Protocollo di intesa siglato dal GAL SGT e dal GAL Marghine con il Banco di Sardegna per favorire l’accesso al credito delle aziende partecipanti ai bandi attivati

205

Il Gruppo di azione locale GAL SGT – Sole Grano Terra, congiuntamente al GAL Marghine, nell’intento di perseguire l’obiettivo prioritario di “favorire l’accesso al credito da parte delle imprese esistenti e di nuova costituzione partecipanti ai propri bandi, nei rispettivi territori di competenza“, hanno recentemente siglato con il Banco di Sardegna, un protocollo di intesa per l’individuazione di alcuni servizi bancari specifici a disposizione delle imprese esistenti o di nuova costituzione che intendano partecipare ai bandi di uno dei due gruppi di azione locale.

Fin dalle prime riunioni partenariali, durante il percorso di costituzione dei GAL, era emerso il problema della difficoltà  dell’accesso al credito e della sottocapitalizzazione delle aziende, che molto spesso impattava negativamente nella rinuncia a portare avanti nuovi progetti di impresa, o di sviluppo e consolidamento di attività  già  esistenti.

Invitando ad un tavolo di confronto gli Istituti di credito ed i Consorzi Fidi operanti nel territorio, si è discusso rispetto ai termini di un possibile accordo con i Gal, cercando di fissare alcuni obiettivi comuni e di individuare dei percorsi condivisi per il loro raggiungimento.

Il Banco di Sardegna, sensibile a iniziative di interesse per le imprese del territorio isolano, nel cercare di ottemperare alla propria tipica attività  bancaria, alle attese e gli interessi collettivi, ha manifestato la propria disponibilità  a supportare un progetto orientato allo sviluppo rurale della Sardegna.

Il Protocollo costituisce un libero atto di impegno per la promozione e lo sviluppo dell’attività  economica del comparto delle aziende agricole e delle microimprese operanti nel territorio e viene messo a disposizione dei beneficiari dei bandi che vogliano utilizzarlo. Obiettivo primario è il sostegno a favore di iniziative che puntano alla creazione di impresa (avvio delle attività , start-up, sviluppo e consolidamento, programmazione di nuovi investimenti).

I due GAL e il Banco di Sardegna metteranno a disposizione le proprie strutture tecniche a supporto delle iniziative che verranno promosse a seguito di istruttoria, anche attraverso il coinvolgimento delle filiali territoriali e opereranno conformemente a quelli che saranno gli accordi che in queste sedi verranno assunti nell’elaborare le proprie politiche economiche, sociali, ambientali, culturali, di sviluppo e promozione del territorio.

Sono previsti vari servizi bancari dedicati ai potenziali beneficiari dei bandi Gal: valutazione delle richieste di finanziamento erogabile nelle varie forme (es. mutui ipotecari o chirografari ), apertura di un conto dedicato con costi ridotti per le operazioni ammissibili alla rendicontazione dei contributi, creazione di un ombrello finanziario adeguato con l’inserimento dell’ I.V.A. e del circolante, ecc.

Il protocollo di intesa è stato presentato ufficialmente da Fabiola Atzori (Presidente GAL SGT), da Annalisa Motzo (Presidente GAL Marghine) e da Giuseppe Pirisi (Funzionario Banco di Sardegna) in occasione dell’incontro seminariale dal titolo “Il Leader nella programmazione 2014-2020″, tenutosi a Cagliari il 16 Maggio ed organizzato dal Servizio Sviluppo Locale della Regione Autonoma della Sardegna e dalla Rete Rurale Nazionale.

Il testo integrale della convenzione è scaricabile (cliccando qui) nel sito istituzionale dei due GAL ed è inoltre consultabile presso gli uffici in formato cartaceo.