche, centu concas e centu berrittas a rimarcare la difficoltà, atavica e quasi biologica, dei sardi a sentirsi comunità, oggi si direbbe “a fare rete”. Per una volta il numero 100 vuole promuovere l’unione dei territori, facendo dialogare «torri e campanili, in un affascinante percorso lungo il periplo della Sardegna, fra natura incontaminata e antiche tradizioni». Il Cammino “100Torri” Nato come una sfida aperta a tutte le età e nazionalità, il Cammino “100Torri” è oggi una realtà che va a ulteriormente arricchire le proposte di quel turismo lento che in Sardegna è «industria che può marciare a pieno carico tutti i mesi dell’anno», come ha ribadito l’assessore regionale al Turismo, Gianni Chessa, alla presentazione del progetto. Videocollegata una folta rappresentanza degli 80 sindaci (da Sant’Antioco a Badesi, da Alghero a Villaputzu) coinvolti da questo irripetibile periplo dell’isola. I numeri È stato Nicola Melis, presidente e fondatore dell’Associazione “Cammino 100Torri“, a illustrare numeri e filosofia del progetto: suddiviso in 70 tappe, percorribile in un arco di tempo tra i 45 e 60 giorni, gran parte su sentieri o spiagge lasciando solo una minima percentuale a strade asfaltate, «1.284 i chilometri del Cammino, 80 i comuni coinvolti, 60 le aree naturali protette e 27 gli ambiti costieri: un periplo che comprende 108 torri costiere, 170 chiese e 90 siti archeologici». (…) Obiettivo immediato è quello di inserire il “Cammino 100Torri” nel Registro regionale, che oggi già comprende il cammino minerario di Santa Barbara, di San Giorgio, di Santu Jacu e (al momento solo sulla carta) quello di Sant’Efisio. 

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Senorbì. Allaccio abusivo per energia e acqua: denunciati. Allaccio abusivo all’acqua potabile e all’energia elettrica, marito e moglie nei guai a Senorbì. La furbizia è costata la denuncia a una coppia di origini marocchine residente nella frazione Arixi, a tre chilometri dal centro abitato di Senorbì. E.G.S., ambulante di 43 anni, e la moglie Z.F., 42 anni, dovranno difendersi dall’accusa di furto d’acqua e di energia elettrica in concorso e manomissione degli impianti di misurazione. Mercoledì mattina i carabinieri della stazione del centro della Trexenta, a conclusione di un’attività di indagine conseguente al sopralluogo effettuato insieme ai tecnici della società Enel-Distribuzione e dell’ente gestore del servizio idrico Abbanoa lo scorso 7 giugno, hanno denunciato marito e moglie ritenuti responsabili dell’allaccio abusivo per l’uso domestico dell’acqua potabile e dell’energia elettrica. (pag. 24)

Guasila, piazza “Immagina un’isola”. Il libro “Immagina un’isola” di Dario Castriota sarà presentato domani pomeriggio alle 19.45 in piazza Trexenta. Insieme all’autore le tre co-autrici del volume: Elisabetta Atzori, Paola Carta e Daniela Meloni Colombu. (pag. 45)

Altre notizie

Proroga contributi. I contributi previdenziali per artigiani, commercianti, professionisti sono rientrati nel campo di applicazione della proroga prevista dall’articolo 9 ter DL Sostegni bis per i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi. La scadenza del primo acconto e del saldo 2020 passa di conseguenza al 15 settembre. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale dell’Inps. (pag. 13)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Senorbì. Scontro politico sulla Tari: «In alcuni casi tariffe più alte». «Considerando il periodo di crisi, ci aspettavamo un maggior impegno per introdurre le agevolazioni sul pagamento della Tari». Lo sostiene il consigliere comunale Marco Basciu, rappresentante del gruppo di opposizione “Bene Comune Senorbi Arixi Sisini”, intervenuto in sede di approvazione in Aula del Piano economico e finanziario (Pef) della gestione del servizio della raccolta rifiuti urbani per il 2021. «Per alcune categorie la Tari è addirittura aumentata – continua Basciu –, e anche per quanto riguarda le scelte future notiamo una mancanza di strategia. Siamo contrari all’introduzione dei mastelli tele-controllati che saranno a carico dei contribuenti». La riduzione Tari per le utenze non domestiche complessivamente è di 20.418 euro, pari al 28,30 per cento della tariffa per tutto l’anno. (pag. 33)

