L’Arte del Camminare

L’arte del camminare è un intervento a cura di Alessandro Nonnoi, in collaborazione con Tiziana Melis e Lucio Murgioni.

Villaputzu – 27 Agosto
L’indefinito limite del percorso creativo.

Un’esperienza insolita, un inedito incontro fra l’arte del riciclo, l’ambiente naturale e un mondo dimenticato.

 Programma:

Ore 17,30               Incontro di fronte al distributore della compagnia ESSO, localizzato all’uscita del centro abitato, direzione Muravera.

Ore 18,00               Consegna quaderni di viaggio, Avvio percorso esperienziale.

Ore 21,00               Aspettando la notte.

Ore 22,00               Rientro Villaputzu casa Agus, conclusione partecipata.

Livello di difficoltà: basso

Distanza in km: 1,00

Tempo di percorrenza: 40 minuti in ambiente rurale.

Materiali/attrezzatura necessari: Acqua (circa un litro), qualche frutta come integratore, del cibo per eventuali necessità, capellino parasole, penne e colori, apparecchio cellulare capace di registrare suoni, conversazioni e scattare fotografie.
All’imboccatura del sentiero un operatore si porterà alla fine del percorso. Raggiunta la meta comunicherà la sua posizione. A questo punto può prendere il via il percorso esperienziale. Ciascun partecipante singolarmente e in perfetto silenzio si inoltrerà lungo il percorso per poi fermarsi in prossimità dell’operatore. Ogni allievo raggiunta la postazione finale dovrà elaborare, sempre in perfetto silenzio le sue personali sensazioni. Impressioni che può anche già abbozzare durante il percorso. In seguito ci si radunerà in un punto di osservazione dove i partecipanti potranno interagire relazionandosi reciprocamente. Qui si cercherà di rappresentare graficamente o in altro linguaggio artistico il percorso esperienziale.
Un percorso a ritroso, vissuto collettivamente, permetterà di venire a contatto con diversificate realtà scaturite da una prima condivisione di gruppo e poter ampliare l’universo percettivo. Rientro a Villaputzu e condivisione di un articolo esperienziale collettivo.

Villaputzu – 29 Agosto
Relazionarsi fra scenari diversificati: legami e contrasti fra insediamenti abitativi e ambiente naturale. Viaggio fra memoria e contesti attuali.

Programma:

Ore 16,00             Incontro con i partecipanti (c/o cimitero San Vito). Presentazione e consegna libretti di viaggio.

Ore 16,30              Partenza verso il Flumendosa.

Ore 17,00              Consegna quaderni di viaggio, Avvio percorso esperienziale.

Ore 17,00 – 20,00  Osservazioni plurisensoriali, momento di riflessione e metadiscussione.

Ore 20,00:              Rientro a Villaputzu. Laboratorio bombe ecologiche.

Ore 21,30               Percorso Pratzas in festa.

Ore 22,30               Conclusioni finali.

Livello di difficoltà: basso

Distanza in km: 5,00

Tempo di percorrenza: 3 ore in ambiente rurale e 2 in ambiente urbano.

Materiali necessari: Acqua, qualche frutta come integratore, del cibo per eventuali necessità, capellino parasole, penne e colori, apparecchio cellulare dotato di camera e registratore suoni. Durante l’attività esplorativa verranno forniti binocoli cannocchiali e strumenti di osservazione ambientale.
Percorso che si snoda attraverso la zona dedicata alle produzioni agricole locali, in cui si farà una prima riflessione guidata sulle varianti sensoriali fra centro abitato e mondo agricolo. Seguirà un momento di pausa dove i partecipanti cercheranno di mettere in pratica la loro sensibilità ponendosi in relazione con un universo dagli aspetti spesso scontati ma mai indagati.
Il percorso proseguirà, quindi, verso il Flumendosa, con l’attenzione rivolta al netto cambiamento degli aspetti paesaggistici. Si attraverserà il fiume per procedere lungo un sentiero che costeggia la sponda sinistra dell’asta fluviale. Si analizzeranno pertanto le piante di maggior interesse etnobotanico attraverso un’attenta osservazione su come la vegetazione è presente nella nostra quotidianità attraverso manufatti, oggetti di arredamento, colori, rimedi, cibi, fibre tessili.
Si osserverà pertanto l’elemento acqua, i suoi misteri, le nostre paure e l’atavico senso di attrazione, un mondo sommerso oscuro, ma immaginabile; il fermento biologico visibile attraverso quel brulichio fatto di stadi larvali di insetti e altre infinite forme di vita.
Al rientro si potrà assistere e partecipare alla installazione Explò, nonché, partecipare al programma Pratzas in festa, dove sarà possibile osservare e sperimentare alcuni luoghi e momenti legati agli antichi mestieri: la casa del barbiere, il calzolaio, la vecchia macelleria-mattatoio, la bottega del tintore, il fornaio, la preparazione e degustazione di pietanze tipiche, le case museo dei maestri di launeddas Antonio Lara e Aurelio Porcu, i giochi antichi, la lavorazione del legno, le fasi del tradizionale matrimonio villaputzese, estemporanee di murales e street art.
Al termine del percorso ci sarà un momento conclusivo di riflessione.

