Ricerca nel sito

imagealt
Distretto Rurale SGT

Distretto rurale SGT: proseguono le attività per il costituendo distretto

Proseguono le attività del costituendo distretto rurale SGT con una serie di appuntamenti e focus di confronto su strategie e contenuti delle varie filiere coinvolte fino ad oggi.

Il percorso partecipativo che ha animato gli appuntamenti degli scorsi mesi, con il supporto dell’Agenzia Laore Sardegna che fornisce la consulenza nella fase di avvio e di riconoscimento del Distretto, ha visto coinvolti – a partire dal Comitato promotore – numerosi soggetti privati e pubblici dei territori del Gerrei e della Trexenta e del Campidano di Cagliari (Burcei).

Gli incontri sono partiti a maggio a Guasila, Sant’Andrea Frius e Senorbì con il primo forum di avvio a cui sono seguito l’analisi degli stakeholder, di contesto preliminare e SWOT. A giugno, a San Basilio, San Nicolò Gerrei, Burcei e Suelli il gruppo ha proseguito con gli approfondimenti sull’analisi dei punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce; la rilevazione dei fabbisogni e una prima analisi sulle diverse ipotesi di forme giuridiche distrettuali che porteranno alla definizione dello Statuto e regolamenti.

Considerate le attività che vedono impegnati in azioni di programmazione territoriale a più livelli, i territorio del Sarrabus, Gerrei e Trexenta, il 23 giugno si è tenuto un incontro promosso dall’Assessorato dell’Agricoltura e Riforma Agro Pastorale, negli uffici di via Pessagno a Cagliari, per valutare con i due comitati promotori del Distretto del Sarrabus e del Distretto SGT, la possibilità di una confluenza in un unico soggetto al fine di promuovere gli obiettivi territoriali comuni attraverso la promozione delle filiere agroalimentari e delle economie ad esse connesse. In queste settimane saranno promossi ulteriori incontri per valutare la possibilità di collaborazione ed eventualmente la promozione di obiettivi condivisi.

Le attività di luglio proseguono con i focus specifici interni alle filiere e le interviste ai portatori di interesse privilegiati a cura del capofila GAL SGT e dei Tecnici di Laore dedicati al processo di accompagnamento alla creazione del distretto, al fine di approfondire ulteriori elementi già emersi durante gli incontri. 

Si è tenuto la scorsa settimana un incontro con gli amministratori locali del Comune di Pimentel, produttori del settore primario e portatori di interesse della zona. Sono in programmazione tre focus group dedicati alla filiera del miele, dell’allevamento ovicaprino e suinicolo. 

Il mese di Luglio è inoltre dedicato a definire la proposta, da parte del gruppo di lavoro dedicato, della bozza di Statuto e della forma giuridica, al fine di portarli alla discussione ed al voto finale in Assemblea.

Infine, a Settembre, si terrà il lavoro di restituzione attraverso un evento che chiuderà il ciclo di incontri pubblici. Seguirà quindi la presentazione alla Regione della documentazione per l’istruttoria di riconoscimento del Distretto SGT.

Costante in questi mesi l’attività della struttura del GAL SGT e dei tecnici LAORE, nel fornire supporto agli interessati per la compilazione delle schede aziendali.