Escalaplano. Primi passi dell’ecomuseo. Il Comune vuole valorizzare il territorio con il progetto dell’Ecomuseo che coinvolgerà tutta la comunità. Si tratta di un processo di analisi, studio e ricerca sulle potenzialità e criticità per migliorare la comunità e le prospettive future affinché il paese diventi un attrattore, prendendo in analisi diversi aspetti come quelli culturale, ambientale, naturalistico. Per la realizzazione dell’Ecomuseo occorrono sia le risorse umane – necessario il coinvolgimento della popolazione – sia i luoghi dove poter effettuare gli studi e le risorse finanziarie. Sono stati scelti i locali deputati a ospitare il team di lavoro: il polo socio culturale che ospita la casa della Cultura, ex casa Furcas che diventerà il museo laboratorio dell’olio di lentisco, l’ex monte granatico futuro museo etnografico attivo, il Ceas. (pag.33)

Gerrei

Ballao, San Nicolò Gerrei e Silius. Tre piccoli paesi senza medico da quindici giorni. Da quindici giorni i cittadini di Ballao, San Nicolò Gerrei e Silius sono senza un medico di base. Duemilacinquecento persone senza un minimo di assistenza sanitaria. L’unica possibilità, perlomeno per chi ha patologie pregresse e necessità di una ricetta, è rivolgersi alla guardia medica dalle 20 in poi. Con lunghe file di anziani sin quasi mezzanotte sia a San Nicolò che a Ballao (a Silius non c’è neppure la guardia medica). La denuncia Una situazione “gravissima” come hanno denunciato i sindaci dei tre paesi: «I due medici di medicina generale che coprivano i nostri Comuni – hanno sottolineato Stefano Soro (San Nicolò), Chicco Frongia (Ballao) e Antonio Forci (Silius) – sono assenti per motivi di salute e allo stato attuale è venuta meno ogni forma di assistenza sanitaria di base per cui una popolazione di 2500 abitanti si ritrova in uno stato di estremo disagio». A fine giugno, per motivi di salute, ha dovuto sospendere l’attività il medico Fabio Barbarossa, conosciuto e stimato in tutto il Gerrei. Due settimane fa anche la dottoressa Marta Usala ha dato forfait sempre per motivi di salute. A nulla sono serviti i tentativi di trovare dei sostituti. (pag. 34)

Altre notizie

Riconversione vigneti. Prorogata al 31 luglio 2021 la scadenza delle domande per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti. La difficoltà di rispettare la scadenza era dovuta a un ritardo dell’apertura dell’applicazione sul sistema SIAN. Maggiori informazioni sul sito Mipaf.it.

Promozione del latte. Domani a Roma alle 12,sarà presentata la campagna di comunicazione sulla filiera lattiero-casearia promossa da Confcooperative “Anche nel latte siamo campioni d’Europa”. (…) Per partecipare da remoto visitare il sito ufficiale di Confcooperative.

Confartigianato alla Giunta: «Il settore ha “fame” di risorse». «Consolidare l’impegno per una adeguata copertura finanziaria». È questo l’appello lanciato dalla presidente di Confartigianato Sardegna Maria Amelia Lai nel chiedere un incontro con gli assessori regionali a Bilancio e Turismo Fasolino e Chessa. Secondo l’associazione, le imprese artigiane sarde hanno “fame” di incentivi e la Legge 949 del 1952, principale strumento delle piccole aziende isolane, è stata la risposta a questa necessità. Da qualche giorno, però, sono andati esauriti i 15 milioni di euro che, circa 10 mesi fa la Giunta aveva stanziato per coprire il fabbisogno di una norma disegnata appositamente per il comparto artigiano.