Armungia – 31 Agosto, 1 Settembre
Viaggio alla rincorsa del tempo.
Momenti di transizione fra luci e ombre. Il fascino dell’oscurità, due momenti a confronto. Itinerario ambientale e sensoriale

Programma 31 Agosto

Ore 16,00:              Incontro con i partecipanti (casa Lussu Armungia)

Ore 16,30:              Partenza verso il Flumendosa

Ore 17,00:              Dal Flumendosa al rio Gruppa

Ore 17,30:              Perd’e marmori. Consegna quaderni di viaggio, avvio percorso esperienziale.

Ore 18,00:              Baccu su ruaxiu, inizio percorso a piedi. Osservazioni plurisensoriali,                                          momento di riflessione e metadiscussione.

Ore 20,00:              Arrivo a Piscin’e crabas

Ore 21,00               Preparazione bivacco e cena

Ore 22,00               Racconti e legende di un mondo passato

Ore 24,00               Silenzio e riposo notturno

Programma 1 Settembre

Ore 5,00:                Sveglia e colazione

Ore 5,30:                 Le piante e i loro poteri terapeutici e tintori. Spiegazione e raccolta di materiale vegetale.

Ore 9,00:                Ritorno alle vetture e partenza per Armungia

Ore 11,00:              Laboratorio officinale

Ore 13,00:              Pausa pranzo

Ore 15,00:              Laboratorio del colore

Ore 18,00:               Momento di confronto con sintesi dell’esperienza sensoriale.

Livello di difficoltà: basso

Distanza in km: 2

Tempo di percorrenza: 3 ore in ambiente rurale.

Materiali necessari: Acqua, qualche frutta come integratore, del cibo per la cena e colazione, sacco a pelo leggero, capellino parasole, costume da bagno, pila, penne e colori, apparecchio cellulare dotato di camera e registratore suoni, piatto, posate, scodella o bicchiere. Fornellino e lampada da gas (facoltativi).
Presentazione e consegna dei libretti di viaggio per poi raggiungere località Murdega. Si costeggia un tratto navigabile del Flumendosa per poi addentrarci lungo il rio Gruppa.
Una prima breve pausa a Perde ‘e marmuri, fra i silenzi di una conca calcarea, ci permetterà di immergerci in un ambiente dove gli stimoli olfattivi, provenienti da una flora ricca di specie vegetali aromatiche, permetterà di affrontare un primo approccio sensoriale guidato.
Si raggiunge un piccolo sentiero, per poi procedere a piedi lungo una breve e dolce discesa fino a raggiungere il torrente Baccu su ruaxiu. Un guado fra rocce ci permetterà di raggiungere una vecchia mulattiera. Una breve salita prima di addentrarci nella foresta.
Momento di riflessione: colori, suoni, forme e atmosfere nella loro trasformazione all’interno di un ritmo circadiano; relazioni e differenze fra ambiente acquatico e forestale.
Proseguiamo fra ombre sempre meno nette all’interno del bosco. Raggiungiamo un’ampia vasca naturale Piscin’e crabas. Momento di pausa e riflessione.
Bagno collettivo. Il nostro rapporto con l’elemento acquatico. Descrizione sensoriale.
Bivacco fra i resti di una carbonaia. Impressioni di un percorso. Momento di metadiscussione, ritorno al passato. La memoria personale e collettiva sull’elemento acqua. Redazione di un report sensoriale.
Accensione di un piccolo fuoco o lampade portatili e cena al sacco. Il rapporto fra uomo e fuoco. Storie di carbonai attorno ad una fiamma. Pausa notturna.
Sveglia prima dell’alba, colazione e osservazione dei mutamenti ambientali. Il fascino dell’aurora.
Ritorno ad Armungia e laboratorio di preparazione di medicamenti e tintura dei filati. Realizzazione di un report di viaggio.

Modalità di iscrizione: Le persone interessate dovranno far pervenire la propria candidatura – indicando nome, cognome, data di nascita, residenza, email e numero di telefono – contemporaneamente alle seguenti e-mail:
sgt.solegranoterra@gmail.com
carovana@tiscali.it

Le iscrizioni verranno acquisite fino al raggiungimento del numero previsto di partecipanti.

gs-lab-header

> Leggi tutte le News relative a Geografie Sommerse LAB
> Visita la pagina Facebook di Geografie Sommerse per foto, informazioni e approfondimenti
> Visita la pagina Twitter di Geografie Sommerse