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Sarrabus

«Cinque posti di lavoro a chi ha subìto danni dai roghi». Cinque posti di lavoro, vitto e alloggio compresi, al resort Santa Giusta sullo Scoglio di Peppino. Ad offrirli alle persone che risiedono nei territori devastati dagli incendi è il direttore del resort Giovanni Iozza. «Perché – spiega – ritengo sia la cosa più dignitosa aiutarli dando loro un lavoro». Un lavoro senza bisogno di particolari qualifiche come quello, ad esempio, di cameriera ai piani: «Mi rivolgo in particolare alle ragazze – aggiunge Iozza – magari figlie di pastori o di famiglie che hanno visto finire in fumo la loro azienda e i sacrifici di una vita. Andiamo a prenderli noi direttamente a casa e li portiamo qui offrendo vitto, alloggio e un’ottima paga». Almeno due mesi di lavoro (il resort chiuderà a settembre) a costo zero per i nuovi dipendenti. (…) Chiunque mi può contattare alla mail insulanonsolomare@gmail.com». (…)  La gara di solidarietà è scattata in tutti i Comuni del Sarrabus. Pronti a fare la loro parte anche le amministrazioni comunali e i cittadini di Muravera, San Vito, Villaputzu e Villasimius. Con in più, grazie all’imprenditore turistico di Castiadas, l’offerta di cinque posti di lavoro. (pag. 7)

Trexenta

Senorbì. Incidente stradale ieri mattina nella via Carlo Sanna a Senorbì: coinvolte una Toyota Yaris e un motorino. Alla guida del ciclomotore un ragazzo minorenne di Suelli, che è stato trasportato all’ospedale Brotzu per accertamenti (in codice rosso per la dinamica). Illeso l’automobilista di Senorbì. (pag. 31)

Senorbì. Il paese in lutto per Anass. Sarà sepolto in patria Anass El Hadri, il 39enne di origini marocchine che ha perso la vita sabato notte alle 3 a causa di un’esplosione provocata da una fuoriuscita di gas nel suo appartamento al primo piano dalla palazzina in via Mazzini 5 a Senorbì. La famiglia è in attesa di ricevere il nulla osta per la sepoltura, necessario per l’imbarco della salma su un volo diretto in Marocco. Il cordoglio La comunità marocchina della Trexenta è in lutto per la tragica morte dell’uomo, sposato e padre di due bambini. Prima di trasferirsi a Senorbì, dove aveva frequentato le scuole dell’obbligo e si era ben integrato, viveva con i genitori a Sant’Andrea Frius.(pag. 33)

Guasila. «Rimossi tutti i pali pericolanti». L’amministrazione comunale di Guasila è pronta a intervenire sull’impianto di illuminazione pubblica. Bisognerà però attendere il prossimo Consiglio comunale per stanziare le risorse necessarie. «Abbiamo a disposizione 240mila euro – dice la sindaca Paola Casula –, l’avanzo di amministrazione è ora utilizzabile dopo che sono state liberate le risorse a seguito della chiusura di un vecchio contenzioso». La prima cittadina replica in questo modo alle accuse mosse dal gruppo di opposizione consiliare “Fratelli d’Italia Guasila-Trexenta” che ha segnalato alla maggioranza consiliare e all’ufficio tecnico la presenza di un palo pericolante e una situazione generale di scarsa sicurezza riguardo i vecchi lampioni. (pag. 33)

Altre notizie

In bottega solo il made in Sardinia. Solo il “made in Sardinia” vale milioni di euro, ben 95 tra diretto e indotto (e nero) più altri 25 che arrivano dalla partita dell’export tra prodotti in legno e sughero, coltelleria, mobili, tessuti, porcellana, ceramica, vetro. Purtroppo però fino a oggi il settore dell’artigianato artistico, emblema di qualità del made in Italy, non ha mai goduto di una piena tutela per l’assenza di regole che ha finito per favorire prodotti contraffatti, venduti come “veri”. Un danno enorme se si pensa che in 5 anni sono arrivati in Sardegna oltre 27 milioni di euro di prodotti falsi. La categoria A fare i conti è la Confartigianato sarda, ben felice di sapere che va avanti l’iter del disegno di legge a tutela dei maestri artigiani del Belpaese, ora in Senato, e che a settembre potrebbe già avere il primo via libera. (pag. 19)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Senorbì. Ucciso dall’esplosione della bombola di gas. Prima una fortissima vibrazione che ha svegliato gli abitanti dell’intera palazzina in via Mazzini 5, poi l’esplosione che ha sventrato il muro di un appartamento al primo piano e ha causato la morte di Anass El Hadri, un extracomunitario di 39 anni, originario del Marocco, in regola con il permesso di soggiorno. Poteva essere una strage: nella palazzina in una traversa della strada principale di Senorbì vivono cinque famiglie, in tutto venti persone. L’uomo ha perso la vita a causa di un’esplosione provocata da una fuoriuscita di gas. La tragedia Erano le 3 della notte tra sabato e domenica quando l’incredibile boato ha risuonato sull’intero vicinato, nella strada che collega la via Carlo Sanna con la zona degli impianti sportivi del centro della Trexenta. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Senorbi e del nucleo radiomobile della compagnia di Dolianova, i vigili del fuoco del distaccamento di Sanluri e l’ambulanza medicalizzata “Mike 65” di Senorbì. 

Da L’Unione Sarda di sabato 24 luglio

San Basilio. Boschi devastati dal fuoco. Spaventoso rogo ieri nelle colline di San Basilio. Le fiamme hanno ridotto in cenere sterpaglie, macchia mediterranea e anche zone boschive con danni ambientali altissimi. Il fuoco si è esteso per quasi 200 ettari: per domarlo è scattata una grande mobilitazione di uomini e mezzi: sul posto forestali, Vigili del fuoco, un Canadair e tre elicotteri (due della Forestale e uno dei Vigili del fuoco) che hanno riversato sulle fiamme decine di bombe d’acqua e liquido ritardante. Gli uomini a terra sono riusciti a salvare una cinquantina di mucche che vagavano fra la macchia mediterranea. I terreni solcati dal rogo sono di proprietà pubblica e privata. Le fiamme hanno interessato anche il parco eolico di Monte Miana, ma stando a quanto riferito dai vigili del fuoco gli impianti non avrebbero subito danni. Le indagini Sull’episodio indaga il Corpo forestale. Gli agenti hanno sentito alcune testimonianze, ma oggi proseguiranno con accertamenti e controlli. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di diverse stazioni del Gerrei e della Compagnia di Dolianova. L’incendio è scoppiato verso le 13 con l’allarme immediatamente lanciato da alcuni automobilisti che hanno contattato le centrali operative di vigili del fuoco e carabinieri. Le fiamme si sono rapidamente diffuse fra Monte Miana e Funtana Romana, su un fronte enorme: un autentico inferno nonostante l’immediato arrivo dei forestali e del Vigili del fuoco. Impensabile bloccare il rogo da terra. Sono stati così fatti intervenire il Canadair e tre elicotteri (compreso il Super Puma), che hanno iniziato a “bombardare” le fiamme dall’alto con ripetuti lanci d’acqua. 

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Gerrei

Escalaplano. Arte e lingua sarda nel centro culturale intitolato a Oreste Pili. Questa sera alle 19 verrà inaugurata La casa della Cultura di Escalaplano intitolata a Oreste Pili e allestita nel polo socio culturale del paese. Un luogo di confronto sui temi dell’arte, storia, letteratura e lingua sarde. «Questa inaugurazione significa iniziare, intraprendere e sperimentare un nuovo corso, fatto di studio, ricerca, conoscenza e valorizzazione degli elementi peculiari della nostra identità: la lingua e la cultura», ha detto il sindaco Marco Lampis. Si potranno ammirare la collezione Caporale composta da quadri, cartoline, manifesti e opere varie, dipinti di Costantino Nivola, e opere di artisti locali. (pag. 34)

Trexenta

SenorbìSelegas. Addio all’imprenditore. Lutto in Trexenta per la scomparsa di Mondo Melis, imprenditore di Selegas molto conosciuto per aver realizzato il polo commerciale di Senorbì, dove lui stesso gestiva lo storico supermercato di famiglia. È morto ieri a causa di un malore improvviso. È stato un pioniere nel settore dei discount: diversi anni fa aveva aperto il suo primo supermercato a Selegas, prima di trasferirsi a Senorbì. Da una sua idea, nella lottizzazione alla periferia del capoluogo della Trexenta, è nato un polmone economico che ospita numerose attività imprenditoriali, commerciali e di servizi. (pag. 32)

Guasila. Nuovi banchi, sedie e parco per la scuola dell’infanzia. La scuola dell’infanzia di Guasila si rifà il look. Sono stati acquistati dall’amministrazione comunale i nuovi arredi installati nella scuola materna dell’istituto comprensivo Gaetano Cima. «Il prossimo anno scolastico sarà molto colorato e animato», ha detto la sindaca Paola Casula, dopo aver visionato le seggiole e i banchi messi a disposizione dei piccoli alunni che sono stati acquistati grazie ai fondi ministeriali concessi per le infrastrutture sociali. Ma gli interventi per rendere più accogliente l’asilo non sono terminati: nella parte esterna dell’edificio infatti è stato allestito un nuovo parco giochi. Sono in programma inoltre una serie di interventi di ristrutturazione della scuola dell’infanzia, per favorire l’attivazione di un percorso didattico integrato per le bambine e i bambini sino all’ingresso nelle scuole elementari. (pag. 33)

Senorbì– Mandas. Centrale sarda, lavori fermi da sette anni. La Statale 128 è una strada a metà: monta la protesta di sindaci e imprenditori. Sono trascorsi ormai sette anni dall’inaugurazione del nuovo tracciato nel tratto fra Senorbì e Suelli, accompagnata dalla promessa di proseguire i lavori a nord e a sud della Trexenta. Il progetto originale della Centrale Sarda prevede la nascita di una strada a più corsie capace di collegare Monastir con l’ingresso di Mandas, sinora sono stati completati solo i dieci chilometri della variante Senorbì-Suelli che è costata circa 20 milioni di euro. Incompiuta Ne servono altri 30 per completare il tratto Senorbì-Monastir fondamentale per avvicinare la Trexenta alla Statale 131 e di conseguenza all’hinterland di Cagliari. (pag. 33)

Altre notizie

​​«Energia, un futuro per l’Isola». «Il tema della decarbonizzazione e il futuro energetico della Sardegna devono essere affrontati al più presto dai ministri della Transizione ecologica e dello Sviluppo economico». Questa la richiesta contenuta in una lettera inviata dalle segreterie di Cgil, Cisl e Uil ai ministri Roberto Cingolani e Giancarlo Giorgetti. I lavoratori chiedono ai due componenti del governo guidato da Mario Draghi un incontro immediato per garantire dialogo e condivisione delle scelte. Confronto durante il quale dovranno essere affrontati anche i temi legati all’impatto delle norme del decreto Semplificazioni relative alla gestione delle energie rinnovabili sull’Isola. La lettera «Si tratta di questioni che devono essere definite dentro una visione comune che riguarda tutta l’Isola, e che quindi non può riguardare solo singoli player o alcuni territori», spiegano i segretari generali Samuele Piddiu, Gavino Carta e Francesca Ticca. (pag. 18)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Selegas. L’eredità per aiutare i giovani. Oltre un milione di euro per realizzare il sogno di zia Letizia. Quando era in vita Letizia Sirigu, anziana di Selegas deceduta nel 2017 nella casa di riposo del suo paese, aveva espresso il desiderio di lasciare la sua abitazione al Comune a patto però che venisse utilizzata per iniziative a carattere sociale e ricreativo a favore della comunità. Nel testamento la donna, morta all’invidiabile età di 92 anni, ha nominato il Comune erede del suo patrimonio immobiliare, cioè della sua casetta in pieno centro storico. Il progetto di riqualificazione della vecchia casa in piazza Emilio Lussu verrà finanziato con 1 milione e 103 mila euro. La donazione Un gesto di grande generosità, apprezzato dal sindaco Alessio Piras che insieme alla Giunta si è dato subito un gran da fare per esaudire il desiderio della nonnina dal cuore d’oro. (pag. 25)

Siurgus Donigala e Senorbì. Casi positivi a Siurgus e Senorbì. In Trexenta ritorna l’incubo Covid-19. Dopo un lungo periodo di tranquillità in assenza del virus, a Senorbì sono emersi quattro casi di positività al coronavirus. È il sindaco Alessandro Pireddu a comunicarlo ai residenti dopo l’ufficializzazione avuta dall’Azienda sanitaria per la salute (Ats) della Sardegna. (…). È emerso un caso di positività anche a Siurgus Donigala, dove diversi cittadini sono in quarantena in attesa degli esiti dei tamponi molecolari.  (pag. 25)

Guasila. Cinquant’anni di calcio. La Polisportiva Guasila compie 50 anni. È trascorso mezzo secolo dal giorno in cui la società ha presentato istanza di affiliazione alla Figc. «È un onomastico importante per lo sport guasilese che vogliamo festeggiare non solo con i memorabili ricordi degli anni passati ma con nuovi progetti per lo sport locale», dice il presidente Gianluca Cicalò. La Polisportiva Guasila Calcio 1971 conta oggi 35 tesserati e partecipa da ormai sette anni ai campionati over 40 Uisp Nazionale. (…) Prossimo obiettivo: l’avvio di una scuola calcio.  (pag. 25)

Guamaggiore. Sfilata di moda. Le creazioni di alcuni tra gli stilisti più rinomati della Sardegna hanno sfilato ieri nel Colle Santa Maria Maddalena in occasione della manifestazione “Moda sotto le Stelle” promossa dall’associazione Capoterra 2000 & Emme Comunicazione con Capoterra 2000 Academy. (pag. 25)

Sarrabus

Villaputzu. Sicurezza: un corso per bagnini. Spiagge libere più sicure nel Sarrabus grazie ai bagnini in grado di utilizzare il defibrillatore. In dieci ieri mattina a Villaputzu hanno seguito il corso Blsd (primo soccorso) sulla spiaggia di Cristoluaxedu. Ad istruirli e certificarne l’apprendimento il medico del 118 di Muravera Luigi Cadeddu assistito da Silvia Manuela Maccioni. Il corso, del tutto gratuito, ha abilitato i bagnini all’utilizzo del Dae, il defibrillatore semiautomatico. Tutti, inoltre, hanno praticato su dei manichini il massaggio cardiaco, la respirazione con il pallone di Ambu e le manovre di disostruzione delle vie respiratorie. (pag. 27)

San Vito. Un video incastra il ladro. Un disoccupato 43enne, Ganni Marinkovic, residente a Uras è stato denunciato per furto dai carabinieri di San Vito. La vicenda è accaduta alla Esso sulla Statale 387. Approfittando della distrazione della propria vittima, un 38enne insegnante a Villaputzu, l’uomo aveva introdotto nel serbatoio della propria autovettura 50 euro di carburante poco prima acquistati dal docento con la propria carta di credito. (pag. 27)

Altre notizie

Donne e vino, il binomio è vincente. Terzo appuntamento con l’evento “Donne del Vino” dedicato questa volta alla Cantina Terra Sassa di Villarios nel Sulcis, rappresentata da Stefania Montisci. (…) È un percorso che attraversa idealmente tutta la Sardegna con l’obiettivo di promuovere la cultura del vino e del cibo e soprattutto valorizzare il fondamentale ruolo delle donne nella filiera produttiva. Il prossimo appuntamento è previsto per il 4 agosto con la Cantina Lilliu rappresentata da Roberta Porceddu. (pag. 12)

Formazione turistica. Dopo il successo riscosso dai precedenti corsi (670 operatori formati in due mesi), sono ancora aperte le iscrizioni alla formazione organizzata e finanziata dall’Ente Bilaterale Turismo Sardegna. Si possono iscrivere i titolari, gestori, soci lavoratori, e i lavoratori dipendenti (fissi e stagionali) attraverso la sezione dedicata sul sito www.ebtsardegna.org/servizi/formazione. (pag. 12)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Selegas. Murale imbrattato nel centro del paese. Imbrattato un murale nel centro di Selegas. Amara sorpresa per i residenti del piccolo paese della Trexenta che hanno trovato uno dei numerosi murales realizzati nelle pareti delle abitazioni e degli edifici pubblici imbrattato con macchie di vernice scura. Un atto vandalico che ha provocato lo sdegno dei cittadini e dei visitatori. Deluso per l’accaduto è il sindaco Alessio Piras. «Mi è sempre piaciuta l’arte, in ogni sua forma, come testimoniano le numerose iniziative promosse dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni locali». (pag. 33)

Senorbì. Il Comune in soccorso dei cittadini fragili. Categorie fragili: stanziati oltre 65mila euro. L’amministrazione comunale di Senorbì ha impegnato 65.584 euro per finanziare i sussidi in favore dei residenti di Senorbì e delle frazioni Arixi e Sisini affetti da disturbi aventi carattere invalidante che si trovano in stato di bisogno economico. Di questi circa 29.000 euro sono da assegnare subito, la parte restante nei prossimi mesi dell’anno. I beneficiari degli aiuti sono ventidue cittadini che hanno presentato le istanze in Comune con tanto di progetti terapeutici abilitativi personalizzati predisposti dall’ufficio del Servizio sociale in collaborazione con il Servizio sanitario competente, secondo le linee di indirizzo predisposte dall’assessorato regionale all’Igiene e Sanità. (pag. 33)

Altre notizie

Bando Confagricoltura. Sostenere le attività imprenditoriali capaci di coniugare sostenibilità e innovazione. È l’obiettivo di “Coltiviamo Agricoltura Sociale”, il bando lanciato da Confagricoltura. Il bando mette in palio tre premi da 40.000 euro per altrettanti progetti innovativi di Agricoltura Sociale. La scadenza è fissata al 15 ottobre. Tutte le informazioni e i dettagli relativi al bando sono disponibili sul sito www.coltiviamoagricolturasociale.it. (pag. 11)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Senorbì. Rifiuti, affare da mezzo milione. A Senorbì la raccolta differenziata costa oltre mezzo milione di euro. L’amministrazione ha approvato il Piano economico finanziario della gestione del servizio della raccolta dei rifiuti urbani per il 2021 che prevede un costo complessivo di 550 mila euro. Da questa cifra è esclusa la somma stanziata dal Comune (da altri finanziamenti) per il servizio di pulizia e spazzamento delle piazze e delle strade affidato, attraverso gara d’appalto, a una ditta locale specializzata. (pag. 25)

«Caro benzina, intervenga Mister prezzi». L’ultima moda è andare a Cagliari per fare il pieno di benzina. Lo fanno la gran parte dei cittadini di Muravera, San Vito, Villaputzu e Villasimius, quelli perlomeno che nel capoluogo ci vanno anche per altro. Una delle priorità però è rifornire dal momento che la differenza di prezzo sia per la benzina che per il diesel ha raggiunto i venti centesimi al litro (benzina nel Sarrabus ieri a 1,78 al litro in modalità self service, quasi due euro servito). Un risparmio, insomma, di almeno dieci euro ogni volta che si fa il pieno. La protesta. Una situazione anomala (ovunque in Sardegna i prezzi sono più bassi) che ha spinto il sindaco di San Vito Marco Antonio Siddi a rivolgersi all’autorità Garante (Mister prezzi) con una lettera ufficiale. (pag. 25)

Altre notizie

Contributi per agricoli. La scadenza del versamento dei contributi previdenziali del 16 luglio per i lavoratori autonomi del settore agricolo è stata cancellata dall’Inps. In prossimità della scadenza del 16 luglio prevista per la quarta rata dei contributi relativi al 2020, già prorogata, vale la pena ricordare quindi che imprenditori e coltivatori diretti non sono tenuti al versamento. (pag. 11)

Evento Distretto rurale. Al rush finale il Distretto rurale sud Sardegna che oggi con il sesto webinar pubblico concluderà l’iter di animazione territoriale per l’ottenimento del riconoscimento da parte della Regione. Dalle 16.30 su Zoom Pro i contributi raccolti troveranno sintesi nella relazione descrittiva e nelle bozze dello Statuto e del Regolamento che accompagneranno la richiesta di riconoscimento del Distretto come previsto dalla legge regionale 16 del 2014. (pag. 11)

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)

Oggi su L’Unione Sarda

Notizie dal nostro territorio

Trexenta

Guasila  – Ortacesus. Incendio attorno alla diga del Cixerri. Giornata dal dimenticare sul fronte degli incendi anche nel Sud Sardegna. Rogo ieri pomeriggio nelle campagne intorno alla diga del Cixerri, in cenere cinque ettari di macchia alta. Le fiamme sono comparse poco prima delle 18, dal bordo di una strada che si trova sotto lo sbarramento della diga. Spinte dal maestrale, in breve tempo si sono estese lungo il canale di Piscina Longas, nel territorio di Uta. L’immediato intervento di numerosi mezzi della Protezione civile di Siliqua, Uta e Villamassargia, del Corpo forestale di Uta e Siliqua, dei vigili del fuoco di Iglesias e l’elicottero della base di Pula, ha permesso, in breve tempo, di circoscrivere il rogo salvando le diverse aziende e le colture della zona. Tra Guasila e Ortacesus le fiamme hanno lambito un’azienda agricola specializzata nell’allevamento di struzzi e la Statale, chiusa per alcune ore dall’Anas per consentire lo spegnimento del fuoco e la bonifica. (pag. 7)

Guamaggiore. Festa per Santa Maria Maddalena. Guamaggiore si prepara ai festeggiamenti in onore di Santa Maria Maddalena. Il Comitato 2021 in collaborazione con il Comune ha proposto un programma che prevede sia i riti religiosi che gli appuntamenti civili, i quali si terranno nel rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19. L’obiettivo è salvaguardare la tradizione devozionale del piccolo centro della Trexenta e regalare ai residenti e agli abitanti dei paesi vicini alcuni momenti di svago senza mettere a rischio la salute pubblica.

Da L’Unione Sarda di ieri, domenica 18 luglio

Proroga bando vigneti. È stata prorogata al 31 luglio la scadenza delle domande per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti. Il decreto, è stato firmato dal ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli. «La difficoltà di rispettare la scadenza – spiega Confagricoltura – era dovuta a un ritardo dell’apertura dell’applicazione sul sistema SIAN. Il termine del 15 luglio non avrebbe consentito la partecipazione di molte aziende».

Burcei. Spiaggia day per 30 ragazzi. Due volte la settimana, partenza da Burcei di buon mattino e rientro a casa all’ora di pranzo. Così per una trentina di ragazzi è iniziato lo “Spiaggia day” promossa dell’amministrazione comunale per garantire a tanti ragazzini una estate al Poetto, dopo le restrizioni della pandemia. Si viaggia con un pullman privato e con un mezzo della Misericordia del paese che trasporta le carrozzelle dei disabili. 

Senorbì. Tari scontata per le attività commerciali. Tari ridotta alle attività che hanno subito perdite economiche a causa dell’emergenza sanitaria. Il Consiglio comunale di Senorbì ha approvato all’unanimità dei presenti il Piano delle agevolazioni sulla tassa dei rifiuti in favore delle utenze non domestiche soggette alle misure restrittive anti-Covid. «Tra i molteplici effetti sul tessuto economico locale provocati dall’emergenza epidemiologica ci sono stati la sospensione di alcune attività, la limitazione della possibilità di utilizzo di spazi e locali assoggettati a tassazione e, più in generale, limitazioni imposte alla circolazione e agli spostamenti delle persone per ragioni sanitari», è scritto nella premessa della delibera discussa in aula consiliare. Sono state adottate alcune agevolazioni a favore delle numerose attività commerciali e artigianali di Senorbì che hanno dovuto chiudere o sottostare alle limitazioni per evitare il contagio. 

Escalaplano. Estate tra letteratura e giochi. La cultura non va in vacanza: Comune e biblioteca comunale organizzano infatti diverse attività tutte legate al mondo dei libri. Si parte lunedì alle 19, a “sa Domu e susu”, con la presentazione del libro di Paola Soriga: “Maicolgècson”; l’evento è realizzato in collaborazione con il festival letterario foghesino Sette sere sette piazze sette libri. Nell’ambito del progetto di promozione alla lettura nasce R-estate in biblioteca: gli utenti che si recheranno nella struttura e prenderanno in prestito almeno tre documenti, riceveranno in regalo un romanzo che parla di Escalaplano o che è stato scritto da un autore del paese. 

Leggi la rassegna stampa (formato PDF)